SPORT - CALCIO

il protagonista

Ragatzu: "È un sogno, aspettavo questo momento da anni"

Le parole di Ragatzu e Rog dopo la partita contro il Sassuolo
(ansa campanini)
(Ansa-Campanini)

Doppia gioia oggi in casa Ragatzu: oltre al più noto Daniele, oggi ha segnato anche il fratello Mauro, con la maglia della Nuorese, in serie D.

L'attaccante quartese parla del suo momento magico, due gol in pochi giorni con la maglia rossoblù: prima in coppa alla Samp, poi oggi per il pari contro il Sassuolo. "L'emozione di oggi è la più bella di tutte, supera anche quelle per i primi gol segnati col Cagliari, anni fa. Non ci sono parole per descriverla, ho realizzato il mio sogno: questo momento lo aspettavo da anni, ora me lo voglio godere".

"Non potevo proprio sbagliare - aggiunge - ero davanti al portiere e ho calciato di prima. È stato bravo Joao a toccarla".

Quanto alla partita, "oggi non è stato il solito Cagliari, ma abbiamo pagato un po' di stanchezza, è stato un match durissimo contro un Sassuolo che gioca veramente bene, ma è uscito fuori il carattere della squadra, non molliamo mai".

E anche Marko Rog, che salterà la prossima per squalifica, ha solo apprezzamenti per Ragatzu: "Si merita questo gol, questa gioia, perché lavora tanto e si è fatto trovare pronto. Come anche Cerri".

Un Cagliari mai domo, sottolinea il croato: "Tutto il gruppo dà il cento per cento, ognuno si sacrifica e così è più facile recuperare anche svantaggi pesanti. Non abbiamo mai smesso di crederci e siamo stati premiati".

La squadra è forte "ma deve migliorare ancora, e cerchiamo di farlo ogni giorno in allenamento". "Andiamo avanti così, senza guardare troppo in là, c'è tanto da giocare ma finché siamo in alto continueremo a sognare".

Il centrocampista salterà la prossima partita per squalifica, un vero e proprio big match in programma il 16 dicembre alla Sardegna Arena contro la Lazio: "Mi dispiace non esserci, sarà una gara bellissima contro un avversario forte e in forma, ma chi giocherà al mio posto sarà sicuramente all'altezza".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...