SPORT - CALCIO

Serie D

Retrocessione causa virus, il Budoni non ci sta: "Pronti a tutelare i nostri interessi"

Il club sardo "dispiaciuto" per la proposta della Lega di condannare le ultime quattro squadre in base alla classifica al momento dello stop al campionato
(foto lega nazionale dilettanti)
(Foto Lega Nazionale Dilettanti)

Il Budoni non ci sta e contesta la proposta avanzata dalla Lega nazionale (ancora da ratificare dalla Figc) che prevede la retrocessione a tavolino e non sul campo delle ultime quattro in classifica dei gironi della Serie D, "quando ancora mancano otto giornate al termine del campionato e quando nessuna squadra è matematicamente retrocessa".

La dirigenza del Budoni - in una nota - si dice "dispiaciuta" della decisione presa e annuncia "tutte le azioni necessarie per la tutela dei propri interessi".

La società, inoltre, ringrazia il presidente della Torres Salvatore Sechi per la solidarietà ricevuta.

In sostanza, la proposta della lega condannerebbe il Budoni all'Eccellenza assieme ad Anagni, Ladispoli e Tor Sapienza, altra società che sembra non intenzionata ad accettare la proposta della Lega.

Una proposta che dovrà essere ufficializzata ai primi di giugno.

Il Budoni al momento dello stop al campionato per l'emergenza virus, a inizio marzo, occupava il 18esimo posto con 16 punti. Alla fine mancavano però ancora otto giornate durante la quali la squadra avrebbe anche potuto conquistare la salvezza sul campo. Da qui la protesta di oggi.

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...