CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

migranti

Monastir: "Fughe continue,
serve una nave quarantena"

L'allarme delle Forze di Polizia: "Situazione esplosiva"
il centro di monastir (archivio l unione sarda)
Il centro di Monastir (archivio L'Unione Sarda)

Situazione "esplosiva" a Monastir, dove "manca la sicurezza di cittadini e poliziotti".

A lanciare l'allarme i sindacati di Polizia. Nel centro d'accoglienza ci sono circa 150 migranti giunti nell'Isola a bordo di barchini dall'Algeria, dei quali una ventina ("Non si conosce il nuero esatto per via dei continui sbarchi", afferma il segretario provinciale del Siulp di Cagliari Antonello Pirisi) positivi al Covid-19.

"Le evasioni sono quotidiane e stanno destando molta preoccupazione in paese, tanto che il sindaco Luisa Murru ha scritto al Prefetto, al ministro degli Interni e al Presidente della Regione per segnalare la gravità dei fatti", spiega Pirisi, ricordando l'episodio dei migranti che si sono avvicinati ad alcune ragazzine del paese, "un fatto non trascurabile".

Poi l'affondo contro le istituzioni: "Quanto sta accadendo è causato dal menefreghismo totale del prefetto e dei politici, i migranti continuano a scappare nonostante il gran numero di positivi ai tamponi, e quelli che dovrebbero essere isolati stanno insieme agli altri negativi al virus. La negligenza delle istituzioni causa pericoli alla popolazione e ai pochi poliziotti impiegati".

Il segretario regionale Siulp Salvatore Deidda nei giorni scorsi ha proposto una nave quarantena per ospitare i migranti positivi evitando che infettino gli altri, ma "tutto è rimasto lettera morta", evidenzia Pirisi.

All'attacco anche il segretario provinciale del Siap Mauro Aresu: "La struttura di Monastir è totalmente inadatta, la situazione sta evolvendo negativamente. Gli ospiti sono costretti a lunghissime quarantene a causa dei contagi a catena dovuti alla promiscuità di persone sbarcate in tempi diversi, più si allungano i tempi del trattenimento più sale il pericolo di ordine pubblico".

"Sicuramente - aggiunge - queste gravi problematiche legate alle procedure di quarantena e a carenze strutturali verranno scaricate sulle forze dell'ordine, dimenticando che i soggetti non sono detenuti e non vi sono normative che contemplino l'uso della forza per impedire gli allontanamenti. Servono strutture adeguate, l'unico mezzo efficace è una nave quarantena".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}