I SARDI NEL MONDO - NOTIZIE

L'appuntamento

Nino Garau, l'omaggio al partigiano sardo dal comune emiliano di Spilamberto

Una serata per ripercorrere il grande coraggio di Garau e degli altri partigiani della brigata "Casalgrandi"
nino garau (ansa)
Nino Garau (Ansa)

Un'iniziativa culturale in omaggio al partigiano cagliaritano Nino Garau, combattente sardo, nome di battaglia "Geppe", che alla guida della brigata "Casalgrandi" nella notte tra il 23 e il 24 aprile del 1945 liberò la città emiliana di Spilamberto dai nazifascisti prima dell'arrivo dell'esercito alleato.

L'appuntamento è proprio a Spilamberto per venerdì 19 aprile, dove nello spazio "Famigli" (viale Rimembranze 19) a partire dalle 20.30 verranno presentati il film "Geppe e gli altri", storia di vita del comandante partigiano sardo Garau, e il volume dell'Issasco (Istituto sardo per la storia dell'Antifascismo e della Società contemporanea) dal titolo "La Sardegna e la guerra di Liberazione", edito da Franco Angeli.

Partecipano gli storici Claudio Silingardi e Daniel Degli Esposti, il curatore del libro, Daniele Sanna, il regista del film, Francesco Bachis, Walter Falgio presidente dell'Issasco e il figlio del partigiano, Dino Garau.

Antonio Nino Garau, già segretario generale del consiglio regionale della Sardegna, è stato decorato al valore militare.

Nato a Cagliari nel 1923, vive in città. Allievo ufficiale dell'Accademia aeronautica di Caserta, dopo la Resistenza si laurea in Giurisprudenza. È cittadino onorario del Comune di Spilamberto dove ha ricevuto le chiavi della città. È stato membro effettivo del Consiglio superiore della Pubblica Amministrazione ed è stato insignito dal presidente del Coni della Stella d'argento al Merito Sportivo, dopo aver ricoperto incarichi dirigenziali nella Federazione italiana pallacanestro.

Nel film che sarà proiettato a Spilamberto, il comandante oggi 95enne della Brigata partigiana "Aldo Casalgrandi", operativa durante la Resistenza nel Modenese, ricostruisce per la prima volta attraverso il mezzo cinematografico la sua esperienza di lotta dall'8 settembre 1943 alla Liberazione. Frutto di un anno di riprese per 21 ore di girato, il documento prodotto nel 2012 dall'Issra e dal Laboratorio di Etnografia Visiva dell'Università di Cagliari, ripercorre i mesi dall'armistizio di Cassibile sino al 1945 restituendo la testimonianza diretta di un protagonista.

***

https://www.unionesarda.it/sardi-nel-mondo

Potete inviare le vostre lettere, foto, video e notizie a isardinelmondo@unionesarda.it

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...