CULTURA

edilizia

Sette cantieri per completare e ammodernare l'Università di Sassari

Gli spazi dedicati alla didattica e alla socialità
il rendering di uno dei progetti universitari (foto concessa)
Il rendering di uno dei progetti universitari (foto concessa)

Nonostante il lockdown per il Covid-19 proseguono i sette cantieri avviati quest'anno. Sono opere edilizie importanti che comportano un impegno economico di 70 milioni di euro per l'Università di Sassari. "Si tratta di ripensare e rinnovare gli spazi per la didattica in base alle nuove esigenze e richieste di servizi e socialità da parte degli studenti" come ha sottolineato Simone Loddo, dirigente dell'Area edilizia dell'ateneo sassarese nella conferenza stampa di presentazione alla quale hanno partecipato anche il rettore Massimo Carpinelli e il direttore generale Cristiano Nicoletti.

Il rendering di uno dei progetti universitari (foto concessa)
Il rendering di uno dei progetti universitari (foto concessa)

Il progetto più imponente riguarda la realizzazione del Polo Umanistico di via Roma, via Zanfarino e via Diaz (nell'ex Istituto Ciechi) che sfiora gli 11 milioni di euro, senza considerare la progettazione e le forniture.

Dal punto di vista storico il più interessante è invece la ristrutturazione del complesso di piazza Università con la riqualificazione dell'ex Estanco e il restauro della Torre Tonda. La spesa ammonta a circa 12 milioni, 9 dei quali per l'appalto.

Il rendering di uno dei progetti universitari (foto concessa)
Il rendering di uno dei progetti universitari (foto concessa)

Attesi da anni i lavori di completamento funzionale del Polo Bionaturalistico di Piandanna e dell'orto botanico. L'appalto sfiora i 7 milioni.

L'Università di Sassari conta di terminare i lavori tra il 2021 e il 2022.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}