CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

il caso

Porto Torres, famiglia rom via dall'Ostello: "Presto avrà una casa"

A metà dicembre la firma dal notaio, poi il nucleo familiare, composto da 11 persone, potrà trasferirsi nella nuova casa
l ostello (foto pala)
L'ostello (foto Pala)

Soluzione abitativa definitiva per la famiglia rom che occupa dal 2014 l'Ostello della Gioventù di fronte la spiaggia di Balai. "A metà dicembre è prevista la firma del contratto dal notaio - ha detto l'assessore ai Servizi Sociali, Rosella Nuvoli - che consentirà al nucleo familiare composto da 11 persone di trasferirsi nella loro casa".

L'interlocuzione tra l'assessorato alle Politiche sociali, i nuclei di etnia rom e i privati che metteranno a disposizione gli spazi abitativi è in fase avanzata. A chiedere informazioni sullo stato delle trattative era stato il consigliere comunale Massimiliano Ledda. L'amministrazione punta al più presto a chiudere anche il campo rom, attraverso i fondi regionali ad hoc individuati tramite un progetto preparato lo scorso anno dagli uffici comunali e dall'assessorato ai Servizi sociali grazie al finanziamento della precedente giunta regionale.

"La famiglia che occupa l'Ostello ha mostrato grande collaborazione - ha spiegato l'assessore - perché ha accettato questo progetto e presto lasceranno la struttura di Balai che tornerà nella disponibilità della comunità".

Una casa non lontano da Porto Torres, dove il prezzo accessibile degli immobili consente di definire la compravendita e avviare un percorso di inserimento sociale come previsto dal programma stabilito dall'ex assessore regionale Arru, che aveva messo a disposizione della comunità Rom circa 280mila euro per trovare una soluzione abitativa.

Nei giorni scorsi la famiglia ha chiesto sostegno ad altri parenti per il trasloco, utilizzando un camper per il trasporto di alcuni mobili e materiale, secondo quanto previsto dal progetto la famiglia rom, infatti, dovrà lasciare pulito il proprio spazio concesso fino ad oggi, differenziando i rifiuti.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}