CRONACA - ITALIA

Allerta virus, la diretta

Aggiornamenti di ora in ora in Italia e all'estero

Le ultime notizie sull'emergenza in atto dal 26 al 31 marzo
(foto ansa epa)
(foto Ansa/Epa)

Tutti gli aggiornamenti sul coronavirus nella settimana dal 26 al 31 marzo.

31 marzo

Ore 22.18 - Muore un ragazzo di 13 anni nel Regno Unito

Un ragazzo di 13 anni, che non presentava malattie pregresse, è morto in Gran Bretagna dopo essere risultato positivo al test per il coronavirus. Secondo il Guardian il tredicenne era risultato positivo al coronavirus venerdì scorso, un giorno dopo essere stato ricoverato all'ospedale King's College.

***

Ore 21.09 - Tridico: "Nessun click day per il bonus di 600 euro"

Nessun click day per il bonus di 600 euro per gli autonomi e per tutte le altre prestazioni previste dal decreto Cura Italia. Lo afferma all'ANSA il presidente dell'Inps Pasquale Tridico: "Non ci sarà alcun ordine cronologico e le domande potranno essere inviate anche nei giorni successivi al primo aprile - dice - collegandosi al sito e cliccando sul banner dedicato".

***

Ore 20.38 - Positiva la presidente della Consulta Cartabia

L'Ufficio stampa della Corte costituzionale comunica che, dopo alcuni sintomi, la presidente Marta Cartabia è stata sottoposta al test del coronavirus ed è risultata positiva. Al momento, è in buone condizioni generali e si trova in isolamento nella sua abitazione a Milano, da dove continuerà a seguire i lavori e l'attività della Corte costituzionale.

***

Ore 19.45 - Conte alla Germania: "Scriviamo un libro di storia, non di economia"

"Io e la Merkel abbiamo espresso due visioni diverse durante la nostra discussione. Ne approfitto e lo dico a tutti cittadini tedeschi: noi non stiamo scrivendo una pagina di un manuale di economia, stiamo scrivendo una pagina di un libro di storia". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende da alcune anticipazioni, in un'intervista che andrà in onda sulla tv tedesca Ard alle 20:15.

***

Ore 18.58 - Renzi: "Chi ha gli anticorpi deve poter circolare"

"Chi ha già gli anticorpi dovrebbe poter circolare liberamente. Questo vale per chi è guarito e ha la certificazione del doppio tampone. Ma anche per chi ha fatto il test sierologico e ha scoperto di aver contratto il Covid in modo asintomatico. Secondo un recente studio inglese, questi rappresentano il 10% della popolazione. Significherebbe che sei milioni di italiani hanno già avuto il Covid e possono girare liberi. Servono screening di massa, subito". Così Matteo Renzi nell'Enews.

***

Ore 17.55 - Gallera: "In Lombardia primo calo in terapia intensiva, - 6 ricoveri da ieri"

Diminuisce il numero di ricoverati in terapia intensiva in Lombardia, con un dato che fa registrare - 6 rispetto a ieri. Ad annunciarlo l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera nel consueto punto stampa.

I positivi in Lombardia sono in totale 43.208, + 1.047 da ieri. I morti sono invece 381 in più.

***

Ore 17.07 - Fontana: "Quasi 70 milioni di donazioni dai cittadini"

Nel suo intervento in Consiglio regionale il presidente della Regione Lombardia ha tenuto a ringraziare i cittadini "per la solidarietà che hanno dimostrato, che si è tramutata in donazioni complessive per quasi 70 milioni di euro". Una cifra, ha sottolineato Fontana, "di grande rilevanza che dimostra come la nostra gente, appena è di fronte a un problema, sia sempre pronta a collaborare e a dimostrare la propria solidarietà".

***

Ore 16.28 - Negli Usa un ragazzo muore perché senza assicurazione

Il ragazzo di 17 anni morto in California per coronavirus era stato rifiutato dall'ospedale perché non aveva l'assicurazione sanitaria. Lo racconta R. Rex Parris, il sindaco di Lancaster, la cittadina della California dove il teenager è morto: "Non aveva l'assicurazione sanitaria e non lo hanno curato", racconta Parris.

***

Ore 16.00 - Dap: "116 agenti e 19 detenuti positivi"

Sono 116 i poliziotti penitenziari positivi al Coronavirus, mentre i detenuti nella stessa condizione sono 19. Lo comunica il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria.

***

Ore 15.18 - Sindaco ammaina la bandiera Ue: "Ci lascia soli"

Il sindaco di Limone Piemonte (Cuneo) Massimo Riberi ha ammainato la bandiera dell'Unione Europea dal Municipio. "Non sono antieuropeista - spiega - ma non condivido la scelta dell'Europa di non prendere decisioni e iniziative immediate a favore dei Paesi più colpiti dal Covid-19. La gestione di questa emergenza non può essere demandata ai singoli Stati".

***

Ore 15.02 - L'Iss: "Siamo al plateau ma non è finita"

"La curva ci dice che siamo al plateau, non vuol dire che abbiamo conquistato la vetta e che è finita ma che dobbiamo iniziare la discesa e la discesa si comincia applicando le misure in atto". Lo ha detto il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro in conferenza stampa.

***

Ore 14.20 - L'Olanda supera i mille morti

L'Olanda supera la soglia dei 1.000 morti a causa della pandemia da Coronavirus. Complessivamente nei Paesi Bassi si contano 1.039 decessi e 12.595 contagi. Lo riferiscono le autorità sanitarie locali precisando che 175 persone sono morte nelle ultime 24 ore e 845 sono risultate positive. In totale 722 persone sono state ricoverate in ospedale per un totale di 4.712 casi.

***

Ore 14 - Viminale: 272 denunce per violata quarantena. Il rischio è il carcere da 1 a 5 anni

Sono 272 le persone denunciate per aver violato la quarantena da giovedì a ieri, secondo i dati del Viminale. In base al nuovo decreto rischiano il carcere da 1 a 4 anni per aver attentato alla salute degli altri cittadini.

***

Ore 13.30 - Il Messico dichiara l'emergenza sanitaria

Il governo del Messico ha dichiarato per un mese lo stato di "emergenza sanitaria per cause di forza maggiore", una misura che consente al Paese di avere ampi poteri per adottare misure straordinarie per far fronte alla pandemia di coronavirus, che nel Paese registra 1.094 positivi e 28 morti.

***

Ore 12.40 - Romania: i contagi raggiungono quota 2.245

In Romania i contagi da coronavirus hanno raggiunto quota 2.245, con 293 nuovi casi nelle ultime 24 ore, i decessi sono finora 69 e 220 le persone guarite. Sono i dati aggiornati diffusi dalle autorità sanitarie.

***

Ore 12.30 - Inaugurato a Milano il nuovo ospedale in Fiera

Inaugurato a Milano, nell'area dell'ex Fiera, il nuovo ospedale destinato ai pazienti Covid. La struttura, in cui lavoreranno 900 operatori sanitari, a regime potrà ospitare fino a 200 posti.

I primi accessi da lunedì con 24 pazienti.

***

Ore 12 - Il Paese si ferma: in Italia un minuto di silenzio per le vittime

Un minuto di silenzio in tutta Italia per le vittime dell'epidemia da Covid-19. Nei municipi, sindaci davanti alla bandiera tricolore a mezz'asta in segno di lutto.

***

Ore 11 - Spagna: oltre 9mila casi in più rispetto a ieri

Secondo i dati del ministero della Sanità di Madrid, sono 5.607 le persone ricoverate in terapia intensiva e 19.259 i pazienti guariti. Rispetto a ieri, però, i nuovi casi confermati sono più di 9.000 e il bilancio dei morti nelle ultime 24 ore - 849 - è il più alto registrato nel Paese (i dati più drammatici, quelli di domenica scorsa, parlavano di 838 morti).

***

Ore 10.45 - Altri tre medici morti: il totale dei decessi si aggiorna a 66

Altri tre morti tra i medici per l'epidemia di Covid-19. Non ce l'hanno fatta, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), Gaetana Trimarchi, medico di famiglia di Messina; Norman Jones, cardiologo di Seregno (Como); Roberto Mileti, ginecologo di Roma. Il totale dei camici bianchi deceduti a causa del contagio sale così a 66.

***

Ore 9.30 - Germania, oltre 60mila casi accertati

Il numero dei casi accertati di Coronavirus in Germania è salito a 61.913 mentre i decessi collegati alla malattia sono stati in totale 583. Queste le ultime cifre fornite oggi dal Robert Koch Institut: rispetto a ieri, i contagi sono saliti di 4,615, i casi di decessi di 128.

***

Ore 9 - Cina: 48 nuovi casi, tutti importati

Cinque morti e 48 nuovi casi, tutti importati: sono gli ultimi dati dell'emergenza coronavirus in Cina diffusi dalla Commissione sanitaria nazionale, secondo cui dall'inizio della pandemia nel Paese si contano 3.305 decessi e 81.518 casi.

***

Ore 8.30 - Milano: da lunedì aprono i primi letti in Fiera

Lunedì nel nuovo ospedale realizzato alla Fiera di Milano per l'emergenza Coronavirus "apriranno tra i 12 e i 24 posti". Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervenendo in collegamento alla trasmissione Mattino Cinque. "Potenzialmente saranno 350 posti, abbiamo acquistato ventilatori per quel numero"

Ore 8 - Israele: sale a 18 il numero delle vittime

È salito da 16 a 18 il numero delle vittime in Israele per l'infezione da coronavirus. Il totale dei positivi è 4.831. Lo ha annunciato il ministero della sanità spiegando che i due ultimi decessi riguardano donne dai 48 ai 50 anni di età con "gravi malattie pregresse".

Ore 7.30 - Usa: oltre 3mila morti

I morti in conseguenza del coronavirus negli Stati Uniti sono oltre tremila. Il bilancio arriva dalla Johns Hopkins University, secondo cui a New York - epicentro della pandemia negli Stati Uniti - si contano 1.329 decessi. Secondo la Cnn, solo ieri si sono contate 574 vittime in tutto il Paese.

***

30 marzo

Ore 22.25 - "Le crisi si affrontano con gli investimenti, non con l'austerity"

"Cosa abbiamo imparato dalla crisi del 2009? Che le crisi economiche non si affrontano con l'austerity ma investendo. Tutti dicono che siamo in guerra e in guerra si fa debito per investire". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, su Facebook. "Non bisogna permettere la macelleria sociale, tutti gli strumenti sociali vanno rafforzati, non indeboliti", ha aggiunto.

***

Ore 21.37 - Renzi: "Riprendere gradualmente per età"

"Serve un piano serio e articolato che ci permetta di ripartire e non morire di fame, non vogliamo morire di coronavirus né di fame. Tutti vogliamo uscire di casa e dobbiamo farlo in maniera intelligente. Bisogna partire subito, gradualmente, anche distinguendo per fasce di età e per zone". Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a "Stasera Italia" su Rete 4.

***

Ore 21.13 - D'Incà: "Prossimo dl da 25 miliardi entro il 16/4"

Il prossimo decreto arriverà "prima delle scadenze del 16 aprile, perché le aziende si ritroveranno di fronte a nuove scadenze fiscali. Saranno almeno altri 25 miliardi di euro, mi auguro che possiamo avere ancora più risorse disponibili". Così a SkyTg24 il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà.

***

Ore 20.31 - Speranza: "Misure estese fino a Pasqua"

"Nella riunione del Comitato tecnico scientifico svoltasi stamattina è emersa la valutazione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua. Il governo si muoverà in questa direzione". Lo afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza.

***

Ore 20.19 - Positivo il cardinale vicario di Roma

Il cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Roma, la diocesi del Papa, "dopo la manifestazione di alcuni sintomi, è stato sottoposto al tampone per il Covid-19 ed è risultato positivo. E' stato ricoverato al Policlinico Universitario Fondazione Agostino Gemelli". Lo rende noto il Vicariato.

***

Ore 19.14 - L'Oms: "Speriamo che l'Italia vada verso la stabilizzazione"

"Speriamo che Italia e Spagna siano quasi arrivate alla stabilizzazione, ma il virus non se ne andrà da solo e serve uno sforzo ulteriore". Lo ha detto il dottor Mike Ryan dell'Oms: "La questione è non solo come stabilizzare i contagi, ma è come ridurre i contagi. E per far questo non è solo una questione di lockdown: andare giù con i contagi significa rafforzare lo sforzo sanitario pubblico per spingere giù il virus. Su questo bisogna concentrarsi, su quale strategia adottare per spingere già il virus".

***

Ore 18.40 - Nel mondo più di 35mila vittime

Sono 35 mila le vittime del coronavirus nel mondo, la maggior parte in Europa. E' quanto emerge dai dati dell'Afp. Più di 400mila invece i casi accertati nella sola Europa.

***

Ore 18.10 - I dati della Protezione civile

Sono complessivamente 75.528 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.648. Domenica l'incremento era stato di 3.815, più del doppio. Il dato è stato fornito dalla Protezione Civile. Record giornaliero di guariti, ben 1.590 per un totale di 14.620. Sono 812 le vittime, per un totale di 11.591. L'Italia oggi, a 40 giorni dalla scoperta del paziente uno di Codogno, ha superato i 100mila casi di coronavirus.

***

Ore 18.05 - Guarito Zingaretti

"Ciao a tutte e a tutti! Dopo 23 giorni di isolamento domiciliare sono risultato negativo ai due tamponi consecutivi". Lo annuncia su Facebook il segretario del Pd e Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

***

Ore 18 - I dati in Gran Bretagna

Salgono a 1.408 i morti registrati per coronavirus nel Regno Unito, concentrati soprattutto in Inghilterra (1284) e a Londra, secondo i dati aggiornati dal ministero della Sanità britannico aggiornato ad oggi. L'incremento cala tuttavia per il secondo giorno di seguito fino a un totale di più 180 rispetto a ieri, contro i più 209 delle 24 ore precedenti e il picco di più 260 conteggiato fra venerdì e sabato. I contagi sono invece passati dai 19.522 censiti ieri a 22.141, circa 2.600 in più.

***

Ore 17.20 - Altri decessi tra i medici, sono 63 in totale

Altri due medici si aggiungono alla lista dei decessi tra i camici bianchi per Covid-19: sono, si apprende dalla Federazione degli ordini dei medici (Fnomceo), Guida Riva, medico di Bergamo, e Valter Tarantini, ginecologo di Forlì. Il totale dei decessi sale quindi a 63. Intanto, secondo gli ultimi dati dell'Istituto Superiore di Sanità relativi a ieri, sono 8.358 gli operatori sanitari contagiati, 595 in più rispetto al giorno precedente.

***

Ore 17.02 - In Lussemburgo 2mila contagi e 22 morti

Diventano 22 i morti in Lussemburgo legati all'epidemia di coronavirus. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Paulette Lenert, secondo quanto riporta il quotidiano l'Essentiel. Ieri è stato registrato un nuovo decesso e sono stati identificati altri 38 nuovi contagi, facendo così salire il numero totale a 1.988.

***

Ore 16.29 - Gli infermieri: "Il governo stanzi bonus"

Il bando per reclutare 500 infermieri che andranno ad aiutare i colleghi già "in trincea" contro il coronavirus "è una goccia nel mare. Apprezziamo il pari trattamento riservato dai bandi della Protezione civile tra medici e infermieri riguardo al bonus previsto di 200 euro al giorno" ma "chiediamo al governo risorse e indennizzi per i colleghi che da più di un mese lavorano nei reparti Covid-19 e non hanno ricevuto bonus di alcun tipo". Lo chiede il sindacato degli infermieri Nursing Up.

***

Ore 15.51 - Partiti test su cinque vaccini italiani

Sono partiti in Italia i test preclinici di cinque vaccini contro il coronavirus. Sono tutti condotti dall'azienda biotech Takis, i risultati sono attesi a metà maggio e la sperimentazione sull'uomo potrebbe partire in autunno. Lo ha detto all'ANSA l'amministratore delegato dell'azienda, Luigi Aurisicchio. I vaccini si basano su diverse regioni della proteina Spike, la principale arma con cui il virus aggredisce le cellule respiratorie umane.

***

Ore 15.49 - Migliaia di controlli dei Nas su gel e mascherine

Oltre 17.000 igienizzanti illegali tolti dal mercato, 1.200 apparecchiature mediche sequestrate, 1,9 milioni di farmaci e 170.000 mascherine e guanti requisiti. Questi in sintesi i numeri delle attività investigative condotte dai Nas in tutta Italia dai primi di marzo per fermare illeciti e truffe collegati all'emergenza coronavirus.

***

Ore 15.39 - Cr7: "Aiutiamo chi salva vite"

"In questo momento difficile per tutto il mondo, siamo grati per le cose che contano: la nostra salute, la nostra famiglia, i nostri cari. Rimanete a casa e aiutiamo tutti gli operatori sanitari là fuori a combattere per salvare vite". Cristiano Ronaldo è apparso nuovamente sui social, inviando un messaggio Instagram ai tutti i suoi follower (209 milioni).

***

Ore 15.27 - Il Parlamento ungherese dà pieni poteri a Orban

Il Parlamento ungherese ha votato i pieni poteri per il premier Viktor Orban per combattere il coronavirus. Nei termini della legge, Orban, senza limitazione di tempo, può governare sulla base di decreti, chiudere il Parlamento, cambiare o sospendere leggi esistenti e ha la facoltà di bloccare le elezioni. Spetta a lui determinare quando finirà lo stato di emergenza.

***

Ore 14.51 - Il principe Carlo è guarito

Sospiro di sollievo per il principe Carlo, risultato positivo al coronavirus una settimana fa: l'erede al trono britannico, 71 anni, non è più in auto-isolamento da oggi nella tenuta di Balmoral, in Scozia, dove si è temporaneamente spostato con la consorte Camilla, ed è ora "in buona salute". Lo riferisce una nota di Clarence House, sua residenza ufficiale londinese.

***

Ore 14.30 - Olimpiadi, c'è la nuova data: dal 23 luglio all'8 agosto 2021

Il Cio e il comitato organizzatore hanno ufficializzato le nuove date delle Olimpiadi di Tokyo 2020, che si terranno praticamente a un anno esatto di distanza da quelle rinviate a causa dell'emergenza Coronavirus. Le nuove date dei Giochi sono dal 23 luglio all'8 agosto 2021, mentre dal 24 agosto al 5 settembre si terranno i Giochi paralimpici.

***

Ore 13.30 - Viminale: ieri 6.600 sanzioni per divieti sugli spostamenti

Quasi 160mila persone e oltre 58mila attività commericali sono state controllate ieri dalle forze dell'ordine nell'ambito delle misure per il contenimento del Coronavirus. Le persone sanzionate in via amministrativa per i divieti sugli spostamenti sono state 6.623; le persone denunciate per false attestazioni nell'autodichiarazione sono state 58 e quelle denunciate per violazione della quarantena 29.

***

Ore 12.50 - I medici morti per Covid sono 61: 11 nuove vittime

Si allunga il triste elenco dei medici caduti per Covid-19, in tutta Italia: i morti si riaggiorno a ben 61. Si registrano, infatti, altre 11 nuove vittime, che vanno ad allungare l'elenco, aggiornato oggi alle 12, dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), pubblicato sul suo sito e listato a lutto.

***

Ore 12.30 - Spallanzani: 216 pazienti positivi e 25 con supporto respiratorio

Sono 216 i pazienti positivi ricoverati all'Istituto Spallanzani di Roma. Di questi, 25 necessitano di supporto respiratorio. Già 149 i pazienti dimessi o trasferiti in altre strutture. Così il bollettino odierno dell'ospedale di Roma.

***

Ore 11.55 - Iran: le vittime sono oltre 2700

L'Iran ha visto morire altre 117 persone nelle ultime 24 ore a causa del nuovo coronavirus, portando a 2.757 il totale delle vittime. Lo rende noto il portavoce del ministero della Sanità iraniano Kianush Jahanpur alla televisione di Stato, aggiornando a 41.495 i contagi nella Repubblica islamica.

***

Ore 11.40 - Belgio: oltre 12mila contagi e 513 morti

Salgono a 513 i decessi e 11.899 i contagi dell'epidemia di coronavirus in Belgio. Il centro di crisi federale ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 82 nuovi decessi e 1.063 casi positivi al virus. "

***

Ore 11.20 - In Qatar i contagi salgono a 634

Il ministero della Sanità del Qatar ha confermato 44 nuovi casi di coronavirus nel Paese, portando a 634 il totale dei contagi. In una nota si legge che alcuni casi sono arrivati dall'estero, mentre altri contagi sono stati provocati dal contatto con persone che avevano contratto l'infezione. Sabato il Qatar ha registrato la sua prima vittima per coronavirus.

***

Ore 11 - In Russia 302 nuovi casi

In Russia si registrano 302 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore per un totale di 1.836 infettati. In totale i morti sono ufficialmente nove e le persone dimesse dagli ospedali perché guarite 66. Lo riferisce il centro operativo russo anticoronavirus.

***

Ore 10.50 - Argentina: isolamento prolungato per altre due settimane

Il governo argentino ha prolungato di altre due settimane le misure di confinamento della popolazione per combattere l'emergenza coronavirus. "È una guerra contro un nemico invisibile. Avremo buoni risultati se manterremo la quarantena", ha detto il presidente argentino, Alberto Fernandez, annunciando che le misure imposte il 20 marzo verranno prorogate fino a Pasqua. Al momento nel paese vi sono 820 casi di contagio e 20 morti.

***

Ore 10.30 - Israele: oltre 4mila contagi

In Israele ci sono 4347 casi di contagio da coronavirus, 100 più di ieri. Lo ha reso noto il ministero della Salute, precisando che 80 di questi sono ricoverati in gravi condizioni. I morti sono 15.

***

Ore 10.15 - Spagna: i contagi superano quota 80mila

I casi di contagio in Spagna hanno superato quota 80.000 e si avvicinano a quelli registrati finora in tutta la Cina: è quanto emerge dai dati della John Hopkins University. Per l'esattezza, la Spagna conta ora 80.110 casi contro gli 82.156 della Cina. I morti in Spagna sono 6.803 e le persone guarite sono 14.709.

***

Ore 9.55 - Oltre 34mila morti nel mondo

Sono 34.005 i morti a causa del coronavirus nel mondo, stando agli ultimi dati aggiornati della John Hopkins University secondo cui il numero complessivo dei contagi è di 723.328, mentre i guariti sfiorano i 152mila. Il virus è diffuso ad oggi in almeno 177 Paesi, evidenzia l'ateneo precisando che Italia, Cina, Iran e Spagna sono i Paesi più colpiti per numero di morti, mentre gli Stati Uniti con oltre 143 mila sono il Paese con maggior numero di casi.

***

Ore 9.15 - Germania, i contagi salgono a 57.298

È salito a 57.298 il numero dei contagi da Covid-19 in Germania, con 4.751 nuovi casi in un giorno. Lo rende noto il Robert Koch Institute (Rki), aggiornando a 455 il numero delle vittime, con 66 morti nelle ultime 24 ore.

***

Ore 8.35 - Oltre mille morti nello stato di New York

I decessi provocati dal coronavirus nello Stato di New York hanno superato ieri, in meno di un mese, quota 1.000: lo riporta il New York Times sottolineando che gran parte dei decessi sono stati registrati negli ultimi giorni.

Ore 8 - Virus, 34mila decessi nel mondo

Sono 34.005 i morti a causa del coronavirus nel mondo, stando agli ultimi dati aggiornati della John Hopkins University, secondo la quale il numero dei contagi complessivo è di 723.328 mentre i guariti sfiorano i 152mila.

Ore 7.30 - Covid-19, la situazione in Cina

La Cina ha registrato domenica 31 nuovi casi di contagi da coronavirus, di cui 30 importati e uno interno nella provincia del Gansu. La Commissione sanitaria nazionale (Nhc) ha reso noto che i decessi sono saliti a 3.304 con i 4 nuovi casi riferibili all'Hubei, la provincia epicentro della pandemia. I contagi di ritorno sono adesso 723, di cui 93 risoltisi con la guarigione e 630 sotto trattamento ospedaliero

(19 i casi gravi).

Ore 7 - Trump: "Stiamo aiutando l'Italia"

Il presidente americano Donald Trump ha fatto sapere che gli Usa stanno aiutando l'Italia nell'emergenza, anche dal punto di vista monetario. Ha spiegato inoltre che negli Stati Uniti il piccolo è previsto tra due settimane.

29 marzo

Ore 22.35 - 400 milioni ai comuni, firmata l'ordinanza

E' stata firmata dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli l'ordinanza che stanzia 400 milioni ai Comuni per distribuire aiuti alimentari a chi ne ha bisogno. Il testo finale conferma che il contributo per ciascun comune non possa essere inferiore a 600 euro. L'80% del totale, 320 milioni, viene ripartito tra le amministrazioni in base alla popolazione, mentre il 20%, 80 milioni, viene distribuito in base alla differenza tra il reddito pro capite e il reddito medio nazionale.

***

Ore 22.25 - Burioni: "Buone notizie dai farmaci"

"Buone notizie stanno arrivando anche dal campo dei farmaci. C'è un farmaco che viene utilizzato come antiinfiammatorio in malattie come l'artite e che sembra essere efficace e i dati sono abbastanza promettenti. C'è poi una sorpresa strana di un farmaco degli anni Cinquanta e che si usava per la malaria, che si chiama Plaquenil, che fu valutato nel 2005 come molto efficace per inibire la replicazione del coronavirus della Sars. La cosa passò nel dimenticatoio. Ora si è provato a usarlo clinicamente e a sperimentarlo. Ci sono diversi studi in atto, lo abbiamo fatto anchenoi al San Raffaele". Lo ha detto il virologo Roberto Burioni ospite a Che tempo che fa.

***

Ore 22.10 - Serie A, Tommasi: "Prendiamo atto, la stagione è finita"

"Domani sul tavolo abbiano un elemento in più rispetto alle scorse settimane perchè dopo le parole del ministro Spadafora la preoccupazione che si chiudano qui i campionati c'è: occorre dunque porsi il problema della chiusura della stagione da un punto di vista sportivo, dei contratti, insomma formale". Il presidente dell'sindacato dei calciatori, Damiano Tommasi, interviene sulle aspettative alla vigilia dell'incontro tra l'Aic e la Lega di serie A.

***

Ore 22 - Speranza: "Misure in scadenza saranno prorogate"

Le misure "in scadenza il 3 aprile verranno sicuramente prorogate e ci sarà bisogno di un sacrificio che penso non sarà brevissimo". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto a 'Che tempo che fa' su Rai2. Oggi, ha detto, "siamo ancora nel pieno di questa crisi, guai a farsi illusioni".

***

Ore 21.30 - Sempre più casi in Tunisia

La Tunisia registra nelle ultime 24 ore altri 34 nuovi contagi da coronavirus che portano il totale dei casi a 312. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato che dà conto anche di 8 decessi per la malattia.

***

Ore 20.20 - Altri sei italiani in Germiania

Altri sei pazienti italiani sono stati trasportati da Bergamo a Colonia. Sono 73 i malati del nostro Paese accolti in Germania.

***

Ore 19.50 - I dati in Francia

La Francia ha superato i 40.000 contagi di Coronavirus verificati, ha annunciato il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon, precisando che nelle ultime 24 ore 359 nuovi pazienti sono entrati nelle terapie di rianimazione, che hanno raggiunto un totale di 4.673 malati. Salomon ha precisato che d'ora in poi sarà questo il numero - oggi in lieve calo rispetto a ieri - sul quale si baseranno le autorità sanitarie per valutare l'andamento della curva della propagazione del Coronavirus. Quanto ai decessi, nell'ultimo giorno se ne sono registrati altri 292, per un totale di 2.606. La mortalità generale nel

Paese è aumentata del 9% rispetto allo stesso periodo dello

scorso anno.

***

Ore 19.30 - In Germania si sfiorano i 60mila casi

Sono saliti a 58.246 i contagi da Coronavirus in Germania, mentre le vittime sono 455. Sono questi i dati attuali della Johns Hopkins University. Stando al Robert Koch Institut, che riferisce dei positivi fino alla mezzanotte di oggi, i contagi sono 52.547 e 389 morti. Nel giro di un giorno in Germania, stando a questa fonte, si sono registrate almeno altre 4000 infezioni.

***

Ore 19.04 - Cts: "Con la chiusura delle scuole abbiamo salvato 3/4 d'Italia"

"Con la chiusura tempestiva delle scuole abbiamo salvato tre quarti dell'Italia", in particolare il Centro Sud, da una diffusione del coronavirus analoga a quella delle regioni più colpite del Nord. Così Luca Richeldi, pneumologo del Policlinico Gemelli di Roma e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts) del ministero della Salute, in conferenza stampa alla Protezione civile. "I bambini sono un notevole vettore di contagio", ha spiegato Richeldi.

***

Ore 18.48 - La Siria annuncia la prima vittima

La Siria ha annunciato oggi il primo decesso nel Paese legato al coronavirus. Ad oggi le autorità siriane segnalano altri nove casi di contagio. La vittima è "una donna giunta in ospedale in condizioni già gravi. Dopo le verifiche è stato riscontrato che si trattava di coronavirus", ha informato il ministero della Sanità a Damasco.

***

Ore 18.40 - Cts: "Inevitabile l'impreparazione iniziale"

Sul coronavirus in Italia "c'è stata una impreparazione inevitabile iniziale: i primi dati molecolari ci dicono che circolasse in Italia i primi giorni di gennaio e il primo caso diagnosticato è del 20 febbraio. Eravamo impreparati, non è colpa di nessuno ed è inutile recriminare". Così Luca Richeldi del Comitato tecnico scientifico (Cts) in conferenza stampa alla Protezione civile.

***

Ore 18.30 - I dati di New York fanno paura

I casi di coronavirus nello stato di New York sono 59.513, di cui 8.503 in ospedale e 2.037 in terapia intensiva. Il numero dei morti sale a 965 dai 728 di sabato. Lo afferma il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo.

***

Ore 18.10 - I dati della Protezione civile

In Italia ci sono 73.880 malati, 3.815 più di ieri; 10.779 vittime, 756 più di ieri; e 13.030 guariti, 646 più di ieri.

***

Ore 17.54: in Lombardia 41mila contagiati

Sono poco più di 41mila i contagiati dal coronavirus in Lombardia, con un aumento rispetto a ieri di 1.592. Leggermente inferiore agli ultimi due giorni il numero dei decessi (416) che in totale sono arrivati a 6.360. I ricoverati non in terapia intensiva sono 11.613, con un aumento di 461 (ieri erano stati 15) mentre quelli in terapia intensiva salgono a 1.328, solo nove in più rispetto a ieri.

***

Ore 17.14: Arcuri: "Mascherine e respiratori alle Regioni"

"Ieri tutte le Regioni ci hanno confermato di aver ricevuto entro la giornata il materiale inviato dalla Protezione Civile". Lo ha detto il commissario Domenico Arcuri al termine della videoconferenza di questa mattina insieme a Protezione civile e alle Regioni. "Ieri sono state consegnate 2,3 milioni di mascherine chirurgiche e 1,7 milioni di Ffp2 e Ffp3 per il personale sanitario".

***

Ore 16.49 - I medici albanesi: "Sono anni che l'Italia aiuta noi, era il minimo che potessimo fare"

"Sono 30 anni che ci aiutate e supportate ed è il minimo che potevamo fare per questa nazione". Lo ha detto un infermiere di Pronto soccorso di 35 anni di Tirana che fa parte della delegazione di 30 sanitari arrivati a Brescia dove prenderanno servizio nel principale ospedale della città.

***

Ore 16.30 - Le attuali misure "necessarie ancora per settimane"

Le attuali misure di rigore ed isolamento "saranno necessarie ancora per settimane, ma quando si avrà la riapertura del Paese sarebbe opportuno effettuarla gradualmente per quanto riguarda le aziende, sulla base dell'utilità sociale delle produzioni". Lo ha detto il virologo Fabrizio Pregliasco.

***

Ore 16 - "La nuova frontiera è il Sud"

Il Sud Italia "è ora la nuova frontiera rispetto all'epidemia da Covid-19. Per ora ci sono focolai più ristretti ma bisogna prepararsi per tempo al peggio ed al rischio di un'ondata". Lo ha detto il virologo dell'università di Milano Fabrizio Pregliasco.

***

Ore 15.30 - Gb, quasi 20mila casi

Sale quasi a 20.000 (19.522) il totale diagnosticato dei contagi da coronavirus nel Regno Unito, concentrati soprattutto in Inghilterra e a Londra, circa 2500 in più del dato diffuso ieri, mentre i morti censiti passano da 1.019 a 1.228. Lo rende noto il ministero della Sanità britannico nel suo aggiornamento quotidiano. L'incremento dei decessi cala tuttavia dai più 260 registrati ieri ai più 209 delle ultime 24 ore.

***

Ore 15.20 - I dati in Svizzera

In Svizzera si registrano 1.123 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, cifre che portano ad un bilancio di 14.336 contagi, stando alle autorità sanitarie locali. I morti sono ad oggi in totale 257, con 22 vittime registrate da ieri. I test effettuati per verificare il contagio da Covid-19 sono 111.000 e il 13% è risultato positivo. Ne sono rimasti colpiti tutti i 26 cantoni della confederazione e anche il principato del Liechtenstein.

***

Ore 15.00 - Olanda supera i 10mila contagi

L'Olanda, come il Belgio, supera quota 10mila contagiati dal coronavirus. Secondo l'ultimo bollettino della autorità sanitarie olandesi, complessivamente nei Paesi Bassi si contano oramai 10.866 positivi (+ 1.104 rispetto a ieri) e 771 persone morte per Covid-19. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 132 decessi. Il bilancio viene aggiornato ogni giorno. Complessivamente sono ricoverate 3.483 persone.

***

Ore 14.30 - Usa, più di 2mila morti

I casi di coronavirus negli Stati Uniti sono 124.686 e i morti 2.191. E' quanto emerge dai dati della John Hopkins University.

***

Ore 14.20 - I dati in Lussemburgo

Salgono i contagi ed i decessi in Lussemburgo a causa della pandemia Covid-19. Stando a quanto scrive il quotidiano L'Essentiel online il Granducato conta in totale 18 morti e 1.831 positivi al coronavirus. Venerdì scorso il bilancio - stando ai media locali - era di nove decessi e 1.453 persone infettate complessivamente.

***

Ore 13.43 - Sibilia: "Servono decisioni nell'interesse di tutti"

"Per aiutare il calcio a uscire da questa situazione servono decisioni nell'interesse collettivo". Di fronte alla crisi per l'emergenza coronavirus, è la posizione del presidente della Lnd, Cosimo Sibilia. "I dilettanti sono una metà del calcio e l'altra, quella del professionismo, probabilmente ha vissuto finora al di sopra delle possibilità. Dobbiamo tutti capire fin dove ci possiamo spingere".

***

Ore 13.19 - L'Iss: "In nessun caso usare terapie fai da te"

In nessun caso è giustificabile il ricorso a terapie "fai da te" per il trattamento del Covid-19. Lo afferma Patrizia Popoli, direttrice Centro Nazionale Ricerca e Valutazione Preclinica e Clinica dei Farmaci dell'Iss. "Tutti i farmaci hanno degli effetti collaterali più o meno gravi, e l'automedicazione comporta rischi ancora più gravi quando si usano farmaci non autorizzati. In caso di acquisti online, poi - avverte - tali rischi sono moltiplicati perché i farmaci potrebbero essere contraffatti".

***

Ore 12.50 - "4mila infermieri contagiati"

Tra gli infermieri "c'è il maggior numero di operatori sanitari positivi al nuovo coronavirus: circa 4mila. C'è chi muore di Covid-19 per assistere ed essere vicino ai pazienti, ma lo fa comunque senza il minimo tentennamento". Lo afferma Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi).

***

Ore 12.48 - Assessore lombardo: "Governo incapace"

Il governo è "incapace di gestire l'ordinarietà, figuriamoci l'emergenza". Così l'assessore lombardo al Bilancio Davide Caparini replica al ministro Francesco Boccia sulla gestione da parte delle regioni della crisi Coronavirus. "Quando Boccia afferma che nessuna regione ce l'avrebbe fatta da sola dice un'eresia. Se contiamo i nostri morti è anche a causa di un governo che non ha fatto le zone rosse quando e dove gliele abbiamo chieste. Lo abbiamo chiesto con il supporto della scienza: abbiamo implorato di fare lo shutdown arrivato dopo 2 settimane".

***

Ore 12.14 - Il Papa: "Fermiamo tutte le guerre"

Il Papa chiede di fermare tutte le guerre in questo tempo di pandemia e creare corridoi per gli aiuti umanitari. Francesco rilancia così l'appello del Segretario Generale dell'Onu Antonio Guterres per un "cessate il fuoco globale e immediato in tutti gli angoli del mondo". "L'attuale emergenza per il Covid-19 - ha sottolineato il Papa all'Angelus - non conosce frontiere. Mi associo a quanti hanno accolto questo appello e invito tutti a darvi seguito fermando ogni forma di ostilità bellica".

***

Ore 11.59 - In Spagna 838 morti in 24 ore

La Spagna ha superato i 6.500 morti per il coronavirus, con un incremento di ben 838 decessi in sole 24 ore. Lo comunica il bollettino aggiornato del quotidiano El Pais, che registra 78.797 contagi accertati con 4.907 persone in terapia intensiva e 14.709 guariti nel Paese.

***

Ore 11.37 - Boccia: "Le Regioni da sole sarebbero crollate"

"Se l'autonomia è sussidiarietà è un conto, se l'autonomia è fare da soli perché si pensa di fare meglio la risposta è 'no perché crolli'. Nessuna Regione ce l'avrebbe fatta da sola, sarebbero crollate tutte". Lo ha detto su Sky Tg24 il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia.

***

Ore 11.22 - In Belgio oltre 10mila positivi

Sono 1.702 i nuovi casi risultati positivi al coronavirus in Belgio. Lo hanno annunciato le autorità sanitarie locali precisando che 78 sono morte. Ciò porta ad un conteggio totale di 10.836 contagiati e a 431 decessi.

***

Ore 10.37 - Musumeci: "In Sicilia epidemia economica"

"In Sicilia l'epidemia economica è arrivata prima del picco dell'epidemia sanitaria". Lo ha detto il governatore siciliano Nello Musumeci intervenendo a Sky Tg24: "Due settimane di inattività hanno messo in sofferenza una società che vive anche di lavoratori precari".

***

Ore 10.31 - Il sindaco di Messina attacca Conte

"Macché soldi ai Comuni, questo è il gioco delle tre carte: i 4,3 miliardi di euro che sono stati annunciati ieri sera dal premier Giuseppe Conte non sono altro che l'anticipazione del fondo di solidarietà dei Comuni, cioè soldi che già spettano ai Comuni". A dirlo all'Adnkronos è il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che nei giorni scorsi è stato denunciato per vilipendio dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, dopo i suoi numerosi interventi via social per protestare contro l'arrivo di centinaia di persone sullo Stresso di Messina.

***

Ore 09.57 - Muore l'ex ministro di Sarkozy

In Francia il coronavirus ha provocato la morte dell'ex ministro Patrick Devedjian, 75 anni, attuale presidente del consiglio del dipartimento Hauts-de-Seine, alle porte di Parigi. Di origini armene, Devedjian fu nominato ministro per l'emergenza finanziaria nel 2008 dall'allora presidente Nicolas Sarkozy, carica che ricoprì per quasi due anni. E' morto in ospedale a Nanterre, dove era stato ricoverato mercoledì.

***

Ore 09.37 - Gentiloni: "Rischiamo di giocarci il progetto europeo"

Nell'Ue "purtroppo, sarà l'evidenza della gravità della situazione a spingere a cercare vie condivise" per affrontare la pandemia di Covid-19 e le sue conseguenze. Lo ha detto il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni in un'intervista a La Stampa: "Il rischio di giocarci il progetto europeo in questa crisi è troppo alto".

***

Ore 09.09 - In Cina 44 nuovi casi

La Cina ha registrato ieri 44 nuovi casi di coronavirus, portando così il numero totale delle infezioni di ritorno a 693. Lo rende noto la Commissione sanitaria nazionale (Nhc).

***

Ore 08.35 - Salgono i contagi in Tunisia

E' di 278 casi confermati e 8 decessi l'ultimo bilancio del coronavirus in Tunisia. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che i contagi interessano ormai 21 dei 24 governatorati del Paese. Sono 7.607 le persone attualmente in quarantena in Tunisia.

***

Ore 08.24 - 240mila mascherine a Venezia con un volo Gdf

140 colli contenenti 240mila mascherine da devolvere al personale sanitario della Regione Veneto sono giunti ieri da Fiumicino a Venezia a bordo di un velivolo della Guardia di Finanza.Per il trasferimento del materiale sanitario, organizzato in via d'urgenza su richiesta della Protezione civile, è stato utilizzato uno dei nuovissimi Atr72 del gruppo esplorazione aeromarittima di Pratica di mare.

***

Ore 07.30 - Trump: "A Ny quarantena non necessaria"

La quarantena nell'area di New York non sarà necessaria. Ad affermarlo è il presidente americano Donald Trump in un tweet dove spiega che la decisione è stata presa "previa consultazione con il Governatore di New York, New Jersey e Connecticut".

***

Ore 07.00 - Salta il Salone dell'Auto di Detroit

Il Salone Internazionale dell'Auto di Detroit (NAIAS) in programma per il prossimo giugno è stato annullato. L'area del TCF Center, dove si sarebbe dovuto tenere lo show, sarà occupata per circa sei mesi un ospedale da campo per i malati di coronavirus. La notizia è riportata dai media locali.

***

***

28 marzo

Ore 22.36 - Conte regala pc ai bimbi ricoverati al Regina Margherita

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, ha donato 12 computer per le lezioni di scuola ai bimbi ricoverati al Regina Margherita di Torino rimasti senza insegnanti a causa della pandemia di Covid-19. "Un regalo inatteso", ha detto la preside della scuola polo Peyron, Tiziana Catenazzo, che coordina le sezioni ospedaliere.

***

Ore 22 - Il bilancio in Africa

Sono 2650 i casi di coronavirus in Africa, secondo l'ufficio regionale dell'Oms riportati dalla Cnn. I dati riguardano le 47 nazioni africane che fanno parte dell'Organizzazione mondiale della Sanità.

***

Ore 21.30 - Negli Usa morto un bimbo, aveva meno di un anno

Un bimbo di meno di un anno è morto in Illinois a causa del coronavirus. Lo riferisce il governatore dell'Illinois, J. B. Pritzker. "Non si è mai registrata la morte di un bimbo per il virus. Un'indagine è stata avviata sul caso".

***

Ore 20.52 - Afp: "30mila morti nel mondo per coronavirus"

I morti per la pandemia di coronavirus nel mondo - secondo un aggiornamento dei dati elaborato dalla France Presse - sono 30.003 e di questi due terzi sono in Europa (21.334) con l'Italia al primo posto (10.023), seguita dalla Spagna (5.690) e la Cina (3.295). Sono invece almeno 640.778 i casi di contagio diagnosticati a livello globale dalla fine di dicembre.

***

Ore 20.27 - Tortu: "Tutto questo non fermerà i bergamaschi"

"Sento Bergamo come fosse la mia città, vederla così è stato un duro colpo ma, conoscendo i bergamaschi, non sarà tutto questo a fermarli". Lo ha detto il velocista azzurro Filippo Tortu, ospite di Sky Sport 24.

***

Ore 19.52 - Sanchez annuncia lo stop alle attività non essenziali

Il presidente del governo spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato lo stop a tutte le attività non essenziali nel Paese come misura per contrastare la diffusione del coronavirus. Il provvedimento sarà approvato nel consiglio dei Ministri di domani e si riferisce al periodo fra il 30 marzo e il 9 aprile.

***

Ore 19.43 - Conte: "4,3 miliardi per i Comuni"

"Ho appena firmato un dpcm che dispone 4,3 miliardi a valere sul fondo di solidarietà dei Comuni". Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi parlando delle misure per fare fronte all'emergenza coronavirus.

***

Ore 19.18 - Von Der Leyen: "Non si lavora sui coronabond"

Nella crisi del coronavirus la Commissione europea non pianifica l'emissione di bond propri sui debiti. Lo ha chiarito la presidente della Commissione Ursula von der Leyen in un'intervista alla Dpa. "Su questo ci sono chiari confini giuridici, e non c'è un piano. Non lavoriamo a questo", ha detto.

***

Ore 19.11 - Trasferimento pazienti da Bergamo in Germania

Sei pazienti positivi al Coronavirus sono stati trasferiti oggi con un aereo della Luftwaffe dall'aeroporto di Bergamo Orio al Serio agli ospedali di Bonn, Colonia e Bochum. Messi a "disposizione di AREU e Protezione Civile uno spazio riservato e dotato di postazioni con ossigeno per stabilizzare dei pazienti Covid-19 in transito".

***

Ore 19.04 - In Croazia cinque decessi, 657 contagiati

Sono 71 in più i contagiati in Croazia rispetto a ieri. Tutte le persone decedute erano anziane o con altre malattie serie e croniche. Venti sono i malati che necessitano dell'aiuto della respirazione artificiale. Dal primo caso registrato in Croazia il 25 febbraio scorso, i guariti sono 46. Il Paese è in quarantena quasi totale da dieci giorni.

***

Ore 18.43 - Bonetti: "100 euro al mese per ogni figlio"

"La priorità che voglio mettere adesso in campo per aiutare le famiglie ad affrontare questo momento difficile è la presentazione, nella prossima misura del governo, di un provvedimento straordinario: un assegno mensile di almeno 100 euro per ogni figlio. Le famiglie oggi hanno bisogno di liquidità". Lo ha annunciato il ministro per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ospitata da Italia Sì, su Rai Uno.

***

Ore 18.30 - "In Chiesa solo per spostamenti determinati da comprovate esigenze"

Le persone che vogliono andare in chiesa possono farlo perché "non è prevista la chiusura delle chiese" ma "al fine di limitare gli spostamenti dalla propria abitazione" è "necessario che l'accesso alla chiesa avvenga solo in occasione di spostamenti determinati da comprovate esigenze lavorative, ovvero per situazioni di necessità". In altri termini, si può andare in chiesa solo sulla strada che conduce al lavoro o al supermercato o farmacia. Lo precisa una nota del Viminale inviata alla Conferenza Episcopale Italiana.

***

Ore 18.14 - Superati i 10mila morti in Italia

Superate le diecimila vittime in Italia per il coronavirus. Sono 10.023 i morti, con un aumento rispetto a ieri di 889. Venerdì l'aumento era stato di 969. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile.

***

Ore 18.02 - In Lombardia 541 morti ma crollo dei ricoveri

E' arrivato a quasi quarantamila il numero dei contagiati da coronavirus in Lombardia. L'aumento rispetto a ieri è di 2.117 positivi, che porta il totale esatto a 39.415. Stabile il numero dei deceduti: 542, uno cioè più di ieri (per un totale di 5.944), mentre continua la frenata dei nuovi ricoveri. Lo ha detto l'assessore alla Sanità Giulio Gallera.

***

Ore 17.47 - Nello Stato di New York oltre 52mila casi

Ci sono 52.318 casi di coronavirus nello Stato di New York, di cui 7.328 in ospedale. Il numero dei morti sale a 728 dai 519 di venerdì. Lo afferma il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo.

***

Ore 17.14 - Salvini a Renzi: "Non è il momento di riaprire"

"Leggo di un mio collega senatore che pensa alla riapertura. E' giusto ragionare sul domani ma non credo sia il momento". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, su Facebook, commentando le parole di Matteo Renzi.

***

Ore 16.38 - Sei casi in Vaticano: "Il Papa non è coinvolto"

"Le persone affette da Covid-19 tra dipendenti della Santa Sede e cittadini dello Stato della Città del Vaticano sono attualmente 6. Posso confermare che non sono coinvolti né il Santo Padre, né i suoi più stretti collaboratori". Lo riferisce il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni.

***

Ore 16.05 - Lamorgese: "Troppo presto per riaprire"

"Se andiamo a vedere i dati di ieri, mi viene da pensare che la data del 3 aprile sia troppo ravvicinata per dire che verrà riaperto tutto". Lo ha detto il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese su SkyTg24. "La situazione - ha aggiunto - è seguita a vista e quindi le decisioni verranno prese man mano che la situazione sarà più tranquilla come numeri di decessi e contagi".

***

Ore 15.59 - La Russia chiude le frontiere

La Russia chiude completamente le sue frontiere a partire da lunedì per arginare la diffusione del coronavirus. Lo annunciano le autorità russe.

***

Ore 15.24 - Oltre mille morti in Gran Bretagna

Sono oltre mille in Gran Bretagna i morti per la pandemia di coronavirus. Solo nell'ultima giornata i nuovi decessi sono stati 260 portando il totale a 1.019 mentre i contagi nel Paese sono 17.089.

***

Ore 14.54 - Banco Alimentare, +20% di richieste di cibo

L'emergenza sanitaria sta facendo sentire le sue conseguenze nelle famiglie più povere. Il Banco Alimentare stima a livello nazionale un aumento del 20% delle richieste di cibo con punte fino al 40%, come in Campania. "Ci arrivano nuove domande di aiuto, per esempio anche dai sindaci, soprattutto dai Comuni del Sud. Ci aspettiamo una esplosione del bisogno", dice all'ANSA il presidente della Fondazione Banco Alimentare Giovanni Bruno.

***

Ore 14.37 - Burioni: "Irrealistica la riapertura a breve"

In questo momento la situazione è "ancora talmente grave da rendere irrealistico qualunque progetto di riapertura a breve. Al momento bisogna stare tappati in casa, altrimenti si vanificano i sacrifici che abbiamo fatto fino ad ora, punto e basta". Lo scrive su Facebook il virologo Roberto Burioni.

***

Ore 14.14 - Zaia: "Daremo farmaci sperimentali a casa"

Il Veneto, su autorizzazione dell'Aifa, inizierà la somministrazione in via precoce ai malati sintomatici dei farmaci sperimentali contro il Covid-19 (come clorochina, idrossiclorochina, e anti-reumatoidi) direttamente a casa. Lo ha annunciato il governatore Luca Zaia. Lo scopo è quello di "rallentare la malattia ed evitare i ricoveri in ospedale".

***

Ore 13.30 - Crimi: "La patrimoniale non è in agenda"

"La patrimoniale non è sul tavolo, ma dobbiamo ragionare in termini solidaristici. Ma non credo sia nell'agenda". Così il capo politico del M5s Vito Crimi su Skytg24.

***

Ore 13.10 - Il bilancio del Viminale

Quanto ai controlli di ieri delle forze dell'ordine per il contenimento dell'emergenza Covid, sono state denunciate 86 persone, sanzionate 2.783 per aver violato gli obblighi. Sono 72 le denunce ai danni dei titolari di esercizi commerciali, 12 i negozi chiusi e 19 quelli la cui attività è stata sospesa.

Ore 12.50 - I numeri in Giappone

Con i sessanta nuovi contagi a Tokyo, hanno raggiunto quota 1.585 le persone risultate positive al Covid-19 in Giappone. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie giapponesi, confermando che sono 63 le vittime per il nuovo coronavirus. Dieci sono riconducibili alla nave dal crociera Diamond Princess. La maggior parte dei contagi si è registrata nella capitale, 349 i casi a Tokyo. Segue la prefettura di Osaka con 176 contagiati e quella di Hokkaido con 171.

***

Ore 12.10 - Sud Corea, guariti superano malati

Oltre 4.800 pazienti guariti dal coronavirus sono usciti dall'isolamento in Corea del Sud mentre altri 4.500 rimangono in quarantena sottoposti alle terapie. Lo annuncia il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, riporta la Cnn online. E' la prima volta che il numero dei guariti supera quello dei malati dal 20 gennaio, quando vennero confermati i primi casi di coronavirus nel Paese asiatico.

***

Ore 11.40 - Oltre un milione di ricoveri rimandati per la pandemia

Almeno un milione di ricoveri rimandanti per la pandemia in quattro mesi, tra cui oltre mezzo milione per interventi chirurgici non urgenti, che vanno dalla protesi d'anca all'ernia del disco, passando per la chirurgia dermatologica. Con "pesanti ricadute sulle liste d'attesa per tutto il 2020 e oltre". A spiegarlo è Americo Cicchetti, direttore dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Università Cattolica di Roma.

***

Ore 11.15 - Gli ultimi dati in Spagna

Nuovo record di vittime da coronavirus in Spagna. I morti sono 832 in 24 ore. Il totale sale così a 5.690. Ne danno notizia le autorità spagnole. Il ministero della Salute di Madrid, citato dal Pais, comunica che i contagiati sono 72.248, i ricoverati 40.630, 4.575 quelli in terapia intensiva e 12.285 i guariti dimessi.

***

Ore 10.40 - Veneto, rallenta l'epidemia

Rallenta un po' la velocità della curva di crescita, ma vi sono altri 280 casi di positività al Covid-19 in Veneto rispetto a ieri sera. Tra questi, anche uno a Vo', rimasto a zero per molti giorni. Il bollettino della Regione segna stamane 7.930 contagiati,dall'inizio dell'epidemia. Si contano purtroppo altri 20 decessi nei confronti dell'ultimo report; le vittime totali raggiungono quota 362. I pazienti in terapia intensiva sono 344 (+7), per l'effetto combinato di 4 dimissioni e 11 nuovi ingressi. I pazienti in isolamento domiciliari ammontano a 20.000.

***

Ore 10.30 - Superati i 600mila casi nel mondo

Hanno superato i 600.000 i contagi da coronavirus nel mondo, secondo l'ultimo bilancio della Johns Hopkins University. Per la precisione, i casi finora registrati sono 601.478. Secondo l'ultimo bilancio, i deceduti in tutto il mondo sono 27.862 e i guariti 131.826. Al primo posto come numero di contagi ci sono gli Stati Uniti, con 104.837 casi, al secondo l'Italia con 86.438 e al terzo la Cina con 81.948.

***

Ore 9.15 - Muore comandante dei carabinieri

È morto questa mattina, nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Asti, il maresciallo Mario D'Orfeo, comandante della stazione dei carabinieri di Villanova d'Asti. Era stato ricoverato pochi giorni fa, per alcune complicanze legate al coronavirus. Nella notte le sue condizioni si sono aggravate. Avrebbe compiuto 56 anni il 1/o maggio. Si era arruolato nel 1983 ed era in servizio alla Compagnia di Villanova dal 2015.

***

Ore 8.30 - Quattro morti su nave da crociera, trasferita parte dei passeggeri

La nave da crociera olandese Zaandam, sulla quale sono morti quattro anziani passeggeri e che ha a bordo 1.800 persone delle quali almeno 138 presentano "sintomi influenzali" e due finora sono risultate positive al coronavirus, ancorata al largo della costa pacifica di Panama, trasferirà una parte dei suoi passeggeri su una nave gemella, la Rotterdam: un'operazione inedita che avverrà in alto mare. Lo fa sapere la compagnia, la Holland America.

***

Ore 7.02 - Cina, nuovi contagi: tutti dall'estero

Sono 54 i nuovi casi di coronavirus in Cina nelle ultime 24 ore, tutti provenienti dall'estero. Lo ha comunicato la Commissione nazionale per la salute, aggiungendo che altri 383 pazienti sono guariti. Tre i morti, tutti nella provincia di Hubei dove però nessun nuovo caso è stato registrato nelle ultime 24 ore.

In totale in Cina si contano 81.394 casi di contagio. Le vittime dell'epidemia sono 3.295. I guariti nel complesso ammontano a 74.671.

***

Ore 7 - I casi in Corea del Sud

La Corea del Sud ha visto ieri i nuovi casi di coronavirus salire a 146, dai 104 di giovedì. Le infezioni totali sono 9.478, di cui 363 importate, secondo gli ultimi aggiornamenti del Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), mentre i decessi si attestano a 144 (+5). I pazienti dimessi dagli ospedali sono 4.811.

***

27 marzo

Ore 22.35 - Gli Usa superano i 100mila casi

I casi di coronavirus negli Stati Uniti raggiungono quota 100.000, attestandosi a 100.717. Gli Usa sono il primo Paese al mondo a toccare tale soglia. Emerge dai dati della Johns Hopkins University.

***

Ore 21.50 - Trump firma il piano da 2mila miliardi

Donald Trump firma, tramutandolo in legge, il pacchetto da 2.000 miliardi di dollari aiuti all'economia americana. Gli stimoli "concederanno l'aiuto di cui c'è urgentemente bisogno", dice Trump.

***

Ore 21.20 - L'epidemia avanza in Brasile

Il numero di casi confermati di coronavirus in Brasile è salito a 3.417, con un aumento del 17% rispetto alle cifre di giovedì (+502), mentre i decessi sono ora 92, con un aumento del 19% rispetto a 24 ore fa (+15), secondo il bollettino ufficiale quotidiano diffuso dal ministero della Sanità. Lo Stato di San Paolo resta il principale epicentro dell'epidemia nel paese sudamericano, con 1.223 casi confermati e 68 decessi, registrando un impressionante aumento del 209% delle morti di pazienti sugli ultimi 6 giorni.

***

Ore 20.40 - Aifa autorizza sperimentazione tra nuovi farmaci

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha autorizzato tre nuove sperimentazioni cliniche su farmaci per il trattamento della malattia Covid-19. Si tratta di uno studio su 2 farmaci biologici (emapalumab e anakinra), uno su un farmaco già in uso per l'artrite reumatoide (sarilumab) ed uno studio con il farmaco tocilizumab, anch'esso in uso per l'artrite, in casi precoci e gravi.

***

Ore 20.20 - Usa, più di 97mila casi

Nelle ultime 24 ore sono 345 le nuove vittime da coronavirus negli Usa, un record da quando è scoppiata l'epidemia nel Paese. Emerge dai dati della Johns Hopkins University che parla di 18.000 nuovi contagi, portando il bilancio a oltre 97 mila.

***

Ore 19.30 - I dati in Francia

Superati i 30.000 casi di Coronavirus accertati in Francia nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il direttore generale della Sanità, Jerome Salomon, annunciando 3.809 casi nelle ultime 24 ore. Il totale è stasera di 32.964 casi. Sfiorano quota 2.000 i decessi, con 299 morti nell'ultima giornata, e un totale di 1.995 morti.

***

Ore 19.20 - Mattarella: "Osservare scrupolosamente le misure"

"Anche quest'oggi vi è un numero dolorosamente elevato di nuovi morti. Però quel fenomeno fa pensare che le misure di comportamento adottate stanno producendo effetti positivi e, quindi, rafforza la necessità di continuare a osservarle scrupolosamente finché sarà necessario". Lo ha chiesto agli italiani il Capo dello Stato Sergio Mattarella.

***

Ore 18.40 - Da Google offerta da 800 milioni di dollari

Google contribuirà con oltre 800 milioni di dollari a livello globale per supportare le Piccole e medie imprese, le organizzazioni sanitarie, le Ong e i governi durante l'emergenza Covid-19. "Continueremo a supportare le nostre comunità, di cui fanno parte milioni di aziende, insegnanti, ricercatori e organizzazioni no profit, per superare insieme le sfide che ci aspettano", afferma il Ceo Sundar Pichai in un post ufficiale.

***

Ore 17,55 - In Europa più di 300mila casi

I casi di coronavirus in Europa hanno superato quota 300.000. Lo indica il conteggio dell'agenzia France Presse.

***

Ore 17.30 - In Italia oltre 9mila morti, 969 in più rispetto a ieri

Sono 9.134 i morti in Italia a causa del coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 969. E' l'incremento più alto dall'inizio dell'emergenza. Giovedì l'aumento era stato di 662. Il dato è stato reso noto dalla

Protezione Civile. 50 sono vittime relative a ieri e non conteggiate.

***

Ore 16.30 - New York, picco previsto fra 21 giorni: servono 140mila nuovi letti

Il picco di contagi da Covid a New York è previsto tra 21 giorni: lo ha detto il governatore dello Stato Andrew Cuomo, avvertendo che "per allora avremo bisogno di almeno 140 mila letti di ospedale. Al momento ne abbiamo a disposizione solo 53 mila".

***

Ore 16.10 - Cile: 1600 casi nel Paese

Il ministero della Salute (Minsal) del Cile ha annunciato oggi che sono stati registrati 304 nuovi casi di coronavirus nel Paese, che portano il totale di positivi a 1.610, e un nuovo decesso che porta a 5 le vittime totali. Si tratta del maggiore aumento giornaliero di casi registrato finora nel Paese. Intanto, più di 1,3 milioni di persone a Santiago sono in quarantena totale a partire da ieri sera, sotto stretto controllo delle forze di sicurezza, per fermare l'espansione del virus.

***

Ore 15.35 - Boom di contagi e vittime nel Regno Unito

Non solo Boris Johnson e i ministri: nuovo boom di casi di contagio e di morte per coronavirus nel Regno Unito, con un record di 181 decessi in più in un giorno. Il numero censito delle persone infettate è cresciuto fino a 14.579, con un incremento di poco meno di 3.000 test positivi in più in 24 ore, secondo gli ultimi dati aggiornati del ministero britannico della Sanità. Mentre il totale registrato dei morti passa da 578 a 759. I tamponi eseguiti nel Paese sfiorano ora quota 114.000.

***

Ore 15.10 - I medici morti salgono a 46: altre due vittime a Bergamo e Pesaro

Altri due medici non ce l'hanno fatta a causa dell'epidemia di Covid-19. Si tratta del dottor Benedetto Comotti, ematologo di Bergamo, e Marcello Ugolini, pneumologo e consigliere dell'Ordine dei medici di Pesaro-Urbino. Il totale dei decessi tra i camici bianchi sale a 46. La notizia arriva dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo).

***

Ore 14.50 - Gran Bretagna: positivo anche il ministro della salute

Il ministro britannico della Salute, Matt Hancock, è risultato positivo al coronavirus. Lo ha annunciato lui stesso su Twitter, poco dopo l'annuncio del contagio del premier Boris Johnson. "Seguendo il consiglio dei medici, ho fatto il test del coronavirus. Sono risultato positivo. Per fortuna i sintomi sono lievi e lavoro da casa in auto isolamento", ha scritto su twitter, allegando un video in cui parla da casa.

***

Ore 14.40 - In Italia "inevitabile un prolungamento delle misure di contenimento"

Ad oggi è inevitabile il prolungamento delle misure di contenimento. Lo ha detto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità (Css), Franco Locatelli, nella conferenza stampa dell'Iss. Ciò perchè, ha spiegato, "non siamo in una fase marcatamente declinante ma in una fase, sia pure incoraggiante, di contenimento". Inoltre, anche dopo, "dovremo immaginare alcuni mesi in cui adottare misure attente - ha detto il presidente Iss Silvio Brusaferro - per evitare una ripresa della curva epidemica".

***

Ore 14.30 - Iss: 78 anni l'età media dei deceduti

L'età media dei pazienti deceduti e positivi a Covid è 78 anni, e le donne sono solo il 29,6%. E' quanto emerge dall'ultimo report dell'Istituto superiore di sanità pubblicato su Epicentro. Si tratta per lo più di soggetti con malattie pregresse: il numero medio di patologie osservate in questa popolazione è di 2,7.

***

Ore 13.30 - Argentina chiude le frontiere fino al 31 marzo

Il governo dell'Argentina ha disposto la chiusura da oggi, e fino al 31 marzo, di aeroporti, porti e punti di transito frontaliero nell'ambito delle misure straordinarie per contenere l'espandersi della pandemia di coronavirus. Dall'inizio dell'emergenza in Argentina sono stati registrati i casi di 589 persone contagiate dal virus Covid-19, delle quali 13 sono morte.

***

Ore 13 - Iss: "Vicini al picco dei contagi, ma non ci siamo ancora"

Il picco dell'epidemia di coronavirus in Italia si sta avvicinando, ma non ci siamo ancora. Lo ha detto a Roma il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, nella conferenza stampa organizzata dall'Iss. Dal 20 marzo si nota un'apparente riduzione della curva contagi, ma "non siamo in una fase calante, ma di rallentamento della crescita".

***

Ore 11 - La Spagna verso i 5mila morti

Il numero dei morti in seguito alla diffusione del coronavirus torna ad aumentare in Spagna con 769 vittime indicate nelle ultime 24 ore. Il bilancio totale dei morti sale così a 4.858. Lo scrive el Pais.

***

Ore 10.30 - Brescia: positivi 310 dipendenti degli Spedali Civili

Da questa mattina a tutti i dipendenti degli Spedali Civili viene misurata la febbre prima dell'ingresso in ospedale. Lo prevede una direttiva interna firmata dal direttore generale Gianmarco Trivelli. I dipendenti che hanno febbre vengono fatti tornare a casa. Fino a oggi il numero di medici e infermieri contagiata da Covid-19 al Civile di Brescia tocca quota 310, con dieci casi gravi. Su 6700 dipendenti si tratta del 6% del personale.

***

Ore 10 - Nel mondo oltre 530mila casi

Gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di casi al mondo di coronavirus. Gli ultimi dati della Johns Hopkins University parlano di almeno 532.788 casi nel mondo, quasi 86.000 negli Usa. Nel mondo sono almeno 24.077 le persone morte con coronavirus, la maggior parte in Italia.

***

Ore 9.45 - In Africa 83 morti, oltre 3000 i contagi

Sale a 83 il numero dei morti con coronavirus in Africa. I dati diffusi stamani dal Centro di controllo delle malattie dell'Unione Africana (Cdc Africa) confermano che sono 46 i Paesi del continente colpiti dalla pandemia con un totale di almeno 3.243 casi di infezione. Le persone guarite dopo aver contratto la Covid-19 sono 254. Ad oggi sono 17 i Paesi in cui si registrano vittime, dopo che ieri il Kenya ha dato notizia della prima persona morta con coronavirus: Egitto (24), Algeria (21), Marocco (10), Tunisia (5), Repubblica democratica del Congo (5), Burkina Faso (4), Ghana (3), Mauritius (2), Kenya (1), Gambia (1), Sudan (1), Gabon (1), Camerun (1), Zimbabwe (1), Capo Verde (1), Nigeria (1) e Niger (1).

***

Ore 9.33 - Il balzo della Germania: 5780 casi in 24 ore

Balzo nei contagi da coronavirus in Germania: nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 5.780 positivi, mentre le vittime sono 55. Sale così a 42.288 il numero delle persone contagia e e a 253 il numero dei morti, secondo l'Istituto Robert Koch. La Germania è il quinto Paese al mondo per i contagi, dopo Stati Uniti, Cina, Italia e Spagna.

***

Ore 9.20 - Israele, 3035 positivi, 49 gravi, 10 i decessi

Il numero complessivo dei casi positivi al coronavirus è salito oggi in Israele a 3035, 49 dei quali sono ritenuti gravi. Lo ha riferito il ministero della sanità. I decessi sono stati finora 10. Si tratta in prevalenza di persone anziane, afflitte anche da altre malattie. Mobilitati 500 soldati per far fronte all'emergenza Covid-19. "A partire da domenica le truppe delle Idf affiancheranno le unità di polizia" per garantire il rispetto delle disposizioni decise dalle autorità nel tentativo di contenere l'aumento dei casi di infezione.

***

Ore 8,30 - Anche la Russia chiude bar e ristornati

I servizi di consegna a domicilio potranno continuare a lavorare. Il premier ha disposto la sospensione delle attività, dal 28 marzo al 1 giugno, delle piste da sci e delle strutture ricreative di massa (come resort e centri termali) in tutto il territorio della Federazione Russa.

***

Ore 8.21 - La Cina in aiuto gli Usa

La Cina pronta a fornire supporto agli Stati Uniti. Lo ha assicurato il leader cinese Xi Jinping al presidente americano Donald Trump. Xi ha detto di seguire con attenzione e "preoccupazione" gli sviluppi della situazione negli Usa. Secondo i dati della Johns Hopkins University, gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di casi di Covid-19 nel mondo.

***

Ore 8 - Nuovi casi a Codogno

La riapertura dell'ex area protetta di Codogno (Lodi) dove fu scoperto oltre un mese fa il primo contagiato da coronavirus avrebbe causato nuovi casi di positività a Covid-19. Lo scrive il Corriere della Sera secondo il quale dopo settimane di progressivo calo del trend, arrivato anche a toccare l'uno per cento, negli ultimi giorni il trend è in risalita.

Ore 7.30 - Nuove misure in Russia

Il governo russo ha ordinato la chiusura di tutti i bar e ristoranti nel Paese a partire da

domani per contenere la diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il governo di Mosca.

***

Ore 7 - Un solo nuovo caso interno in Cina

I casi di coronavirus registrati giovedì in Cina sono stati 55, di cui 54 importati e uno interno nello Zhejiang. La Commissione sanitaria nazionale ha citato nei suoi aggiornamenti quotidiani 5 nuovi decessi tutti nell'Hubei, provincia epicentro della pandemia, e 49 nuovi casi sospetti.

***

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...