CRONACA - ITALIA

Allerta virus, la diretta

Aggiornamenti di ora in ora in Italia e all'estero

Le ultime notizie sull'emergenza in atto
immagine simbolo (foto ansa epa)
Immagine simbolo (foto Ansa/Epa)

Tutti gli aggiornamenti sul coronavirus del mese di maggio.

31 maggio

Ore 22.33 - L'app Immuni sugli store da domani

L'app Immuni per il tracciamento in funzione anti-contagio da domani, secondo quanto si apprende, dovrebbe poter essere scaricabile dagli store di Apple e Google. Ma il sistema - che allerta chi è stato a contatto con un positivo al coronavirus - sarà attivo solo nelle Regioni che aderiranno alla fase di sperimentazione. C'è, infatti, una fase di test che precede il rilascio a livello nazionale.

***

Ore 21.30 - Locatelli: "Sconcerto per le parole di Zangrillo"

"Non posso che esprimere grande sorpresa e assoluto sconcerto per le dichiarazioni rese dal Professor Zangrillo con frasi quali il 'virus clinicamente non esiste più' e che 'terrorizzare il Paese è qualcosa di cui qualcuno si deve prendere la responsabilità'". Lo afferma il presidente del Consiglio superiore di sanità e componente del comitato tecnico scientifico Franco Locatelli: "Basta guardare al numero di nuovi casi confermati ogni giorno per avere dimostrazione della persistente circolazione in Italia del virus".

***

Ore 20.42 - Richeldi: "Il virus circola ancora, sbagliato dare messaggi fuorvianti"

"Il virus circola ancora ed è sbagliato dare messaggi fuorvianti che non invitano alla prudenza". Lo afferma lo pneumologo Luca Richeldi, componente del Comitato tecnico scientifico: "E' indubbiamente vero e rassicurante il fatto che la pressione sugli ospedali si sia drasticamente ridotta nelle ultime settimane. Non va però scordato - rileva - che questo è il risultato delle altrettanto drastiche misure di contenimento della circolazione virale adottate nel nostro Paese".

***

Ore 19.54 - Johns Hopkins, nel mondo 370mila vittime

Le vittime di coronavirus nel mondo sono 370.247, di cui 103.906 negli Stati Uniti, secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University. I casi di contagio di Covid-19 hanno superato i 6 milioni (6.108.525), di cui 1.775.125 negli Stati Uniti e 498.440 in Brasile. Oltre agli Usa, i Paesi che hanno registrato il numero più alto di persone morte a causa del coronavirus sono Gran Bretagna (38.571), Italia (33.415) e Brasile (28.834).

***

Ore 18.50 - I dati francesi

Sono 31 i morti in Francia per Covid-19 nelle ultime 24 ore, secondo i dati che giungono dagli ospedali e che vengono diffusi dalla Direzione generale della Sanità. Il totale sale a 28.802. Sono 58 meno di ieri i ricoverati, ora ad un totale di 14.322. Calati anche i malati in rianimazione, 1.319 con una diminuzione di 6 rispetto a ieri.

***

Ore 18.15 - I dati della Protezione civile

In Italia 355 nuovi casi di coronavirus (il 59% in Lombardia) e 75 decessi. I malati di coronavirus continuano a scendere, sono poco più di 42mila. In calo anche terapie intensive (-15) e ricoveri (-293).

***

Ore 17.45 - Emilia Romagna, 31 casi e 7 morti

In Emilia-Romagna sono stati registrati 31 nuovi casi di coronavirus che portano a 27.790 il totale da inizio epidemia, cento giorni fa. Altre sette sono le vittime, ma tira ancora un sospiro di sollievo la provincia più martoriata, quella di Piacenza, dove per il terzo giorno di fila non si registrano morti. I decessi complessivi della regione salgono a 4.114.

***

Ore 17.25 - Lombardia, calano contagi e vittime

In Lombardia 210 nuovi contagi e 33 vittime, dati in calo rispetto a ieri. Sono oltre 12mila i tamponi eseguiti, diminuiscono di due unità i ricoveri in terapia intensiva. A Milano città solo 13 casi, 32 in tutta la Provincia.

***

Ore 17 - In Svezia zero decessi, ma il dato è "dubbio"

La Svezia registra il primo giorno senza decessi da coronavirus da marzo. Le autorità sanitarie hanno riferito che nell ultime 24 ore non ci sono state vittime del Covid-19, pur rilevando che durante i fine settimana l'afflusso dei dati può subire dei ritardi. In tutto, sono stati finora registrati 4.395 decessi da coronavirus, con circa 37.500 casi di contagio. Il primo decesso da Covid-19 venne registrato lo scorso 11 marzo.

***

Ore 16.24 - Nel Lazio 13 casi, 8 a Roma

Sono 13 i casi positivi registrati nel Lazio, otto a Roma, 78 i guariti e 7 sono i decessi. Continuano ad aumentare i guariti che sono 4.010 totali; 256mila i tamponi.

***

Ore 15.45 - Speranza: "Dal 3 il rischio c'è, sbagliato non riconoscerlo"

"Un rischio c'è e sarebbe sbagliato non riconoscerlo, è chiaro che un rischio lo stiamo assumendo poichè il rischio zero ora non esiste ma ci arriveremo solo quando ci sarà il vaccino. Fino ad allora si tratta di assumersi dei rischi ponderati e di provare a gestire una fase diversa". Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza a "1/2 ora in più" a proposito della riapertura della mobilità infra regionale dal 3 giugno. Per "il rischio zero avremmo dovuto conservare un lockdown assoluto per mesi ma il Paese non avrebbe retto".

***

Ore 15.32 - Speranza: "Non giustificati gli atteggiamenti punitivi della Ue"

"Non si giustificano atteggiamenti da parte degli altri Paesi europei che siano punitivi verso l'Italia, perché la situazione attuale dell'Italia è di livello superiore rispetto alla media degli altri paesi della Ue". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a "1/2 ora in più", su RaiTre.

***

Ore 15 - Puglia, quattro casi e quattro morti

Solo 4 nuovi casi positivi su 1860 test, a fronte degli otto di ieri su 2177 tamponi. Ben 4 province esenti da contagi. Quattro morti a fronte dei cinque di ieri. E' il bilancio stilato nel bollettino quotidiano epidemiologico sull'emergenza covid-19 (coronavirus) reso noto dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro.

***

Ore 14.20 - Zaia contro i greci: "Sappiano che non ci vedono più"

"La Grecia che mette al bando il Veneto mi pare allucinante. Mi chiedo cosa pensino i loro operatori, sono i nostri turisti che vanno lì. Sappiano che non ci vedono più". Così il governatore Luca Zaia sulla riapertura della Grecia all'arrivo degli italiani, ma con test per alcune regioni, come il Veneto. "Esperti di sanità quelli della Grecia..." ha aggiunto Zaia. Poi la proposta: "Siamo a disposizione della comunità greca in maniera costruttiva per mostrare le 'carte'. Se poi vogliono anche, chiamiamo il prof Crisanti, per fare un giro di tamponi a casa loro".

***

Ore 13.35 - Veneto, solo sei casi e due decessi

Sono solo 6 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, e soltanto 2 i decessi in più rispetto a ieri. Lo riferisce l'ultimo bollettino della Regione, che aggiorna stamane a 19.152 il totale degli infetti, e a 1.918 i morti con Covid-19 dall'inizio dell'epidemia.

***

Ore 13 - Zaia: "Per riaprire tutto ci vuole un Dpcm entro il 3 giugno"

"Sembra che dal 3 giugno, da mercoledì, non ci sia più il limite del confine regionale di spostamenti. Ma noi siamo in attesa di un provvedimento nazionale. Questa cosa va a consolidarsi solo dopo l'adozione del provvedimento a livello nazionale, da come la vedo io, ci vorrà un Dpcm che interrompa il blocco". Lo ha detto il governatore veneto Luca Zaia.

***

Ore 12.30 - Basilicata e Umbria, ancora zero contagi

Zero nuovi contagiati negli ultimi quattro giorni e solo quattro ricoverati in un solo ospedale, quello di Potenza, nessuno dei quali in terapia intensiva: sono i dati dell'emergenza sanitaria in Basilicata, nelle ultime 24 ore. E zero casi anche in Umbria, dove i giorni consecutivi senza contagi sono cinque: qui sono 17 i ricoverati, di cui due in terapia intensiva. In entrambe le Regioni non si sono registrati nuovi decessi.

***

Ore 12 - Rossi (Toscana): "Lombardia potrebbe aspettare una settimana"

"Aspettare anche una settimana, e arrivare anche in Lombardia a numero di contagi molto ridotto, darebbe sicurezza a tutta l'Italia e forse si potrebbe riaprire con maggiore tranquillità, sarebbe un ragionamento di semplice buon senso" dal momento che i dati sui contagi "non sono ancora assestati" e la Lombardia mantiene ancora un "impatto pesante". Lo ha detto il governatore toscano Enrico Rossi a Sky Tg24.

***

Ore 11.15 - Il bollettino dello Spallanzani

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma "77 pazienti, di cui 28 positivi al Covid-19 e 49 sottoposti ad indagini. 8 pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 461". E' quanto emerge dal dal bollettino medico di oggi dell'Istituto.

***

Ore 9.15 - Riaperta la spianata delle moschee

Dopo una chiusura di 70 giorni dovuta al coronavirus, la Spianata delle moschee è stata riaperta stamane al pubblico. Secondo l'agenzia di stampa palestinese Wafa, migliaia di persone si sono subito riversate al suo interno. In vista della riapertura, nei giorni scorsi la moschea al-Aqsa era stata completamente sterilizzata.

***

Ore 8.40 - Pakistan, nuovo record di morti e contagi

Il numero di decessi per coronavirus in Pakistan nelle ultime 24 ore è salito di 88 a quota 1.483 mentre i casi positivi sono aumentati di 3.039 arrivando a un totale di 69.496. Sono gli ultimi dati pubblicati dal ministero della Salute, che mostrano un record di morti e nuovi casi positivi nelle ultime 24 ore.

***

Ore 8 - 130 i casi in Libia

La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 12 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 130 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti rimangono 5 mentre i guariti salgono a 50. Le persone attualmente positive sono 75.

Ore 7.30 - Le Galapagos riaprono ai turisti

Le ecuadoriane isole Galapagos, patrimonio naturale dell'umanità, riapriranno le loro porte al turismo dal 1° luglio. Lo ha annunciato il vicepresidente ecuadoriano Otto Sonnenholzner. "Possiamo già iniziare a pensare al futuro, alla riattivazione, le Galapagos diventeranno presto la prima destinazione turistica sicura in termini di salute", ha affermato in un video sul suo account Twitter.

***

Ore 7 - Brasile quarto al mondo per numero di vittime

Il Brasile ha superato la Francia ed è diventato da ieri il quarto paese al mondo per numero di decessi legati al coronavirus: 28.834, secondo il ministero della Salute brasiliano. Con 210 milioni di abitanti, il gigante sudamericano ha registrato 956 decessi aggiuntivi in 24 ore e un nuovo record giornaliero di contagi (26.928), per un totale di 465.166 persone infettate dall'inizio della pandemia.

***

30 maggio

Ore 22.17 - Sileri: "Dobbiamo essere pronti a una eventuale seconda ondata"

"Dobbiamo essere pronti a una eventuale seconda ondata in autunno perché la malattia circola ancora e solo investendo i 3 miliardi di euro ricevuti dall'Europa in sanità territoriale e nazionale potremmo alzare lo standard sanitario del nostro Paese". Lo ha detto il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri intervenendo a Petrolio, su Rai Due.

***

Ore 21.58 - Oggi rimpatriati più di 500 connazionali

Sono oltre 90mila gli italiani rientrati da 119 Paesi durante l'emergenza Covid-19, con 945 operazioni per via aerea, marittima e terrestre coordinate dall'Unità di Crisi della Farnesina e dalla rete di Ambasciate e Consolati. Oggi sono tornate in Italia più di 500 persone da Regno Unito, Irlanda, Belgio e Spagna, nel pieno rispetto di tutte le misure di sicurezza. Nella tarda serata italiana decollerà inoltre un volo che riporterà verso l'Italia altri connazionali rimasti bloccati in Venezuela.

***

Ore 20.49 - Misiani: "Libertà di circolazione, serve pari dignità tra i Paesi Ue"

"Stiamo lavorando in sede europea perché ci sia una pari dignità dei Paesi per quanto riguarda la libertà di circolazione''. Lo afferma il viceministro all'Economia, Antonio Misiani, intervenendo a Stasera Italia su Rete4. "Riaprire è molto più complicato, più complesso che chiudere", osserva il viceministro: "Bisogna stabilire nuove norme di sicurezza, monitorare giorno per giorno perché c'è un elemento di incertezza che è sotto gli occhi di tutti".

***

Ore 19.25 - Nel Regno Unito 215 decessi in 24 ore

Sono 215 i nuovi decessi per coronavirus in Gran Bretagna, che registra un totale di 38.376 morti per l'epidemia. Secondo i dati forniti oggi dalle autorità, i nuovi casi positivi sono 2.455 su un totale di 272.826 contagi.

***

Ore 19 - In Spagna 43 vittime

Il ministero spagnolo della Sanità ha reso noto oggi che i morti per coronavirus in Spagna nell'ultima settimana sono stati 43, con un bilancio totale di decessi calcolato a 27.125, ovvero quattro morti in più rispetto a ieri. I nuovi contagi invece sono 271 nelle ultime 24 ore, 64 in più rispetto a ieri.

***

Ore 18.37 - Record di casi in India

L'India ha registrato un nuovo record di casi di coronavirus, ben 7.964 contagi in 24 ore, ma ha comunque annunciato un piano in tre tappe per un ulteriore allentamento del lockdown, che entrerà nella quinta fase, mentre il premier Narendra Modi ha parlato di una "lunga battaglia" contro il virus a un anno dall'inizio del suo secondo mandato.

***

Ore 18.01 - Il bollettino della Protezione civile

Salgono a 232.664 i contagiati complessivi dal coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 416 nuovi casi (ieri l'incremento è stato di 516 contagi). In Lombardia sono 221 in più (ieri 354), pari al 53,1% dell'aumento odierno in Italia.

Gli attualmente positivi scendono invece a 43.691, con una decrescita di 2.484 assistiti rispetto a ieri.

Tra loro, 450 sono in terapia intensiva, -25 pazienti rispetto a ieri; 6.680 persone sono ricoverate con sintomi, -414 rispetto a ieri; 36.561 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Le vittime in un giorno sono invece 111, 67 in Lombardia (ieri 87, in Lombardia 38) con il totale che sale a 33.340. Quanto a dimessi e guariti salgono invece a 155.633, con un incremento di 2.789 persone rispetto a ieri.

***

Ore 17.30 - In Lombardia calano i contagi ma aumentano i morti

Calano i nuovi positivi ma aumentano i decessi in Lombardia: sono 221 i casi in più (con l'indice rapporto con i tamponi giornalieri che passa dal 2.5% al 1.6%) per un totale di 88.758 casi in regione. Ieri c'erano stati 352 nuovi positivi con circa lo stesso numero di tamponi, oltre 14mila. I nuovi decessi sono 68 per un totale di 16.079 morti in regione mentre ieri erano stati 38. Calano sia i ricoverati in terapia intensiva (-1.172) così come quelli negli altri reparti (-245, 3.307) che ieri erano invece aumentati (+82). Sono i dati resi noti da Regione Lombardia.

***

Ore 16.50 - Virus, il Papa: "Abbiamo vissuto il pianto di Dio"

"La complessità di ciò che si doveva affrontare non tollerava ricette o risposte da manuale", "il dolore della nostra gente ci faceva male, le sue incertezze ci colpivano, la nostra comune fragilità ci spogliava di ogni falso compiacimento idealistico o spiritualistico, come pure di ogni tentativo di fuga puritana. Nessuno è estraneo a tutto ciò che accade. Possiamo dire che abbiamo vissuto comunitariamente l’ora del pianto del Signore". Lo scrive Papa Francesco in una lettera ai sacerdoti romani.

***

Ore 15.40 - Nel Lazio sei casi, due a Roma: il dato più basso

Nel Lazio oggi si registrano 6 casi positivi, 107 i guariti e sono 7 i decessi. A Roma città il dato più basso da inizio emergenza con due nuovi casi, di cui uno è una donna residente a Milano. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell'Ordine e va avanti l'attività ai drive-in per i tamponi. Potenziato il "contact tracing" con una riunione operativa ogni giorno con le Asl sui tracciamenti. Il numero complessivo dei guariti è di 3.932 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati circa 254mila.

***

Ore 14.21 - Il bollettino dello Spallanzani

In questo momento sono ricoverati all'Inmi Spallanzani di Roma 78 pazienti, di cui 30 positivi al Covid-19 e 48 sottoposti ad indagini. Lo evidenzia il bollettino quotidiano dello Spallanzani, riferendo che sono 8 i pazienti che necessitano di supporto respiratorio, mentre i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso strutture territoriali sono, a questa mattina, 460".

***

Ore 13.47 - In Iran 57 morti

In Iran si registrano nelle ultime 24 ore 2.282 nuovi casi e 57 morti, portando il totale rispettivamente a 148.950 contagi e 7.734 vittime. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Teheran, che indica in 116.827 il numero dei guariti.

***

Ore 13.10 - I giocatori del Bayern si tagliano ancora lo stipendio

I calciatori del Bayern Monaco hanno nuovamente rinunciato a una parte del loro stipendio, fino alla fine della stagione per aiutare il club a superare la crisi del coronavirus, ha dichiarato il presidente del Bayern Herbert Hainer al quotidiano Bild. "È molto bello vedere che il nostro team comprende perfettamente la situazione e rinuncerà nuovamente a una parte dello stipendio fino alla fine della stagione", ha dichiarato Hainer, successore di Uli Hoeness.

***

Ore 12.37 - In Basilicata zero contagi

Per il terzo giorno consecutivo - ma non è la prima volta che succede - in Basilicata nessuno dei 512 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore è risultato positivo. Lo ha reso noto la task force regionale, spiegando che sono 29 i contagi confermati. Fermo anche il dato delle vittime del covid-19, che sono 27, mentre sono 341 i guariti.

***

Ore 12 - Alto Adige, un caso e zero decessi

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.300 tamponi, di cui uno è risultato positivo. Zero i decessi registrati nelle ultime 24 ore.

***

Ore 11.20 - Cade obbligo quarantena anche per i cittadini dei Paesi Schengen

Il 3 giugno cadrà l'obbligo della quarantena di 14 giorni per i cittadini stranieri provenienti dai Paesi Schengen e dalla Gran Bretagna. Per il resto dei cittadini europei tale obbligo cadrà dal 15 giugno. L'indicazione è contenuta nel dpcm in vigore, che prevede anche la fine del divieto di spostamenti infraregionali sempre a partire dal 3 giugno.

***

Ore 11 - Merkel declina invito di Trump al G7: "C'è la pandemia"

Angela Merkel declina l'invito di Donald Trump a recarsi negli Stati Uniti a fine giugno per partecipare di persona al summiut del G7. Lo ha annunciato un portavoce del governo di Berlino, secondo cui "la cancelliera ringrazia il presidente Trump per averla invitata al summit a Washington a fine giugno. Ma a oggi, data la situazione complessiva della pandemia, non può promettere la sua partecipazione personale, quindi un viaggio a Washington".

***

Ore 10.30 - Ricciardi: "Forse la Lombardia poteva aspettare"

"Il trend generale è sicuramente positivo e stanno andando nella giusta direzione anche regioni come Liguria e Piemonte, che hanno avuto nei giorni passati un'incidenza di casi sopra la media. I numeri della Lombardia inducono però ancora alla prudenza". Lo dice Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene alla Cattolica.

***

Ore 9.40 - Record in India, 8mila casi in un giorno

L'India ha registrato 8.000 nuovi casi di coronavirus e 265 morti in un giorno. Lo riporta la Bbc. Si tratta dell'aumento di contagi più alto in 24 ore per il continente dall'inizio della pandemia. Più di un terzo dei nuovi contagiati si trova nello Stato di Maharashtra, uno dei più ricchi. Finora l'India ha registrato 173.763 casi di Covid-19 e 4.980 vittime.

***

Ore 8.30 - Quasi sei milioni di casi nel mondo

Quasi sei milioni di casi nel mondo - 5.930.096 - e 365.015 vittime: è l'ultimo bilancio aggiornato delle vittime del coronavirus dalla Johns Hopkins University, secondo cui continuano a guidare la classifica gli Stati Uniti con 1.747.087 contagi, seguiti dal Brasile con 465.166 casi e dalla Russia, con 387.623. Gli Stati Uniti hanno anche il maggio numero di vittime, 102.836, seguono Regno Unito con 38.243 decessi e Italia con 33.229.

***

Ore 7.30 - Più di 26mila nuovi contagi in Brasile

Quarto giorno consecutivo con oltre mille morti di Covid-19 in Brasile: le vittime, nelle ultime 24 ore, sono 1.124. Che portano il bilancio nel Paese sudamericano a 27.878, il quinto più alto al mondo. Lo rivela il ministero della Salute. Altissimo anche il numero dei nuovi contagi: 26.928, per un totale di 465.166 casi confermati dall'inizio della pandemia.

***

Ore 7 - Oltre 1.200 morti negli Usa in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato 1.225 nuovi decessi per coronavirus in 24 ore, secondo il conteggio giornaliero della Johns Hopkins University. Ciò porta a oltre 102.000 il numero totale di morti nel Paese, di gran lunga il più colpito dalla pandemia. Dalla prima morte di Covid-19 annunciata alla fine di febbraio, gli Usa hanno registrato oltre 1,7 milioni di casi.

***

29 maggio

Ore 22.26 - Il Portogallo allenta le restrizioni

Il Portogallo ha dato il via libera alla terza fase della sua uscita dalle misure restrittive per limitare la diffusione del coronavirus. Dal 1 giugno, i centri commerciali, i centri di assistenza all'infanzia, le palestre, i cinema, i teatri e altri luoghi culturali potranno riaprire in gran parte del paese, ma con limiti agli ingressi.

***

Ore 21.47 - Dal 3 giugno ok agli spostamenti tra tutte le Regioni

A partire dal 3 giugno si riapre la circolazione tra tutte le regioni d'Italia: lo ha deciso la cabina di regia tra governo e Regioni. Lo ha deciso il governo al termine della cabina di regia.

***

Ore 21.09 - Lombardia, da lunedì riaprono piscine e palestre

Da lunedì 1 giugno in Lombardia riapriranno palestre, piscine, circoli culturali e ricreativi. Lo prevede la nuova ordinanza alla firma del presidente della Regione, Attilio Fontana. Via libera anche all'accesso nei parchi tematici e di divertimento, oltre che nei parchi faunistici.

***

Ore 20.40 - In Francia 52 vittime nelle ultime 24 ore

Sono 52 le vittime del Covid-19 in Francia nelle ultime 24 ore, e il totale arriva a 28.714 dall'inizio dell'epidemia, secondo i dati della Direzione generale della Salute. Continuano a diminuire i pazienti in rianimazione (68 meno di ieri, totale a 1.361) e i ricoverati, (totale a 14.695, 513 meno di ieri).

***

Ore 20.15 - New York riapre parzialmente l'8 giugno

La città di New York, la più colpita negli Stati Uniti dal coronavirus, riaprirà parzialmente l'8 giugno. Lo ha annunciato il governatore dell'Empire State Andrew Cuomo. L'allentamento delle restrizioni partirà dall'attività manifatturiera e dal settore costruzioni.

***

Ore 19.42 - Norvegia e Danimarca riaprono, ma non alla Svezia

Norvegia e Danimarca hanno annunciato che riapriranno ai movimenti turistici tra i due paesi a partire dal 15 giugno, ma manterranno le restrizioni per gli svedesi, che a differenza dei vicini non hanno imposto misure restrittive e registrano il bilancio di vittime da coronavirus - oltre 4.000 - di gran lunga più alto tra i Paesi scandinavi.

***

Ore 19.16 - Ipotesi Atalanta-Sassuolo il 19 giugno

Verrà probabilmente definito lunedì in via ufficiale il calendario del campionato di Serie A. L'ipotesi al momento più concreta prevede la ripresa venerdì 19 giugno, con un giorno di anticipo rispetto a quanto annunciato ieri dopo il vertice con il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e la prima partita dovrebbe essere Atalanta-Sassuolo, a Bergamo, una delle città più colpite dal coronavirus. Secondo questo piano, si inizierà con i recuperi della 25ma giornata. Gli altri tre, Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma, si disputerebbero fra il 20 e il 21 giugno. Fra le ipotesi in discussione, anche la possibilità di fare slittare la finale di coppa Italia, programmata ieri il 17 giugno, confermando le semifinali il 13 e il 14.

***

Ore 18.40 - Altri 324 morti nel Regno Unito

Cala solo lievemente, ma resta alta nella media dei Paesi europei, la somma giornaliera dei morti da coronavirus censiti nel Regno Unito. I dati di oggi dal ministero della Sanità, riferiti alle ultime 24 ore prese in esame e resi noti dal cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, nella quotidiana conferenza stampa di Downing Street sull'emergenza, ne contano altri 324 - contro i 377 di ieri - portando il bilancio ufficiale dei decessi accertato con i tamponi a oltre 38.000.

***

Ore 18.11 - Il bollettino della Protezione Civile

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del coronavirus sul nostro territorio a oggi il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 232.248, con un incremento rispetto a ieri di 516 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 46.175, con una decrescita di 1.811 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 475 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 14 pazienti rispetto a ieri. 7.094 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 285 pazienti rispetto a ieri. 38.606 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 87 e portano il totale a 33.229. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 152.844, con un incremento di 2.240 persone rispetto a ieri.

***

Ore 17.40 - In Africa 5.500 contagi nelle ultime 24 ore

In Africa sono 128.559 i casi di coronavirus confermati nei 54 Paesi del continente, con circa 5.500 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Lo ha dichiarato l'ufficio regionale dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), sottolineando che è salito a 3.762 il numero di coloro che hanno perso la vita dopo aver contratto l'infezione. Più di 53mila sono invece i pazienti guariti.

***

Ore 17.03 - Fontana ai pm: "L'istituzione della zona rossa spettava al governo"

L'istituzione della zona rossa nei primi giorni di marzo che avrebbe dovuto isolare Nembro e Alzano Lombardo, i due comuni della bergamasca dove era stato individuato il secondo importante focolaio di coronavirus in Lombardia, era "pacifico" che fosse una decisione che "spettava al Governo", dato che era già stato inviato l'esercito. È quanto avrebbe affermato il governatore lombardo Attilio Fontana sentito oggi per circa due ore in Procura a Bergamo.

***

Ore 16.34 - Virus, la situazione in Olanda

Le autorità sanitarie olandesi segnalano che da ieri altre 9 persone sono state ricoverate, mentre sono 28 i nuovi decessi a causa del coronavirus che salgono a 5.931. I nuovi casi sono 176 per un totale di 46.126.

***

Ore 16.06 - Nove nuovi casi in una Asl di Roma

L'Asl Roma 6 registra 9 nuovi casi di Covid-19, di cui 5 riferibili al cluster della casa alloggio per anziani Villa Fortunata di Anzio, in fase di trasferimento alla Rsa Covid di Genzano e Albano. E' in corso l'indagine epidemiologica. Lo annuncia l'Asl nel bollettino dell'Unità di crisi della Regione Lazio su Covid. Sono 51 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare.

***

Ore 15.33 - Brasile, mille contagiati nelle favelas di Rio

Sono quasi mille i casi confermati di Covid-19 nelle favelas di Rio de Janeiro, dove si registrano gia' 249 morti. Il numero accertato dei contagi e' di 982. La baraccopoli più colpita dall'epidemia è quella di Rocinha, con 195 casi confermati e 55 morti.

***

Ore 15.01 - Italia più preoccupati dalla crisi che dai contagi

Due italiani su 3 hanno preoccupazioni per la crisi economica conseguente alla pandemia da Coronavirus, mentre la paura di essere contagiati riguarda solo 1 italiano su 3. È quanto emerge da una ricerca promossa da EngageMinds HUB coordinato da Guendalina Graffigna, nell'ambito del progetto CRAFT dell'Università Cattolica, campus di Cremona.

***

Ore 14.30 - La Grecia riapre a 29 Paesi (ma non all'Italia)

La Grecia ha annunciato la lista dei 29 Stati i cui turisti potranno visitare il Paese dal 15 giugno, quando gli aeroporti riapriranno ai voli internazionali. Tra loro non c'è l'Italia. Questi i Paesi: Albania, Australia, Austria, Nord Macedonia, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Lituania, Malta, Montenegro, Nuova Zelanda, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia. La lista verrà aggiornata il primo luglio, ha detto il governo.

***

Ore 14 - Germania, risalgono i contagi: altri 741 casi di infezione

I casi di infezione da Coronavirus in Germania sono saliti a 180.458, 741 in più di ieri. A riferirne è stato il Robert Koch Institut. I decessi supplementari sono stati 39. Il giorno prima i nuovi contagiati erano stati 353 e i decessi 62.

***

Ore 13.10 - Veneto, solo 9 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore

Sono solo 9 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, per un totale di 19.134 infettati dall'inizio dell'epidemia. Lo rende noto il bollettino di stamane della Regione, che aggiorna purtroppo con altri 8 decessi il numero delle vittime, salite così (tra ospedali e case di riposo) a 1.906.

***

Ore 12.40 - Iss: "Rischio di una seconda ondata in autunno"

"Più ci si avvicina all'autunno, più si può andare incontro ad una maggiore diffusione: l'ipotesi di una seconda ondata è legata a questa caratterizzazione. E' un dato obiettivo, in autunno aumenta la probabilità di trasmissione: cambia il clima e rimaniamo maggiormente in ambienti confinati". Lo ha affermato Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità, in audizione in Commissione Bilancio.

***

Ore 11.50 - In Russia 8.572 nuovi casi

La Russia ha registrato 232 morti per complicanze legate al Covid-19 nelle ultime 24 ore, segnando un record nei decessi in un giorno, con un aumento del 30 per cento rispetto al dato più alto del 26 maggio (174 vittime). Lo hanno riferito le autorità sanitarie russe aggiornando a 4.374 il numero delle persone decedute. Sono invece 8.572 i nuovi casi di coronavirus.

***

Ore 11 - L'avvertimento dell'Oms: "Prepariamoci a nuove ondate"

Il Coronavirus "non se ne è andato" e con l'intensificarsi degli spostamenti delle persone bisogna prepararsi "a nuove ondate che si propagheranno molto velocemente". L'avvertimento arriva dall'inviato speciale per il Covid-19 dell'Oms, David Navarro, intervenuto al programma della Bbc Radio's 4 Today. In vista dell'allentamento delle restrizioni bisognerà continuare ad osservare il distanziamento fisico il più possibile ed isolarsi immediatamente in caso di infezione, ha poi raccomandato.

***

Ore 10.30 - In Egitto oltre 1000 casi in 24 ore: dato record nel Paese

In Egitto sono stati confermati 1.127 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, il dato più alto registrato nel Paese dallo scoppio della pandemia. Lo ha reso noto il governo del Cairo, aggiornando così a 20.793 il totale delle persone contagiate. La cifra record arriva il giorno prima della riapertura di parte dell'economia egiziana. Nel fine settimana è infatti prevista la riapertura dei centri commerciali e di altre attività, dove sarà d'obbligo indossare la mascherina.

***

Ore 10 - In Bulgaria 8 nuovi casi nelle ultime 24 ore

In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 8 nuovi casi di coronavirus (5 nella capitale Sofia, 3 di loro ricoverati in ospedale) a seguito di 1.725 test diagnostici effettuati. Il bilancio complessivo dei contagi sale così a 2.485. Come riferiscono le autorità, si registrano due nuovi decessi, per un totale di 136 vittime. Non sono emersi nuovi casi di contagio fra il personale medico sanitario, il cui bilancio rimane a 254.

***

Ore 9.30 - Corea del Sud: altri 58 casi legati al nuovo focolaio

La Corea del Sud riafferma la fase di allerta sui nuovi contagi da coronavirus annunciadone oggi altri 58, sia pure in calo sui 79 di ieri, collegati al focolaio di un centro di distribuzione della società di e-commerce Coupang a Bucheon, vicino a Seul. La grande metropolitana della capitale è ritornata al distanziamento sociale fino al 14 giugno. Secondo il Korea Centers for Disease Control and Prevention, i casi di trasmissione domestica sono 55 e 3 quelli importati. Le infezioni totali sono 11.402, i decessi 269 e i guariti 10.363.

***

Ore 8.25 - In Cina nessun nuovo caso né decesso

La Cina non segnala nuovi casi di coronavirus né altri decessi a causa della pandemia. Il bilancio ufficiale resta fermo a 82.995 contagi con 1.734 casi "importati" e 4.634 morti. Le autorità sanitarie parlano di quattro pazienti ricoverati in condizioni considerate gravi e di 78.291 persone guarite. La Commissione sanitaria nazionale ha anche riferito di 70 persone ancora in cura dopo aver contratto l'infezione e di cinque casi sospetti, uno solo dei quali potrebbe essere un caso di trasmissione locale. Tra i casi "importati" sono 46 le persone ricoverate.

***

Ore 7.00 - Salta la maratona di Boston

La maratona di Boston è stata annullata per la prima volta nei suoi 124 anni di storia a causa della pandemia di coronavirus. Lo hanno annunciato gli organizzatori. La gara annuale nello stato nordorientale del Massachusetts è una delle maratone più importanti del mondo con 30mila corridori e centinaia di migliaia di spettatori.

***

***

28 maggio

Ore 22.25 - Trump: "Domani terrò conferenza stampa sulla Cina"

Donald Trump ha annunciato che terrà domani, venerdì, una conferenza stampa sulla Cina. Escalation di tensioni tra Pechino e Washington? E non c'entra solo il coronavirus, ma anche la stretta cinese su Hong Kong.

***

Ore 22 - Serie A, Zenga: "Bello ripartire, inutile lamentarsi"

"È importante avere un obiettivo finalmente. Certo, sarà diverso rispetto a prima ma non vuol dire che sarà meno bello": L'allenatore del Cagliari, Walter Zenga, commenta così ai microfoni di Sky il via libera per la ripresa della serie A il 20 giugno. "Le cose sono tutte belle quando si riparte con il giusto spirito ed è inutile lamentarsi", ha aggiunto.

***

Ore 21.35 - Conte ai comuni: "Verremo incontro alle vostre richieste"

"Nel video collegamento con i sindaci il presidente Giuseppe Conte ha garantito la piena disponibilità del governo a venire incontro alle richieste dei Comuni". Lo si legge in una nota di Palazzo Chigi. "Conte ha assicurato la volontà e l'impegno da parte dell'esecutivo ad integrare il Fondo destinato ai Comuni per le funzioni fondamentali, in relazione alle perdite delle entrate locali" connesse al Covid. "E' stata fornita disponibilità a valutare soluzioni tecniche per opportuna flessibilità" degli adempimenti di bilancio.

***

Ore 20.50 - Francia, altri 66 morti

E' di 28.662 il totale dei decessi in Francia per Covid-19 dall'inizio dell'epidemia, secondo quanto riferito dalla Direzione generale della Sanità. Da ieri, le vittime sono state 66 ma l'aggiornamento delle cifre dalle case di riposo e dagli istituti per disabili arriverà domani. Continua a scendere anche la pressione sugli ospedali, con il numero dei malati in rianimazione che è sceso di ulteriori 72 unità rispetto a ieri, ad un totale di 1.429. I ricoverati per Covid negli ospedali sono 15.208, quasi 2.300 in meno rispetto a una settimana fa.

***

Ore 20.30 - Gravina: "Ripartenza calcio messaggio di speranza per il Paese"

"La ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese"; lo dice il presidente della Federcalcio, dopo l'annuncio del Governo che il calcio tornera' in campo dal 20 giugno. "Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido con il Ministro per lo Sport Spadafora e con tutte le componenti federali. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e, auspicabilmente, anche la Serie A femminile".

***

Ore 19.50 - La Serie A ricomincia il 20 giugno

L'annuncio ufficiale del ministro Vincenzo Spadafora: "Il campionato di Serie A ricomincia il 20 giugno, il 13 riprende la Coppa Italia".

***

Ore 19.30 - Spadafora da Conte, si decide sulla Serie A

Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, sta andando dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per decidere la data di ripartenza del campionato di calcio, che - secondo quanto emerso nella riunione con le componenti della Federcalcio dovrebbe essere il 13 o il 20 giugno. Lo apprende l'ANSA da fonti calcistiche.

***

Ore 18.40 - Francia, il 2 giugno aprono scuole, bar e ristoranti

In Francia "tutte le scuole e l'istruzione secondaria verranno riaperte a partire" dall'inizio della fase 2 della lotta al coronavirus, vale a dire il 2 giugno prossimo: è quanto afferma il ministro dell'Istruzione, Jean-Michel Blanquer. Sempre dal 2 giugno aprono anche bar e ristoranti. Nella Regione di Parigi, l'Ile de France, unica zona arancione, bar e ristoranti riaprono a condizione che i tavoli siano all'aperto.

***

Ore 18.10 - I dati italiani

In Italia 593 casi di coronavirus, 382 arrivano dalla sola Lombardia. Gli attualmente positivi scendono sotto quota 50mila, diminuendo di quasi 3mila unità. Boom di guariti, 3.503, decessi in calo a quota 70. Le terapie intensive scendono sotto le 500 unità per la prima volta dallo scorso 6 marzo. Nuovo record di tamponi, sono 75.893.

***

Ore 17.57 - La Croazia riapre le frontiere ma non all'Italia

La Croazia ha riaperto le frontiere senza restrizioni ai cittadini di 10 Paesi Ue nel tentativo di far ripartire l'industria turistica crollata per la pandemia da coronavirus. Ma non agli italiani. La misura si applica a dieci Paesi che hanno avuto risultati positivi nel contenimento del coronavirus e includono Austria, Repubblica Ceca, Estonia, Germania, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia e Slovenia, ha spiegato il premier Andrej Plenkovic sottolineando che il "divieto temporaneo all'attraversamento delle frontiere" è stato abolito "per il turismo".

***

Ore 17.30 - Cts: "Ok a protocollo Figc, ma resta la quarantena"

Il comitato tecnico scientifico della Protezione civile ha dato parere positivo al protocollo gare della federcalcio per la ripartenza dopo l'emergenza coronavirus. Lo si apprende, a poco più di un'ora dall'inizio dell'incontro tra il ministro dello sport Spadafora e le componenti del calcio italiano.

***

Ore 17 - Brescia, stop bevande da asporto dalle 20

Da giovedì a domenica e nei giorni festivi e prefestivi a Brescia d'ora in poi sarà vietata la vendita degli alcolici da asporto. Il sindaco Emilio Del Bono ha firmato un ordinanza per limitare gli assembramenti. Sarà ancora consentito consumare le bevande, anche alcoliche, nei locali e al loro esterno con servizio al tavolo. Rimane comunque vietato consumare bevande alcoliche di qualsiasi gradazione su area pubblica o privata ad uso pubblico, compresi parchi, giardini, piazze - precisa un comunicato del Comune - come previsto dal Regolamento di Polizia Urbana.

***

Ore 16.35 - Toscana, 4 casi e 2 decessi

In Toscana sono 10.086 i casi di positività al coronavirus, 4 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,04% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 1,1% e raggiungono quota 7.677 (il 76,1% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 242.687, 4.020 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 3.947. Gli attualmente positivi sono oggi 1.380, -5,5% rispetto a ieri. Si registrano 2 nuovi decessi: 1 uomo e 1 donna, con un'età media di 74,5 anni.

***

Ore 16.13 - Nel Lazio 21 casi e sette morti

"Oggi registriamo un dato di 21 casi positivi nelle ultime 24 ore e un trend allo 0,2%. Il numero dei guariti nelle ultime 24 ore è cresciuto di 97 persone e per la prima volta il totale supera il numero dei positivi attuali. Sono stati 7 i decessi. Undici i nuovi casi a Roma città. Ora è il momento di tenere alto il livello di guardia e di attenzione". Lo sottolinea l'assessore alla Sanità e all'integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato, in una nota, al termine dell'odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19.

***

Ore 15.50 - Rosato (Iv): "Passaporto sanitario inutile e dannoso"

"Il passaporto sanitario è inutile e dannoso per le nostre Regioni e per il nostro Paese. Prevenzione non si fa in questo modo, così si penalizza solo ulteriormente il settore turistico che sta già pagando a caro prezzo le conseguenze del Coronavirus: così interviene sulla sua pagina Facebook Ettore Rosato, Presidente di Italia Viva. "Ci vogliono decisioni serie e ponderate - conclude il vice presidente della Camera - gli slogan, soprattutto in questa fase così delicata, non servono all'Italia e agli italiani".

***

Ore 15.19 - Gb, Johnson: "Il caso Cummings è chiuso"

Boris Johnson considera le accuse di violazione del lockdown sul coronavirus al suo consigliere Dominic Cummings "un caso chiuso". Lo sottolinea Downing Street a margine della dichiarazione con cui la Durham Police ha escluso l'apertura di ulteriori indagini, pure ipotizzando "una infrazione minore" delle regole su uno degli aspetti della vicenda. "Il primo ministro - ha detto oggi un suo portavoce - ritiene che il signor Cummings abbia agito ragionevolmente e legalmente date le circostanze. E considera il caso chiuso".

***

Ore 14.48 - Il bollettino dello

Spallanzani

In questo momento sono ricoverati all'Inmi Spallanzani di Roma "83 pazienti di cui 31 positivi al Covid-19 e 52 sottoposti ad indagine". Lo evidenzia il bollettino odierno dello Spallanzani. "Sono 8 i pazienti che necessitano di supporto respiratorio - proseguono i medici - mentre i dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina, 459.

***

Ore 14.17 - Oms: "In Africa oltre 123mila contagi"

Sono più di 123mila i casi di coronavirus confermati nei 52 Paesi del continente africano e oltre 3.600 le persone che hanno perso la vita per complicanze legate all'infezione. Lo ha reso noto l'ufficio regionale per l'Africa dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), sottolineando che sono ora guarite più di 50mila persone che avevano contratto il Covid-19.

***

Ore 13.45 - In Svizzera 20 contagi e sei morti

Sono 20 i nuovi casi di coronavirus registrati in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 30.796 contagi L'incidenza della malattia a livello nazionale è di 359 casi ogni 100.000 abitanti. Il numero di decessi è salito a 1.655, sei in più di ieri.

***

Ore 13.12 - "Eccesso di mortalità in Gran Bretagna è record mondiale"

E' da record mondiale assoluto l'eccesso di mortalità fatto segnare dal Regno Unito durante la pandemia rispetto alla media dello stesso periodo degli anni precedenti. Almeno stando ai dati ufficiali disponibili e a una comparazione tracciata dal Financial Times con altri 18 Paesi. Secondo gli aggiornamenti quotidiani del governo di Boris Johnson, i più uniformi con quelli degli altri Paesi

occidentali, l'isola conta al momento quasi 37.500 morti per Covid-19 accertati con il tampone.

***

Ore 12.43 - In Belgio altri 31 morti

Il Belgio registra 257 nuove infezioni da Covid-19 nelle ultime 24 ore, di cui 143 nelle Fiandre, 86 in Vallonia e 28 a Bruxelles. In totale i casi positivi sono 57.849. Parallelamente, stando ai dati resi noti in mattinata dalle autorità sanitarie, si registrano 47 nuovi ricoveri e altri 31 morti che salgono così a 9.388.

***

Ore 12.16 - Virus, la situazione in Iran

Salgono a 143.849 i casi di Covid-19 in Iran, con 2.258 contagi confermati nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime sono 63, per un totale di 7.627 decessi dall'inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva scendono a 2.543, mentre i pazienti guariti crescono a 112.988. I test effettuati finora ammontano a 876.492. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il portavoce del ministero della Salute iraniano Kianoush Jahanpour.

***

Ore 11.44 - In Ucraina 477 nuovi casi

Sono 477 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Ucraina nelle ultime 24 ore, un dato in salita rispetto ai 321 nuovi casi annunciati ieri, ai 339 di martedì e ai 259 di lunedì. A riferire i dati è stato stamattina il ministro della Salute ucraino Maksim Stepanov, ripreso dal Kyiv Post. In totale, i contagi accertati in Ucraina dall'inizio dell'epidemia sono 22.382 e in 4.345 casi si tratta di operatori sanitari.

***

Ore 11 - In Turchia gli aeroporti avranno accessi limitati

Ingressi in aeroporto limitati a una persona oltre al viaggiatore, obbligo di indossare le mascherine, stop ai bagagli a mano tranne che per piccole borse. Sono le nuove regole dettate dall'aviazione civile della Turchia in vista della progressiva riapertura dei collegamenti interni tra una settimana, cui seguiranno dal 10 giugno quelli internazionali.

***

Ore 10.23 - Sospetto caso Covid nel Bologna, secondo tampone negativo

Ha dato esito negativo il tampone di verifica effettuato dal Bologna sul membro dello staff sospetto positivo al coronavirus. A comunicarlo è il club rossoblù, che tira un primo sospiro di sollievo, aspettando nuovi e definitivi riscontri: "Il primo test di controllo effettuato sul componente del gruppo-squadra il cui ultimo esame aveva evidenziato un risultato dubbio ha dato esito negativo. Nelle prossime ore verrà effettuato un ulteriore e definitivo esame di approfondimento. In via precauzionale comunque l'allenamento di oggi sarà in forma individuale".

***

Ore 9.20 - Boccia: "In Lombardia un'ecatombe, altrove un dramma"

Le province lombarde di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e quella di Piacenza in Emilia-Romagna "hanno vissuto un'ecatombe, il resto del Paese un dramma. Non paragonerei quelle province al resto d'Italia". Così il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia in audizione alla Commissione Federalismo fiscale, parlando di possibili provvedimenti finanziari per sostenere l'economia di quelle zone.

***

Ore 8.43 - La Cina sblocca voli charter da 8 Paesi: sì all'Italia

, no agli Usa

La Cina ha in programma di sbloccare alcuni collegamenti aerei, accettando voli charter da otto Paesi, dopo l'allentamento del lockdown imposto per contenere la diffusione del coronavirus. Tra questi Paesi non sono compresi gli Stati Uniti, con i quali le relazioni sono particolarmente tese. Potranno invece atterrare in Cina, stando a quanto riporta il "Japan Times", gli aerei charter provenienti dall'Italia, dalla Francia, dalla Gran Bretagna, dalla Svizzera, dalla Germania, dal Giappone, dalla Corea del Sud e da Singapore.

***

Ore 7.20 - Usa, oltre 100mila morti

Sono oltre 100mila, per la precisione 100.442, le vittime negli Stati Uniti legate alla pandemia di Covid-19 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Lo ha riferito la Johns Hopkins University, precisando che negli Usa si contano 1.699.933 casi confermati di coronavirus.

***

Ore 7.15 - I dati del Brasile

Più di 25mila morti legati alla pandemia di Covid-19. È il bilancio in Brasile dall'inizio dell'emergenza. Il ministero della Sanità del Paese sudamericano ha comunicato che nelle ultime 24 ore ci sono stati altri 1.086 decessi, per un totale di 25.598. Rispetto a ieri, inoltre, si contano 20.599 nuovi contagi che portano a 411.821 il numero complessivo. Il Brasile è il secondo Paese al mondo, dietro gli Stati Uniti, per casi confermati di Covid-19.

***

Ore 7 - Pakistan, oltre 2mila nuovi contagi

In Pakistan i dati ufficiali rilasciati dal ministero della Sanità indicano che nelle ultime 24 ore ci cono stati 2.067 contagi dal coronavirus, che portano il totale a 61.227, e 36 morti, che fanno salire il bilancio totale a 1.260 vittime.

***

***

27 maggio

Ore 22.11 - Gli Usa superano i 100mila morti

Gli Stati Uniti superano i 100mila morti per coronavirus. E' quanto emerge dai calcoli del New York Times. Si tratta del numero più alto di decessi al mondo per il virus.

***

Ore 21.10 - Cinque governatori a Mattarella: "No alla proroga del voto"

La proroga della data delle elezioni regionali, che "può essere giustificata solo da ragioni sanitarie ed emergenziali, sta assumendo i contorni di una decisione politica e, ci sia concesso, basata sulla convenienza di parte, che a nostro avviso non può giustificare la compressione dell'autonomia legislativa regionale e il diritto di voto degli elettori". E' la lettera firmata dai governatori di Campania, Puglia, Veneto, Liguria e Marche, indirizzata a Mattarella, al quale chiedono un intervento per evitare che le elezioni si svolgano dal 20 settembre in poi, come è intenzione del Governo.

***

Ore 20.45 - Mattarella il 2 giugno a Codogno

Il presidente Sergio Mattarella il 2 giugno visiterà Codogno dove incontrerà le autorità locali in municipio. Il giorno prima, 1 giugno, parteciperà ad un concerto al Quirinale in ricordo delle vittime del coronavirus, probabilmente dai giardini del Quirinale.

***

Ore 20.35 - Speranza: "Dai dpi impatto ambientale che richiede misure"

L'uso massivo di Dispositivi di protezione individuale e il loro smaltimento "darà un possibile impatto ambientale che necessita di adeguate politiche di governo del ciclo dei rifiuti". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in audizione in commissione Ecomafie in merito alla gestione dei rifiuti legata all'emergenza Covid-19.

***

Ore 20.12 - Persona informata sui fatti, anche Gallera a Bergamo

Oltre al governatore della Lombardia Attilio Fontana, anche l'assessore al Welfare Giulio Gallera è stato convocato come persona informata sui fatti dalla Procura di Bergamo che indaga sulla mancata chiusura del pronto soccorso dell'ospedale di Alzano, sulle morti nelle Rsa e sulla mancata istituzione di una zona rossa nella Bergamasca.

***

Ore 19.23 - Fontana dal pm di Bergamo come persona informata sui fatti

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana è stato convocato come persona informata sui fatti dalla Procura di Bergamo che indaga sulla mancata chiusura del pronto soccorso dell'ospedale di Alzano, sui morti nelle Rsa e che sta effettuando approfondimenti sulla mancata istituzione di una zona rossa nella Bergamasca. Il Governatore, come apprende l'Ansa, verrà sentito nei prossimi giorni.

***

Ore 18.00 - Il bollettino della Protezione civile

Sono 50.966 i malati di coronavirus in Italia, 1.976 meno di ieri, quando il calo era stato di 2.358. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile; 117 le vittime in 24 ore, in risalita rispetto al livello più basso da inizio marzo toccato ieri con 78. In Lombardia nell'ultima giornata se ne sono registrate 58, la metà del dato nazionale, mentre ieri erano state 22.

***

Ore 17.55 - In Lombardia il 65% dei contagiati

La Lombardia ha fatto registrare il 65% dei nuovi positivi in Italia nelle ultime 24 ore, con 384 sul totale nazionale di 584, secondo i dati della Protezione civile. La regione di gran lunga più colpita dal coronavirus ha segnalato anche il 50% dei nuovi decessi, 58 su 117.

***

Ore 16.35 - Recovery Fund, Merkel: "Trattative difficili"

"È chiaro che le trattative saranno difficili e non saranno chiuse già al prossimo Consiglio europeo" di giugno. Lo ha detto Angela Merkel, rispondendo a una domanda sulla proposta della Commissione europea sul Recovery Fund e sulle previsioni per il bilancio pluriennale: "Il nostro obiettivo è che in autunno si riesca a trovare abbastanza tempo per le consultazioni nel Parlamento europeo e nei parlamenti nazionali, in modo che possa entrare in vigore entro il primo gennaio 2021", ha aggiunto.

***

Ore 15.15 - Il virologo Gallo: "Temo che l'immunità del vaccino non sia duratura"

"Credo che saremo esposti ad altri ceppi del virus e temo che l'immunità generata dal vaccino non sia duratura, perché ravvisiamo analogie tra i peplomeri di questo virus e quelli dell'Hiv. E gli anticorpi nel caso dell'Hiv non sono duraturi". Lo ha detto Robert Gallo, virologo e immunologo americano co-scopritore, a metà degli anni '80, dell'Hiv come causa dell'Aids, a SkyTg24: "Ritengo sia possibile contrarre il virus una seconda volta, a meno che l'immunità ottenuta dalla prima infezione non riesca a rispondere a tutte le varianti del virus e a meno che l'immunità non sia duratura".

***

Ore 14.35 - Haiti, contagiati

i vertici della polizia

Numerosi alti ufficiali della polizia nazionale di Haiti (Pnh), fra cui l'ispettore generale, Hérvé Julien, e il direttore generale, Rameau Normil, sono stati contagiati dal Covid-19 e sono attualmente in isolamento nel loro domicilio. Lo riferisce il quotidiano Haiti Standard.

***

Ore 14.05 - Svezia, 95 vittime in 24 ore

Altre 95 persone sono morte a causa del coronavirus in Svezia portando il totale delle vittime a 4.220, secondo l'ultimo aggiornamento delle autorità sanitarie riportato dal Guardian. I casi di Covid-19 nell'unico Paese al mondo che non ha mai imposto il lockdown hanno superato i 35.000 dopo che altre 648 persone sono state trovate positive.

***

Ore 13.30 - I casi in Qatar

Il ministero della Sanità del Qatar ha segnalato altri 1.742 casi di coronavirus nel Paese, portando a 47.207 il totale delle persone contagiate. Lo riporta l'agenzia di stampa Qna, spiegando che è salito a 28 il numero di chi ha perso la vita per complicanze legate al Covid-19. La maggior parte dei nuovi contagiati sono lavoratori stranieri entrati in contatto con positivi e sottoposti al regime di quarantena.

***

Ore 12.47 - In Veneto solo sei nuovi positivi

Sono solo 6 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Veneto, per un dato totale di 19.113 soggetti dall'inizio dell'epidemia. Il bollettino odierno della Regione aggiorna con solo un decessi negli ospedali (nessuno nelle Rsa) il numero delle vittime, salito così a 18.887.

***

Ore 12.18 - In Belgio calano i ricoveri in terapia intensiva

Dopo qualche giorno di stallo, in Belgio continua a calare visibilmente il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva a causa della pandemia di Covid-19. Attualmente sono 220, 29 in meno rispetto a ieri. Lo comunicano le autorità sanitarie nel loro bollettino quotidiano. Nelle ultime 24 ore, 145 persone sono state dimesse dagli ospedali del Paese (15.465 dall'inizio della pandemia), mentre 36 sono state ricoverate.

***

Ore 11.45 - Spagna, al via 10 giorni di lutto

Cominciano oggi in Spagna i dieci giorni di lutto per commemorare le 27.000 vittime del coronavirus. Si tratta del periodo di lutto più lungo in 40 di democrazia. Oltre 14.000 edifici pubblici e tutte le navi della Marina spagnola terranno le bandiera a mezz'asta fino al 5 giugno.

***

Ore 11.10 - Oms: "L'America Latina è il nuovo centro della pandemia"

L'America Latina è diventato il nuovo epicentro della pandemia di coronavirus. E' l'allarme lanciato

dal direttore regionale dell'Oms, Carissa Etienne. "Non ci sono dubbi che la nostra regione è diventata l'epicentro della pandemia di Covid-19", ha dichiarato sottolineando che "questo non è il momento di allentare le restrizioni o ridimensionare le strategie di prevenzione".

***

Ore 10.25 - Covid-19, la situazione in Bulgaria

In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 17 nuovi casi di coronavirus (11 nella capitale Sofia, 3 di loro ricoverati in ospedale). Il bilancio complessivo dei contagi sale così a 2.460. Come riferiscono le autorità, si registrano tre nuovi decessi, per un totale di 133 vittime. L'età media dei deceduti è di 65,6 anni.

***

Ore 9.37 - Nessun nuovo contagio in Tunisia

Per il secondo giorno consecutivo la Tunisia non registra alcun nuovo contagio da coronavirus, rimanendo 1051 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano. Lo rende noto in un comunicato il ministero della Sanità di Tunisi precisando che mentre i decessi rimangono stabili a 48, i guariti salgono da 919 a 929, con alcune regioni già virus free.

***

Ore 9.10 - Record di casi in Perù

Il ministero della Sanità (Minsa) del Perù ha reso noto che nella giornata di ieri sono stati confermati 5.772 nuovi casi di contagio da coronavirus, il numero più alto da quando è stato localizzato all'inizio di

marzo il paziente "zero".

***

Ore 8.47 - Quaranta nuovi casi in Corea del Sud

In Corea del Sud sono stati registrati 40 nuovi casi di coronavirus. Si tratta dell'aumento di contagi più alto in quasi 50 giorni. I dati hanno suscitato allarme, essendo stati registrati in coincidenza con il ritorno nelle scuole di milioni di studenti, previsto per oggi. A parte 4 casi, tutti i nuovi contagi sono stati registrati nell'area metropolitana di Seul.

***

Ore 8.11 - In Brasile oltre mille morti

Sono ormai quasi 400.000 i casi di coronavirus in Brasile. I dati confermati nelle ultime ore dal ministero della Sanità parlano di 16.324 nuovi casi accertati e 1.039 decessi in 24 ore. Il bilancio, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, sale così a 391.222 contagi e 24.512 decessi a causa della pandemia nel Paese con quasi 210 milioni di abitanti. Il Brasile è il secondo Paese al mondo per numero di contagi dopo gli Stati Uniti.

***

Ore 7.30 - Le vittime nel mondo

Il bilancio delle vittime del coronavirus a livello globale ha raggiunto i 350.458 morti, con 5.591.067. Sono i dati raccolti dalla Johns Hopkins University, che dall'inizio della pandemia traccia la mappa dei contagi nel mondo. Il Paese più colpito, sia per numero di decessi che di contagi sono gli Usa, con 98.916 morti e 1.681.212 contagi. Il secondo Paese per numero di infezioni registrate è il Brasile, con 391.222 casi e 24.512 decessi.

***

(Unioneonline)

***

LEGGI ANCHE

GLI AGGIORNAMENTI DAL 18 AL 26 MAGGIO

GLI AGGIORNAMENTI DALL'11 AL 17 MAGGIO

GLI AGGIORNAMENTI DAL 4 AL10 MAGGIO

GLI AGGIORNAMENTI DAL 28 APRILE AL 3 MAGGIO

GLI AGGIORNAMENTI DAL 23 AL 27 APRILE

GLI AGGIORNAMENTI DAL 17 AL 22 APRILE

GLI AGGIORNAMENTI DALL'11 AL 16 APRILE

GLI AGGIORNAMENTI DAL 6 AL 10 APRILE

GLI AGGIORNAMENTI DAL 1 AL 5 APRILE

GLI AGGIORNAMENTI DAL 26 AL 31 MARZO

GLI AGGIORNAMENTI DAL 14 AL 25 MARZO

GLI AGGIORNAMENTI DAL 8 AL 13 MARZO

GLIAGGIORNAM

ENTI DAL 1 AL 7 MARZO

GLI AGGIORNAMENTI FINO AL 29 FEBBRAIO

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}