CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

il dibattito

Certificato "No Covid", anche Salvini frena. Solinas: "Il test lo chiedono anche in Serie A"

Il leader della Lega: "No alle barriere per gli italiani in vacanza". Il governatore non arretra: "Vogliamo una cautela in più"
passeggeri a elmas (archivio l unione sarda)
Passeggeri a Elmas (Archivio L'Unione Sarda)

Passaporto sanitario? “Credo che meno barriere mettiamo agli italiani che vogliono fare le vacanze in Italia e meglio è”.

Così Matteo Salvini, ospite di Massimo Giletti a “Non è l’Arena” su La7, a proposito delle garanzie che sono intenzionati a chiedere alcuni governatori, come quello sardo Christian Solinas e quello siciliano Nello Musumeci, ai turisti in arrivo per le vacanze estive.

Il leader della Lega ha auspicato, anche a fronte dei paletti messi da molti Paesi europei agli arrivi dei vacanzieri del Belpaese, “che gli italiani scelgano di fare le proprie ferie nelle località italiane”, godendosi “lo splendido mare della Sicilia e della Sardegna”. Per questo, pur ritenendo legittima l’esigenza degli amministratori di contenere il rischio contagio, l'ex vicepremier si è detto convinto della necessità di non imporre troppi ostacoli agli spostamenti.

Ospite della trasmissione anche lo stesso Solinas, che ha però ribadito ancora una volta: "Quella sul passaporto sanitario è una querelle che sembra costruita a tavolino. Chiediamo semplicemente una certificazione di negatività, ovvero un documento che attesta che nei giorni immediatamente precedenti alla partenza sei negativo al Covid. La stessa cosa, del resto, la richiedono per la ripartenza della Serie A, per la Bundesliga e per il cinema". Senza contare - ha proseguito il governatore, che "su tutti i siti delle regioni, dalla Lombardia al Lazio, ci sono elenchi di laboratori dove è possibile effettuare tali test".

Dunque, ha concluso Solinas, "non c'è nessuna forma di razzismo" nei confronti delle regioni del Nord, le più copite dal Covid-19, bensì solo una forma di "cautela" per evitare nuovi contagi importati.

Del certificato di negatività ha parlato anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. "La paura che qualcuno possa arrivare infetto e mettere sotto stress il sistema esiste, non è però il passaporto sulle immunità la soluzione, ma un dialogo va fatto e bisogna andare incontro alle paure dei residenti", ha detto il viceministro 5 Stelle, in linea con la posizione del governo Conte, che continua ad essere contrario alla proposta avanzata da Villa Devoto.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}