SPORT - CALCIO

brescia-cagliari

Doppiette di Joao e Torregrossa: al Rigamonti finisce in parità

Partita sull'ottovolante: rossoblù avanti, raggiunti e superati, riagguantano il pari e vanno anche vicini al 3-2
joao pedro festeggia la doppietta (ansa)
Joao Pedro festeggia la doppietta (Ansa)

Il Cagliari muove la classifica ma non torna a vincere. A Brescia finisce 2-2 con doppiette di Joao Pedro e Torregrossa. I rossoblù vanno avanti, si fanno raggiungere e superare, ritrovano il pari e sfiorano anche la vittoria (QUI la cronaca minuto per minuto). Da rivedere, ancora una volta, la difesa: altri due gol subiti, e fanno 26 nelle ultime 11 partite.

Undici titolare praticamente scontato quello di Rolando Maran: Olsen, Faragò, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone.

Corini lascia in panchina Balotelli e risponde con: Joronen, Sabelli, Cistana, Chancellor, Mangraviti; Romulo, Tonali, Ndoj; Spalek; Donnarumma, Torregrossa.

PRIMO TEMPO - Prima frazione di gioco piacevole, con entrambe le squadre che badano poco al possesso e molto alle verticalizzazioni. Si cerca subito di arrivare in porta. Il Cagliari parte bene e costruisce due buone chance nei primi tre minuti. Simeone e Pisacane si ostacolano a vicenda in area su un bel cross di Nainggolan, poi è ancora Cholito a proteggere bene la sfera su un lungo lancio, a girarsi e concludere a tu per tu con Joronen, che gli si oppone.

Ma le Rondinelle iniziano a prendere campo e costruiscono due occasioni ben più ghiotte di quelle rossoblù. Torregrossa sfrutta un errore di Pellegrini, lo salta e conclude: sulla respinta di Olsen si fionda Ndoj che a porta spalancata manda clamorosamente alle stelle. Al 17' una bella punizione di Sabelli sfiora il montante.

Al 20' Cagliari in vantaggio, ed è tutto molto bello. Pregevole la manovra Nandez, Cigarini, Faragò e ancora Nandez, al bacio il cross dell'uruguaiano, imperioso lo stacco di Joao Pedro che prende il tempo a Cistana, lo sovrasta e mette in rete con un gran colpo di testa. I festeggiamenti durano poco, perché al 27' il Brescia agguanta il pari: fallo e ammonizione per Pisacane (che salterà la prossima), punizione cross di Tonali e inzuccata vincente di Torregrossa che svetta tra Klavan e Faragò.

L'ultimo quarto d'ora è a senso unico, un dominio del Cagliari - anche grazie alla qualità di centrocampisti come Nandez, Rog e Nainggolan - che tuttavia non viene concretizzato. Pregevole giocata di Nandez in mezzo a due e assist per Joao in area, si oppone Joronen. Al 33' percussione del Ninja, che scambia con il solito Nandez e conclude da dentro l'area, tiro deviato e angolo. Due minuti dopo sale sugli scudi Rog: fantastica azione personale e filtrante al bacio per l'inserimento del Cholito, che spreca malamente a tu per tu con Joronen.

Si chiude con un'altra incursione di Nainggolan che non trova la porta, e con Klavan che manca per poco la deviazione di testa sotto porta.

Rog contro Sabelli (Ansa-Venezia)
Rog contro Sabelli (Ansa-Venezia)

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un doppio cambio bresciano a centrocampo (l'ex Dessena e Bjarnasson per Ndoj e Spalek) e con un gol pazzesco ancora di Torregrossa. L'attaccante al 4' fa partire dai trenta metri un sinistro strepitoso che si infila sotto l'incrocio dei pali, è il gol della domenica.

Gli animi si accendono: doppio giallo per Nandez e Tonali, poi due bombe da fuori di Nainggolan prima e di Sabelli poi trovano l'opposizione dei portieri. Un brutto intervento dei bresciani costringe Rog a lasciare il campo, al suo posto Ionita al 53'. Dopo due minuti Cagliari vicinissimo al 2-2: Nainggolan pesca Joao Pedro con un bellissimo assist, di testa il brasiliano manda di poco alto sopra la traversa.

Il Cagliari si riversa in avanti, spinto da un coriaceo Nainggolan che guida la squadra, ma spesso i rossoblù sbagliano l'ultimo passaggio. Così ci vuole un grave errore di Romulo per agguantare il pari: passaggio killer su cui si fionda alla perfezione Cholito, messo giù in area da Tonali. Dal dischetto Joao Pedro batte Joronen per il 13esimo gol in campionato (record personale) e il meritato 2-2.

Due minuti dopo, al 70', è ancora Joao Pedro ad andare vicinissimo alla tripletta: controlla in area un lancio perfetto di Nainggolan e conclude di sinistro, molto bravo ad opporsi Joronen.

Quindi Maran inserisce Oliva per Cigarini, Corini risponde con Balotelli al posto di uno spento Donnarumma. Subito dopo un colpo di testa su corner di Chancellor colpisce la parte alta della traversa. Momento difficile per gli uomini di Maran: altro brivido al 77' quando Torregrossa sovrasta Pisacane in area, ma il suo colpo di testa sfiora la traversa.

All 81' sciocchezza di Balotelli: colpisce con un calcio in faccia Pisacane, viene ammonito e manda due volte (platealmente) a quel paese Giua che a quel punto può solo espellerlo (IL VIDEO). Dura appena otto minuti la sua partita.

Il Cagliari si spinge in avanti alla ricerca della vittoria: all'87' è Nainggolan a sfiorare il 3-2 con un destro a pelo d'erba su cui Joronen si oppone non senza difficoltà in due tempi. Maran la vuole vincere, e all'89' lancia nella mischia anche Cerri al posto di Nandez. Al 91' Faragò viene pescato in area da Pellegrini ma tarda la conclusione sprecando una buona chance.

Ancora Cagliari al 93': il cross di Faragò è pregevole, ma Joao non ci arriva per un soffio. Poi tocca a Cerri, stop e tiro da dentro l'area, debole, poteva fare meglio. L'ultimo assalto fallisce con Faragò che non riesce a trovare il cross. E finisce così, 2-2. Un po' di amarezza, anche se si torna a far punti.

Si resta sesti anche al termine di questa 20esima giornata, ma le altre sono vicine, e alla prossima si torna a San Siro contro l'Inter. Con la consapevolezza che dietro c'è ancora tanto da lavorare: ormai il Cagliari non riesce più a concludere una partita senza subire due gol.

(Unioneonline/L)

LE PAGELLE

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...