CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

porto torres

Caso Lanzalone, la replica dei 5 Stelle sulla parcella del superconsulente pentastellato

"Una pretesa a nostro avviso ingiustificata", afferma il gruppo
il consigliere tellini con i 5 stelle (foto l unione sarda pala)
Il consigliere Tellini con i 5 Stelle (foto L'Unione Sarda - Pala)

Replica del gruppo consiliare 5 Stelle sul caso dello studio legale Lc&P - già Lanzalone & partners che, da un accesso agli atti, risulta abbia richiesto il pagamento di una parcella da 31mila e 563,17 euro al Comune di Porto Torres.

Una parcella relativa alla consulenza per la redazione del progetto sul reddito energetico.

"Il consigliere comunale Davide Tellini parla di un presunto debito fuori bilancio di circa 31mila euro. Un noto studio legale ha avanzato una pretesa che a nostro avviso è ingiustificata - afferma il gruppo pentastellato - per questo abbiamo già dato incarico all'avvocatura civica di risolvere quanto prima la questione".

Secondo la documentazione richiesta dal consigliere Tellini, già nel dicembre 2019 arrivò la richiesta di saldo della parcella per la consulenza prestata dall'avvocato Luca Lanzalone, superconsulente pentastellato accusato di presunte tangenti e corruzioni emerse dall'inchiesta sullo stadio della Roma.

"Il consigliere Tellini però non parla del debito fuori bilancio effettivo che saremo presto chiamati a saldare per la questione Ciclat. Durante la scorsa amministrazione, - proseguono i 5 Stelle - quando il consigliere Tellini era assessore, all'azienda che si occupava della raccolta rifiuti sono stati richiesti servizi fuori capitolato fino ad 1 milione e 800mila euro".

Il gruppo consiliare pentastellato garantisce sull'approvazione del debito fuori bilancio della Ciclat "così che la cosa venga approfondita dalla Corte dei Conti".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}