SPETTACOLI

L'iniziativa

La lirica non molla: teatri "aperti" in streaming

Palinsesto unico realizzato da 12 fondazioni
(foto ansa)
(foto Ansa)

Un palinsesto unico di produzioni in live-streaming realizzate ad hoc, in assenza di pubblico ma con gli artisti in presenza, che sarà trasmesso e condiviso attraverso gli strumenti informatici di tutte le Fondazioni. Le 12 fondazioni liriche italiane aderenti all'Anfols reagiscono così, con un progetto che hanno voluto intitolare "Aperti nonostante tutto", alla chiusura dei teatri disposta dall'ultimo Dpcm. Ma rilanciano anche oggi al governo un appello perché ci ripensi.

"Siamo consapevoli della gravità e della delicatezza della situazione generale in cui versa il Paese e non possiamo non prendere atto delle parole del Presidente del Consiglio e del Ministro Franceschini con riferimento alle recenti decisioni del governo" spiegano Francesco Giambrone e Fulvio Macciardi, rispettivamente presidente e vicepresidente dell'Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche (ANFOLS) la cui assemblea si è riunita ieri. Ma aggiungono: "Compatibilmente con la gravità della situazione nella quale ci troviamo e con l'evoluzione del quadro epidemiologico, sollecitiamo, laddove possibile, di ripensare la decisione di chiudere i teatri e in ogni caso confidiamo nella volontà manifestata dal governo di ridurre al minimo questa fase di dolorosa chiusura. Abbiamo dimostrato in questi mesi che i teatri sono luoghi che possono essere messi in sicurezza in maniera da garantire la salute del pubblico e dei dipendenti. Anche se ci rendiamo conto che in questo drammatico momento la prima priorità è la salute pubblica".

Da qui la decisione di "rimanere aperti" online per tutto il mese di chiusura stabilito dal dpcm, che fissa il termine del 24 novembre: "Utilizzeremo tutti gli strumenti a nostra disposizione con l'obiettivo di scongiurare il blocco totale di tutte le attività e, soprattutto, di tenere vivo il rapporto con il pubblico e tutelare l'occupazione e il lavoro di centinaia di artisti e tecnici che operano nei nostri teatri".

Da parte dei teatri, sottolineano, "è una ulteriore assunzione di responsabilità nei confronti del Paese". Ciascun teatro fornirà produzioni in streaming realizzate ad hoc in assenza di pubblico che confluiranno tutte nel progetto "Aperti, nonostante tutto", una sorta di palinsesto nazionale offerto al pubblico dalle 12 Fondazioni liriche aderenti ad ANFOLS e condiviso attraverso gli strumenti informatici di ciascuna Fondazione, "una soluzione legata alla contingenza in atto e che mai potrà sostituire le attività dal vivo".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}