CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

il femminicidio

Sorso piange Zdenka, uccisa dall'ex: fiaccole accese contro la violenza

La comunità ricorda la 41enne accoltellata a morte. Le indagini: se Fadda, dopo la coltellata, avesse chiamato subito il 118 la donna forse si sarebbe salvata
la vittima e il luogo della tragedia (archivio l unione sarda)
La vittima e il luogo della tragedia (Archivio L'Unione Sarda)

Sorso ricorda Zdenka Krejcikova, la donna 41 anni, di origine ceca, uccisa dall'ex compagno al culmine di un litigio.

Questa sera è prevista una funzione religiosa nella chiesa di San Pantaleo, concelebrata dal vescovo di Sassari Gianfranco Saba. A seguire, è stata organizzata una fiaccolata per le strade del paese, fino alla piazza del Comune.

Domani, invece, sempre a Sorso, si celebreranno i funerali.

Intanto, dalle indagini e dall'autopsia, arrivano nuove conferme sulle modalità con cui è stato compiuto il delitto, per il quale è finito in arresto Francesco Baingio Douglas Fadda, 45 anni, di Sassari.

Dopo l'alterco che si era innescato tra i due, Zdenka era uscita di casa, rifugiandosi in un bar. Qui Fadda l'ha raggiunta, colpendola con un coltello da cucina. Un colpo secco allo sterno che le ha perforato il polmone sinistro, provocandole una lenta morte per dissanguamento.

Il 45enne ha poi caricato la donna agonizzante e le due figliolette di lei, di 11 anni ed è scappato fino a Ossi, dove l'ha abbandonata esanime in un appartamento di via Spinoza, vicino alla guardia medica.

La 41enne è stata poi soccorsa da un'ambulanza, ma i tentativi di rianimarla sono purtroppo risultati vani. Da ciò che si apprende, se Fadda, dopo il ferimento, avesse contattato subito i soccorsi, Zdenka avrebbe potuto salvarsi.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...