CRONACA SARDEGNA - GALLURA

arzachena

Zeneb, ammazzata a calci e pugni: 21 anni di carcere ai due imputati

A sentenza il processo per il femminicidio commesso nel 2018. L'accusa aveva chiesto l'ergastolo
il tribunale di sassari (archivio l unione sarda)
Il tribunale di Sassari (Archivio L'Unione Sarda)

La corte d'Assise di Sassari ha condannato a 21 anni di carcere Jalal Hassissou e Soufyane El Kherad, ritenuti responsabili dell'omicidio di Zeneb Badir, uccisa nella casa di uno stazzo, ad Arzachena, nel luglio del 2018.

Il procuratore di Tempio, Gregorio Capasso, aveva chiesto l'ergastolo.

I due imputati, entrambi marocchini, come la vittima, avrebbero prima colpito ripetutamente Zeneb Badir con pugni e calci, quindi l'avrebbero lasciata agonizzare per ore.

La corte d'Assise ha accolto le richieste degli avvocati difensori Agostinangelo Marras e Cristina Cherchiriguardo riguardo alle aggravanti.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}