CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

in centro

Oasi pedonale e più spazi per i locali: Oristano lancia la sfida all'estate

Le idee della giunta per rilanciare il commercio dopo l'emergenza virus
il centro di oristano (l unione sarda v pinna)
Il centro di Oristano (L'Unione Sarda - V.Pinna)

Centro storico chiuso al traffico nelle serate del fine settimana, ampliamento delle aree pubbliche per tavolini di bar e ristoranti senza pagare il canone. È questa la ricetta del Comune di Oristano che ha risposto alle richieste degli operatori del centro ma anche delle frazioni. La Giunta Lutzu oggi ha approvato la delibera per un Piano di concessione del suolo pubblico per il rilancio delle attività e degli esercizi pubblici della città, delle frazioni e delle borgate.

"L'obiettivo è dare la possibilità a bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie ma anche negozi di ampliare gli spazi pubblici o installare temporaneamente nuovi dehors, senza aumento dei costi per l'occupazione dello spazio pubblico e con procedura semplificata e veloce", spiegano il sindaco Andrea Lutzu e l'assessore alle Attività produttive Maria Bonaria Zedda.

Questa misura si aggiunge alla sospensione dell'imposta di soggiorno, agli sgravi sulla Tari per un totale di 300mila euro oltre alle altre misure varate in campo nazionale e regionale per sostenere gli imprenditori in questa fase di grave crisi. Il Piano prevede che la pulizia degli spazi sia a cura degli operatori commerciali che li utilizzeranno.

La chiusura al traffico veicolare di tutto il centro storico scatterà in forma sperimentale dal 1 giugno al 31 ottobre, dal venerdì alla domenica, per 6 ore, dalle 20 alle 2, riguarda l'area del centro. Sarà ovviamente consentito il passaggio dei mezzi di soccorso e di quelli forze dell'ordine, nonché di quelli utilizzati per accompagnare soggetti a ridotta capacità di deambulazione, muniti di apposito contrassegno, sempre per primarie esigenze di salute.

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...