CRONACA SARDEGNA - SASSARI E PROVINCIA

santo domingo

Confessa la compagna 24enne
di Testoni: due sospetti in fuga

"L'ho soffocato io, poi con mia sorella e suo marito lo abbiamo legato". Dalla casa di Testoni sono scomparsi abiti, oggetti preziosi e i soldi che erano nella cassaforte
piero testoni (archivio l unione sarda)
Piero Testoni (Archivio L'Unione Sarda)

La donna fermata per l'omicidio di Piero Testoni, il pensionato di Tissi trovato morto sul letto, con i polsi legati, nel suo appartamento di Boca Chica, a Santo Domingo, ha confessato.

Lo fanno sapere le autorità dominicane. La giovane ha 24 anni, si chiama Arisleida Caraballo de la Cruz, e ha incolpato anche sua sorella e il marito, che sono in fuga. Poco dopo il ritrovamento del corpo, i vicini hanno dichiarato di aver visto due donne e un uomo uscire dall'appartamento nel condominio di via XX dicembre, in cui risiedono molti italiani che passano i mesi invernali a Santo Domingo.

De la Cruz ha ammesso di essere l'autrice materiale del delitto. Ha soffocato il 70enne, con cui aveva una relazione da quattro anni. Dopo averlo soffocato, assieme ai suoi complici, gli ha legato mani e piedi, portando via abiti, oggetti preziosi e soldi - i tre sono riusciti anche ad aprire la cassaforte - dall'abitazione dell'uomo.

Gli inquirenti sono arrivati alla ragazza dopo aver raccolto diverse testimonianze che confermano la relazione tra lei e la vittima. Una donna molto appariscente, con cui il pensionato sardo si incontrava in spiaggia o al ristorante e che frequentava la sua casa, come hanno riferito coloro che conoscevano Testoni.

Gli agenti, consegnata la 24enne alle autorità giudiziarie di Santo Domingo, hanno dato il via alle ricerche dei due fuggitivi.

A Tissi intanto, i parenti attendono di sapere quando possono partire per gestire le pratiche di rimpatrio della salma di Piero Testoni.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...