POLITICA

scontro istituzionale

Continuità, Regione vs governo
Solinas: "Scriverò a Mattarella"

Salvini e Solinas contro il ministro De Micheli. Zedda: "Il governatore come Pinocchio, dice bugie e non fa nulla"
(archivio us)
(Archivio US)

Si fa sempre più duro e diventa anche istituzionale lo scontro politico sulla continuità aerea, che esce fuori dalla Sardegna e investe il governo e lo stesso Presidente della Repubblica, cui Solinas scriverà una lettera per denunciare l'atteggiamento del ministro De Micheli.

Tutto è partito da una dichiarazione di ieri del ministro alle Infrastrutture e Trasporti, la dem Paola De Micheli: "A novembre ho ricevuto il presidente Solinas e gli assessori e ho fatto loro presente che il modello di continuità che proponevano non sarebbe stato accolto in Europa. Ma loro hanno deciso di andare avanti lo stesso", ha rivelato.

Il primo a risponderle, in mattinata, è stato Matteo Salvini: "Ha snobbato l'invito della Giunta e ora si vuole prendere il merito della proroga della continuità aerea. De Micheli non è all'altezza, porti rispetto a Solinas e si dimetta".

Frase che ha dato il là al duro attacco del governatore sardo. "Nelle prossime ore scriverò al presidente della Repubblica Sergio Mattarella che è il garante non solo dell'unità, ma anche del coordinamento e del rispetto tra tutte le istituzioni del Paese", ha dichiarato Christian Solinas.

"Non è possibile - ha aggiunto il governatore - che nella logica e nella dinamica istituzionale un ministro non convochi un assessore che chiede più volte di interloquire con lei e ritenga invece di convocare l'opposizione per poi rilasciare le dichiarazioni che abbiamo letto. Il ministro De Micheli non ci tratta come interlocutore istituzionale, ma come opposizione politica al suo governo".

Esponenti dell'opposizione in Sardegna (foto Facebook)
Esponenti dell'opposizione in Sardegna (foto Facebook)

A leader leghista e al governatore hanno replicato le opposizioni in Sardegna.

"Bisogna proprio avere la faccia come quella di Pinocchio per riuscire a mentire come fa Solinas: sostenere che il ministro abbia convocato noi e non l'assessore regionale ai Trasporti è una menzogna che si aggiunge alle altre", ha affermato Massimo Zedda. "Si scopre, inoltre, che non è vero che si è occupato della vicenda in prima persona, ma avrebbe delegato su una vertenza così rilevante l'assessore ai Trasporti che aveva già dato prova di non essere all'altezza".

Infine, sulla convocazione: "Siamo stati noi che, a fronte dell'inerzia del presidente della Regione, abbiamo chiesto un incontro a De Micheli sulla vicenda di Air Italy e sulla continuità. Mostrino i documenti, mostrino le loro prove o presentino le dimissioni. La verità è che la Giunta sardo-leghista sulla continuità non sa cosa fare".

Sul caso è intervenuta anche la capogruppo M5S in consiglio regionale, Desirèe Manca: "Quante prese in giro presidente Solinas, adesso si faccia carico delle sue responsabilità e cominci a lavorare sul serio. Persino il ministro De Micheli ha bacchettato Solinas, la sua inadeguatezza è tale per cui Matteo Salvini è ancora una volta costretto a venire in soccorso, attaccando il ministro per sviare l'attenzione dalle responsabilità della Giunta sarda, colpevole di tante figuracce. Solinas prova a far ricadere sul governo le responsabilità del disastro, dimenticando la brutta figura rimediata con la Ue, davanti a cui ha presentato un progetto già bocciato per ben due volte".

"È stato il governo - ricorda la pentastellata - a scongiurare, grazie alle interlocuzioni con Bruxelles, che da aprile la Sardegna resti senza collegamenti. Sarebbe però interessante capire come Solinas impiegherà i dieci mesi di tempo concessi per presentare un piano valido".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...