SPORT - CALCIO

salvezza a un passo

Il Cagliari batte il Frosinone: decide Joao Pedro su rigore

I rossoblù, in 10 nel finale, portano a casa altri 3 punti pesantissimi. I ciociari sprofondano verso la B

Il Cagliari vince ancora alla Sardegna Arena, incamerando altri tre punti preziosi.

Contro il Frosinone, nella 33esima giornata di Serie A, finisce 1-0 per i rossoblù.

A decidere è un calcio di rigore trasformato da Joao Pedro nel primo tempo.

LE FORMAZIONI - Nella sfida contro i ciociari Maran è costretto a rinunciare a Pisacane, Pellegrini e Cacciatore e a reinventare la difesa a protezione di Cragno. Spazio dunque a Srna, Ceppitelli, Klavan e Lykogiannis.

A centrocampo out Barella, squalificato, e dentro Birsa, assieme a Faragò, Cigarini e Ionita.

In avanti il consueto tandem Joao Pedro-Pavoletti.

I ciociari rispondono invece con Sportiello, Ariaudo, Goldaniga, Capuano, Paganini, Valzania, Maiello, Zampano, Beghetto, Ciofani e Ciano.

Arbitra Abisso.

PRIMO TEMPO - Il Cagliari parte subito bene e sin dai primi minuti prende in mano le redini della partita.

Ma, nonostante il possesso palla rossoblù, sono gli ospiti a creare le prime due vere occasioni.

La prima, dopo 6 minuti, capita a Paganini, che riesce a calciare da buona posizione, ma per fortuna di Cragno svirgola, spedendo alto.

Poi è Ciofani che manca il bersaglio, al 23’.

Passano però due minuti e i padroni di casa ottengono il vantaggio.

Cross di Srna dalla destra, la palla arriva a Ionita che viene travolto in area da Zampano. Abisso non ha dubbi e assegna il calcio di rigore.

Sul dischetto si presenta Joao Pedro che non sbaglia: Sportiello spiazzato e 1-0.

Poi è solo Cagliari.

Al 37’ Lykogiannis ci prova dal limite, ma il suo tiro è senza pretese.

Un minuto dopo Pavoletti spedisce alto.

Più ghiotta, invece, l’occasione per Faragò al 41’: cross dalla sinistra di Birsa, ma il numero 24 non riesce a impattare da due passi.

Il tempo si chiude con un tiro a scendere dalla distanza di Cigarini, che termina però sopra la traversa.

Joao Pedro esulta dopo il gol (Ansa)
Joao Pedro esulta dopo il gol (Ansa)

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un’altra occasionissima per il Cagliari: è Pavoletti, dopo un minuto, a calciare a rete dal limite, ma trova la pronta risposta di Sportiello.

Al 58’ Maran perde Klavan: toccato duro in uno scontro di gioco con Paganini, il centrcampista estone è costretto a lasciare il posto a Romagna.

Poi le emozioni si fanno più avare.

È comunque il Cagliari a mantenere l’inerzia del gioco.

La chance per il 2-0 arriva al 64’ quando Srna pesca bene in area Ionita, ma il numero 21 di testa manda alto.

Per vedere un altro tiro in porta bisogna aspettare il 71’, quando Ciano ci prova da fuori area, ma il tiro dell’attaccante finisce dritto tra i guantoni di Cragno.

Sul rovesciamento di fronte, il Cagliari va vicinissimo al raddoppio: cross perfetto di Ionita, Pavoletti di testa cerca di servire la specialità della casa, ma Sportiello con la coscia gli nega la gioia del 13esimo gol stagionale.

Al 72’ nuovo cambio per i rossoblù: fuori Birsa, dentro Padoin per dare una mano alla difesa.

Al 74’ ancora Cagliari: Ionita va in percussione, quindi serve in area Joao Pedro. Purtroppo il destro del brasiliano è debole e non impensierisce Sportiello.

Cinque minuti dopo i rossoblù restano in 10: Faragò (già ammonito) entra in contatto con Beghetto. Il tocco del numero 24 è particolarmente duro e Abisso estrae il rosso.

La partita si scalda e un minuto dopo è Joao Pedro a prendersi il giallo, dopo un duello ruvido con Goldaniga.

Sulla punizione seguente – un corner corto – Ciano prova a sorprendere Cragno tirando direttamente in porta. Il portierone rossoblù, però, si oppone con i pugni e devia in corner.

Ringalluzzito dalla superiorità numerica, il Frosinone si getta in avanti per cercare il pareggio.

Maran allora si copre, togliendo Joao Pedro e inserendo Deiola.

Abisso concede 5 minuti di recupero e i rossoblù sono costretti a stringere i denti.

Per fortuna gli ospiti non riescono a creare troppi pensieri alla retroguardia sarda.

E così al triplice fischio il Cagliari può mettersi in tasca i 3 punti che vogliono dire quota 40 e +11 sulla terzultima, con altre sei squadre nel mezzo.

La salvezza, ormai, è solo questione di matematica.

Ennesima sconfitta, invece, per il Frosinone, che sprofonda ulteriormente nel baratro serie B.

(Unioneonline/l.f.)

- LE PAGELLE: LEGGI

- LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

- SERIE A: I RISULTATI

- I VIDEO -

L'annuncio di Giulini:

Il mister del Frosinone:

L'ex ds Capozucca:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...