CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

massima allerta

Gli ospedali dell'Isola si blindano: meno accessi e meno visite

Diffusa una circolare interna dopo il ricovero per Covid-19 di uno dei pazienti sardi infetti e dove è stato contagiato un medico
ambulanze fuori dal ps dell ospedale (archivio l unione sarda)
Ambulanze fuori dal Ps dell'ospedale (Archivio L'Unione Sarda)

Corre ai ripari l'ospedale Santissima Trinità di Cagliari, dove è ricoverato uno dei 5 pazienti sardi affetti da coronavirus e dove è rimasto contagiato un medico del reparto Infettivi, entrato in contatto con il primo malato.

Una circolare firmata dalla direzione medica e dal capo dipartimento dell'internistica, e indirizzata a tutti i reparti, dispone "la sospensione delle attività ambulatoriali in tutta l'area internistica, dei ricoveri programmati e in day hospital".

Proseguiranno invece le terapie che non sono rinviabili.

"I pazienti dimissibili - prosegue la nota - devono tempestivamente rientrare al proprio domicilio e le attività amministrative che riguardano la dimissione devono essere effettuate con massima urgenza".

Ancora: "gli accompagnatori dei pazienti non possono sostare nelle sale d'attesa del pronto soccorso e di tutti gli ambulatori, salvo diverse indicazioni".

Sconsigliato, inoltre, "far sostare pazienti immunodepressi in sale d'attesa particolarmente affollate".

L'ATS - L'Azienda per la tutela della Salute ha emanato anche una circolare interna per tutte le stretture che dispone, "allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19", che "tutte le visite che non rivestono carattere di urgenza/emergenza vengano sospese fino a nuova comunicazione".

NUOVI DISPOSITIVI - Nell'Isola, intanto, sono arrivate nuove forniture di dispositivi di protezione individuale, che Ats provvederà a distribuire sul territorio ai medici di base e ai pediatri di libera scelta attraverso i distretti sanitari.

"La Giunta Regionale è intervenuta per rispondere alle esigenze dei medici, che hanno rappresentato la difficoltà di reperire i dispositivi sul libero mercato. Medici di base, pediatri di libera scelta e guardie mediche, come medici di primo contatto, hanno un ruolo fondamentale nella macchina dell'emergenza Covid-19 e la loro sicurezza, così come la sicurezza di tutto il personale sanitario dell'Isola, è una priorità", si legge in una nota diffusa dalla Regione.

Villa Devoto, inoltre, comunica di avere "potenziato le dotazioni perché le strutture sanitarie siano pronte a rispondere a qualunque evenienza. Nuovi macchinari sono destinati ove necessario. Inoltre nell'Isola è attualmente presente un numero adeguato di tamponi per testare i possibili casi sospetti di infezione da Coronavirus".

A SASSARI - Nuove disposizioni anche nelle strutture ospedaliere della Aou di Sassari: "Tra le prime decisioni adottate - spiega l'Azienda ospedaliera - è stata stabilita la chiusura degli sportelli Cup presenti alle Stecche Bianche e al piano terra del Santissima Annunziata. Gli utenti che devono prenotare una visita potranno farlo telefonicamente, chiamando il numero unico regionale 1533, da telefono fisso, oppure 070.276424 da telefono cellulare (il costo della telefonata dipende dal piano tariffario utilizzato). Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18".

L'ospedale di Sassari (Foto Ufficio Stampa)
L'ospedale di Sassari (Foto Ufficio Stampa)

"Verrà poi limitato - prosegue il comunicato - il numero degli accessi paganti agli sportelli ticket, con 5 persone per volta. Gli operatori del portierato distribuiranno i numeri per la prenotazione. Per accedere agli sportelli di pagamento, sia al Palazzo Rosa sia alle Stecche Bianche, inoltre, saranno stabiliti dei percorsi obbligatori per il rispetto dei quali l'Aou chiede la massima collaborazione".

Dalla direzione generale quindi arriva un appello all'Ordine dei medici "affinché inviti i medici di base, i pediatri di libera scelta e i medici della specialistica ambulatoriale a limitare le richieste di esami e visite ambulatoriali a quelle essenziali, almeno per tutto il mese di marzo".

"Inoltre, nella sala d'aspetto del pronto soccorso è vietata l'attesa degli accompagnatori,che potranno lasciare un recapito telefonico all'infermiere del triage per essere avvertiti al momento della dimissioni del loro congiunto".

"Per il pronto soccorso, inoltre, vale sempre la raccomandazione che,per proteggere se stessi e gli altri dall'infezione, se si hanno sintomi quali febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie e si pensa di essere stati contagiati dal coronavirus,non si deve accedere alla struttura".

"Limitazioni sono state stabilite anche per le visite ai pazienti nei vari reparti di degenza, con accessi contingentati in base al numero dei posti letto per stanza. Si sta predisponendo, inoltre, un filtro all'ingresso degli ospedali e dei poliambulatori, per fornire informazioni relative alle limitazioni all'accesso agli accompagnatori e ai visitatori con possibili patologie infettive, anche simil influenzali, in atto".

Limitato, infine, il numero dei visitatori che potranno accedere alla camera mortuaria.

"Chiediamo la comprensione dei cittadini - afferma il direttore sanitario dell'Aou di Sassari Bruno Contu - in questo periodo in cui vige l'emergenza. È inevitabile che le nostre abitudini vengano modificate ma soltanto con la collaborazione di tutti, e se si seguono le procedure consigliate da ministero della Salute e Regione, possiamo realizzare un'efficace azione di contrasto e prevenzione".

(Unioneonline/l.f.)

***

LEGGI ANCHE:

- GLI AGGIORNAMENTI DI ORA IN ORA: LEGGI QUI

- LA SITUAZIONE IN SARDEGNA: LEGGI QUI

IL DISCORSO DI SOLINAS

APPELLO DI TRUZZU AI CAGLIARITANI

IL MESSAGGIO DI MATTARELLA

I PRIMI DUE CASI A NUORO

- VIRUS, ITALIA "IN RECESSIONE"

- I DATI SULLE VITTIME IN ITALIA

- STORIE NELL'ITALIA DEL CONTAGIO

- ALTRI DUE CASI A NUORO

-SCUOLE, IPOTESI CHIUSURA DI UN MESE

- NAVE BLOCCATA A NAPOLI

- SALE L'ALLARME IN FRANCIA

- SCUOLA SU WHATSAPP

- REGIONE, LA LEGGINA SALVA-TURISMO

- VOLI E VIAGGI, COME FARSELI RIMBORSARE

- RINVIATO IL REFERENDUM

- "TUTTO ANDRA' BENE", I POST-IT ANONIMI INVADONO LA LOMBARDIA

- L'IPOTESI: UN TEDESCO IL PRIMO MALATO IN UE

- SCUOLE CHIUSE, I PROVVEDIMENTI DEL GOVERNO

- IL VIRUS IN ITALIA CIRCOLA DA MOLTO TEMPO

- DECALOGO DEI COMPORTAMENTI - VIDEO

- LE RACCOMANDAZIONI: "EVITATE GLI ABBRACCI"

- NEONATO POSITIVO A BERGAMO

- SLITTA ILVINITALY

- I PAESI CHE RESPINGONO GLI ITALIANI

- LOMBARDIA, SARDO IN QUARANTENA

- LE BUFALE SULCORONAVIRUS

- LA RICETTA PER IL DETERGENTE FAI DA TE

-VIRUS, NORD ITALIA BLINDATO

- LA PREVENZIONE

- LAVORO: ASSENZE GIUSTIFICATE E NON

- LA TESTIMONIANZA DALLA ZONA ROSSA

-AMUCHINA SPARITA, GIALLO A MONTECITORIO

- MILANO: POCHI TURISTI, COMMERCIO IN CRISI

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...