SPORT - CALCIO REGIONALE

promozione

Clamoroso al Monteponi, si dimette l'allenatore Cossu

La decisione spiegata in una lettera
marco cossu (archivio l unione sarda)
Marco Cossu (Archivio L'Unione Sarda)

Marco Cossu ingaggiato due settimane fa dalla Monteponi Iglesias si è dimesso. La società è già alla ricerca del sostituto. Dimissioni a sorpresa che il tecnico spiega con una lettera aperta sostenendo in pratica che non ci sono le condizioni per andare avanti.

"Ringrazio la Società Monteponi Iglesias nelle persone del presidente Ciccu, del direttore Maramarco e di tutti i collaboratori che ho avuto occasione di conoscere, ringrazio e mi scuso con i giocatori che, direttamente o indirettamente, ho coinvolto proponendo un progetto nel quale credevo fortemente, ma ritengo non ci siano le condizioni per iniziare un percorso che, nell'intendimento mio e del mio staff, mirava a riportare ai fasti di un tempo una Società gloriosa, piena di fascino e con quasi 100 anni di storia come la Monteponi", si legge.

Marco Cossu prosegue sostenendo che "le motivazioni che mi avevano fatto preferire la Monteponi erano proprio rappresentate dall'importanza della città, dalla sua storia e dal desiderio di aderire ad un progetto che avesse come finalità quella di riportare questa Società, attraverso un accurato percorso tecnico ed organizzativo, all'interno di un campionato nazionale, contesto certamente più consono alle tradizioni sportive di Iglesias. Erano proprio queste le ambizioni che mi erano state prospettate nei primi incontri e che non si limitavano al raggiungimento della pur difficile promozione nel campionato di Eccellenza nel corso di questa stagione sportiva, ma che si estendevano verso un progetto più ampio e duraturo nel tempo, con l'idea di creare, anche attraverso la costante crescita del settore giovanile, una realtà che potesse rappresentare un modello sportivo ed organizzativo all'interno del panorama dilettantistico del calcio sardo".

Cossu ne trae così le conclusioni. "Essendo venuti meno, già in questa fase iniziale, non tanto gli obiettivi ambiziosi legati alla presente stagione sportiva, quanto la condivisione delle strategie utili per il loro raggiungimento e quella visione di prospettiva che ritenevo indispensabile per dare gambe al progetto, ritengo necessario e corretto fare un passo indietro, che consenta alla Società di sviluppare autonomamente la propria progettualità, ma anche a me ed al mio staff di poterci ritenere liberi di valutare, nell'immediato o in un prossimo futuro, ulteriori opportunità. Un grande in bocca al lupo alla Monteponi Calcio!".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...