CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

macabra scoperta

Stintino, ritrovata una carcassa di manta nello stagno di Cesaraccio

Il sospetto è che possa essere l'esemplare che tempo fa "giocava" coi bagnanti alle Tonnare
la carcassa di manta nello stagno (foto tellini)
La carcassa di manta nello stagno (foto Tellini)

Una carcassa di manta in avanzato stato di decomposizione è stata trovata nello stagno di Cesaraccio presso Stintino.

Lo stagno si trova proprio di fronte agli specchi d'acqua delle spiagge della Tonnara e delle Saline, alle quali l'invaso salmastro è collegato tramite uno strettissimo canale. Evidentemente lo splendido pesce è riuscito ad entrare ugualmente nello stagno ed è rimasto quindi intrappolato, trovando la morte. Sono in molti a collegare la carcassa ritrovata con la manta che alcune settimane fa si avvicinava giornalmente alla riva delle Tonnare e delle Saline e sembrava quasi volesse giocare con i bagnanti. Quella manta era diventata un'autentica star, immortalata con foto e video che hanno spopolato sul web. Non si saprà mai se si tratta dello stesso esemplare ritrovato senza vita, fatto sta che la macabra scoperta dello stsgno è dispiaciuta a tutti, turisti e residenti. Tra le prime a rinvenire la manta morta è stata Rossana, 47 anni, casalinga di Porto Torres."Stavo facendo un giro a bordo stagno con amiche - spiega - e all'improvviso abbiamo sentito un odore fortissimo. Poi la scoperta. Ci è dispiaciuto molto, perché se fosse lo stesso pesce con cui tutti facevano video e selfie avrebbe dovuto essere tutelato in altro modo ed essere magari salvato. Era solo una manta spaesata. Che serva da monito per un'altra occasione".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}