SPORT - CALCIO REGIONALE

Promozione

Sant'Elena, salvezza a un passo. Per l'Ossese un sogno chiamato Eccellenza

Gli uomini di Luca Ravastini sono fuori dalla zona playout che però non è distante. Per l'Ossese è un buon momento
luca meloni direttore generale del sant elena (foto l unione sarda serreli)
Luca Meloni, direttore generale del Sant'Elena (foto L'Unione Sarda - Serreli)

In casa Sant'Elena la concentrazione è altissima.

L'obiettivo è quello di raggiungere la salvezza e conservare quindi un posto in Promozione anche per la prossima stagione. A due giornate dalla fine dei giochi, gli uomini di Luca Ravastini sono fuori dalla zona playout che però non è distante.

"Siamo in perfetta linea con i programmi di inizio stagione - dice il direttore generale, Luca Meloni -. Società, staff e giocatori stanno lavorando con serietà e professionalità remando tutti verso la stessa direzione. A questo si aggiunge la crescita di tutta la scuola calcio e del settore giovanile".

Resta il rammarico per i due punti persi col Carloforte, formazione già retrocessa. Negli ultimi due impegni i quartesi avranno due scontri diretti. Il 28 aprile affronteranno in casa il Gonnosfanadiga e nelle quindicesima e ultima giornata di ritorno faranno visita al Villasor.

"Siamo impegnati e concentrati - conclude Meloni - per raggiungere l'obiettivo".

IL GIRONE NORD - È adesso l’Ossese a comandare nel girone B di Promozione. Dopo una lunga rincorsa, la squadra di Giuseppe Cantara nell'ultima giornata ha messo freccia e sorpassato il Li Punti di Sassari che ha comandato a lungo il girone.

Il vantaggio da gestire nelle due gare che restano da giocare è di due punti.Come a dire che ci sarà ancora da soffrire. Leoni e compagni alla ripresa del torneo affronteranno in casa l’Usinese e poi giocheranno a Macomer con la Macomerese.

Mentre il Li Punti farà prima visita al Thiesi, terza forza del torneo a meno quattro dal secondo posto, e chiuderà tra le mura amiche contro il Calangianus. Li Punti che ha pagato il mal di trasferta in questo finale (perse le ultime quattro gare esterne). "Ora che siamo in testa", dice il dirigente dell’Ossese, Piero Canu, "non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia. Non abbiamo ancora vinto nulla".

Tanta prudenza insomma in casa Ossese. Ma la squadra attraversa davvero un buon momento. Mister Cantara è fiducioso. "Bisogna lavorare. Gli avversari sono fortissimi. Si deciderà tutto all'ultima giornata".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...