SPETTACOLI

il caso

Gatti morti o ustionati dopo lavaggi con candeggina, gli animalisti: "Indagate la D'Urso"

A Pomeriggio 5 fu invitato un veterinario che consigliava di lavare gli animali domestici con la candeggina per evitare che diffondessero il Covid
barbara d urso (archivio l unione sarda)
Barbara D'Urso (archivio L'Unione Sarda)

Gatti che muoiono o restano gravemente ustionati alle zampette dopo i lavaggi con la candeggina, e Barbara D'Urso che finisce nell'occhio del ciclone.

L'associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa) ha presentato alla Procura della Repubblica di Cremona un esposto per chiedere di accertare le eventuali responsabilità della trasmissione Pomeriggio 5 e la sua conduttrice e del suo ospite, il dottor Enrico Zibellini.

I fatti. Lo scorso 26 marzo 2020 l'ospite di Pomeriggio 5, il veterinario Enrico Zibellini, invita i proprietari di animali domestici "a lavare con una soluzione di acqua e candeggina le zampe e i polpastrelli per evitare che diffondano il Covid".

La conduttrice, ricorda l'Aidaa, diede spazio a quell'idiozia "che scatenò un vero e proprio inferno seguito dalle smentite dello stesso ordine dei veterinari", e la stessa D'Urso "cercò di mettere una pezza il giorno dopo parlando di un errore di comunicazione".

Dopo quella puntata un gatto di proprietà di una famiglia di Crema è morto dopo essere stato lavato con la candeggina, e l'associazione ha appreso da altri articoli e segnalazioni che "molti altri animali sono stati ustionati con la candeggina".

Per questo gli animalisti chiedono di verificare se "vi siano da parte della conduttrice o dell'ospite comportamenti che possano essere considerati penalmente rilevanti".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}