SPORT - CALCIO

cagliari-milan

Di Francesco: "Io primo responsabile di questa situazione, dobbiamo dare di più"

"Rappresentiamo una squarra storica, dobbiamo fare meglio"
(foto cagliari calcio)
(Foto Cagliari Calcio)

Alla vigilia della partita contro il Milan capolista Di Francesco deve rinunciare anche a Ounas, bloccato da un risentimento ai flessori della gamba destra. L'algerino si aggiunge ai lungodegenti Carboni, Faragò e Klavan e a Pisacane. Nella lista dei convocati, oltre al nuovo acquisto Duncan, anche i giovani Boccia e Delpupo.

Dall'altro lato è ancora più lunga la lista degli assenti. Il Milan che ritrova Ibrahimovic perde due pezzi da novanta come Calhanoglu e Theo Hernandez causa Covid. I due si aggiungono a Rebic e Krunic, anche loro positivi al virus, a Bennacer e Leao, con l'incognita Saelemaekers, non si sa ancora se il belga - di rientro da un infortunio - sarà fra i titolari.

"Rappresentiamo una squadra storica, dobbiamo dare tutti quel qualcosa di più che è mancato in certi momenti o che abbiamo avuto solo parzialmente", afferma Eusebio Di Francesco alla vigilia del match. "Importante l'approccio, dovremo essere meno timidi rispetto a Bergamo, ma domani metteremo dentro esperienza, determinazione, cattiveria agonistica, voglia di rimanere in partita, contro una squadra che come rendimento è una delle prime del 2020".

Quattro sconfitte di fila e una vittoria in campionato che manca dal 7 novembre: "Mi sento il primo responsabile di questa situazione, spetta e me trovare soluzioni e uomini giusti per far rendere al meglio la squadra. Fa rabbia perché vedendo come i ragazzi si allenano ogni giorno mi sarei aspettato una classifica diversa. In alcune partite avremmo meritato di più, ma sono convinto che alla fine i conti torneranno".

Uno dei grandi problemi secondo il mister è la "discontinuità all'interno delle partite".

Sugli avversari: "Pioli ha fatto un gran lavoro e il Milan ha costruito una squadra vera, che lavora bene insieme e ha un giocatore su tutti, Ibrahimovic. Lo svedese è unico, accentra anche il modo di giocare, perlomeno questo dicono dati e statistiche, lo cercano molto e noi dovremo togliergli le fonti di gioco".

Duncan è già a disposizione: "Si è allenato oggi con noi per la prima volta. Lo conosco benissimo per averlo allenato al Sassuolo e sono felice di riaverlo. L'ho voluto fortemente. Posizione ideale? Centrocampista, mezzala che può essere anche utilizzato come mediano nel centrocampo a due, dipende dalle esigenze della squadra".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}