È stato presentato, nella sala conferenze della Fondazione Meta di Alghero, a Lo Quarter, il BNP World Team Cup Wheelchair tennis.

Il campionato del mondo a squadre per nazioni inizierà lunedì 1 maggio sui campi del Tennis club Alghero e dell'hotel Baia di Conte (con ingresso libero tutta la settimana), dove saranno presenti oltre 180 atleti in rappresentanza di 24 Nazioni.

Saranno complessivamente 42 le squadre che si daranno battaglia per il trofeo, suddivise in quattro categorie: uomini, donne, quad, e junior. La competizione a squadre prevede due singolari e un doppio. Le gare inizieranno tutti i giorni alle ore 9.30 e proseguiranno per tutta la giornata.

Oltre a illustrare la manifestazione sportiva, apice della stagione del wheelchair tennis mondiale, ne è stata ricordata anche l'importanza dal punto di vista turistico e, soprattutto, di inclusione.

"Dopo Tokyo, Alghero. Per noi è un motivo di orgoglio. È un grandissimo evento. La città si presenta con un lavoro fatto negli anni", ha esordito il primo cittadino, Mario Bruno, che ha sottolineato l'arrivo di atleti da tutto il mondo "grandi, che ci dicono che c'è sempre la possibilità di rimettersi in gioco nonostante tutto, di farlo ad altissimi livelli, in qualsiasi situazione ci troviamo", ringraziando il Tc Alghero e la Sardinia Open, l'associazione organizzatrice.

"Unico evento mondiale, che porta tantissime nazioni in Sardegna", ha dichiarato Paolo Poddighe, presidente regionale del Comitato italiano paralimpico, che ha sottolineato come Alberto Corradi, presente nella sua doppia veste di presidente della Sardinia Open e di portacolori azzurro nella categoria Quad, sia riuscito a far arrivare questa manifestazione ad Alghero, portando avanti un torneo di livello assoluto. "Dopo diciassette anni di Sardinia open, abbiamo coronato un sogno portando ad Alghero la coppa del mondo in tennis in carrozzina. Un evento unico, storico. Una grande vetrina che porterà qui 500 persone tra atleti, allenatori, accompagnatori, tifosi e famiglie. Faccio un plauso a tutta l'organizzazione, che sta impegnandosi per far si che tutto vada come deve".

"La macchina organizzativa, con Alberto e Giovanna, è una garanzia", ha chiosato Fabio Fois, presidente del Tc Alghero; alla conferenza erano presenti anche l'assessore comunale allo Sport Antonello Usai, il presidente della Fondazione Meta Raffaele Sari Bozzolo, e l'assessore comunale Marisa Castellini.

La manifestazione sarà inaugurata ufficialmente lunedì 1 maggio, nel porto di Alghero, con la presentazione di tutte le nazionali che sfileranno dal Piazzale della Pace fino al palco, dove saranno accolte dalla madrina della manifestazione Elisabetta Canalis, che condurrà tutta la serata coordinando gli ospiti che si esibiranno dalle 17.

Prometto che mi troverete anche truccata e pettinata. Ragazzi vi aspetto ⚾️🏸 Hey guys, hope to see you there #wheelchairtennis cup 2017

Un post condiviso da Elisabetta Canalis (@littlecrumb_) in data:

Prometto che mi troverete anche truccata e pettinata. Ragazzi vi aspetto ⚾️🏸 Hey guys, hope to see you there #wheelchairtennis cup 2017

Un post condiviso da Elisabetta Canalis (@littlecrumb_) in data:

Previste le esibizioni di Pino e Gli anticorpi, I Bertas con la Corale Antonio Vivaldi, Carletto e i suoi mostri. Saranno presenti per un saluto agli atleti il presidente della Federazione italiana tennis Angelo Binaghi e il presidente del Comitato paralimpico italiano Luca Pancalli.

16 Nazionali partecipanti categoria Men: Argentina, Australia, Belgio, Corea, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Olanda, Spagna e Svezia (entrate per classifica); Cina e Italia (wild card); Brasile, Polonia, Tanzania e Thailandia (qualificate). 12 Nazionali partecipanti categoria Women: Cile, Cina, Francia, Giappone, Olanda, Russia, Thailandia e Usa (per classifica); Italia (wild card); Brasile, Kenia e Svizzera (qualificate). 8 Nazionali partecipanti categoria Quad: Canada, Corea, Gran Bretagna, Giappone, Israele e Stati Uniti (per classifica); Italia e Olanda (wild card). 8 Nazionali partecipanti categoria Juniors: Cile, Gran Bretagna, Olanda e Usa (per classifica); Brasile, Canada, Russia e SudAfrica (wild card).
© Riproduzione riservata