POLITICA

La polemica

Solinas contro i 5 Stelle: "Sconnessi e marginali"

I pentastellati attaccano la "giunta fantasma". Dura la replica del governatore: "Di Maio in Sardegna solo in gita"
solinas e di maio (ansa)
Solinas e Di Maio (Ansa)

"Fin dal primo giorno del nostro insediamento stiamo affrontando le numerose vertenze e i problemi che abbiamo ereditato da cinque anni di una gestione politica superficiale. Appaiono pertanto lunari, se non fuori luogo, le dichiarazioni dei consiglieri regionali del M5S che evidentemente dimostrano di non saper distinguere bene la concretezza dalla propaganda. Come hanno invece ben fatto i sardi che anche alle ultime consultazioni elettorali hanno relegato il Movimento ad un ruolo marginale".

Così il governatore Christian Solinas ha deciso di rispondere alle dure critiche arrivate negli ultimi giorni da esponenti del Movimento 5 Stelle.

Quelli locali (che hanno puntato il dito contro la "giunta fantasma"), ma anche quelli nazionali, a cominciare dal vicepremier Luigi Di Maio, che proprio nel corso dell'ultima visita in Sardegna aveva definito la maggioranza che ha sostenuto Solinas alle regionali "un'accozzaglia" e che nel corso di un comizio ad Alghero ha anche invitato senza mezzi termini i sardi a non rivotare Lega e centrodestra alle prossime europee.

"Errare è umano, ma perseverare a votare coalizioni di centrodestra che vincono e poi se ne fregano e non si mettono d'accordo sulla pelle della popolazione è un errore che è il caso di non fare più", le parole del capo politico del M5S.

Ora arriva la replica di Solinas, che definisce le periodiche visite dei big pentastellati nell'Isola, come quella di Di Maio, "sconnesse escursioni elettorali o ancora peggio allegre gite fuori porta senza alcun beneficio per i sardi".

Quanto alla giunta "dimezzata", Solinas replica: "La Giunta regionale esiste, il suo presidente e gli assessori sono concretamente impegnati e lo stiamo dimostrando con i fatti, sia sulla continuità aerea, che sulle vertenze del porto canale ed ex Alcoa, sia sulle decine di provvedimenti amministrativi adottati ogni giorno dalla Regione".

Poi la chiosa: "Insistere sventolando fantomatiche accuse significa costruirsi un comodo alibi per nascondere l'insipienza politica".

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...