CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

uccisi due allevatori

Ruinas, duplice omicidio
L'ombra della faida FOTO

Le vittime sono Pietro Secci e Carmelino Marceddu, soci in affari. Indagano i carabinieri

Duplice omicidio a Ruinas, in provincia di Oristano.

Le vittime sono due allevatori ottantenni del posto, Pietro Secci e Carmelino Marceddu.

Quest'ultimo era titolare di un market, ma aveva anche un gregge e alcuni bovini al libero a una decina di chilometri dal centro abitato, in comproprietà con Secci, che è stato per anni presidente della locale squadra di calcio.

Entrambi in paese erano molto benvoluti.

Sul posto, dopo l'allarme, sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Oristano e della Compagnia di Mogoro, che hanno dato il via alle indagini.

Allertato anche il pubblico ministero di turno.

ruinas duplice omicidio uccisi due allevatori
Ruinas, duplice omicidio: uccisi due allevatori
campi e colline in localit baralla luogo del delitto
Campi e colline in località Baralla, luogo del delitto
la zona frequentata anche da appassionati di trekking
La zona è frequentata anche da appassionati di trekking
un area a 10 km dall abitato con campi e pascoli
È un'area a 10 km dall'abitato, con campi e pascoli
il cordone di sicurezza dei carabinieri
Il cordone di sicurezza dei carabinieri
la strada sterrata che porta al pascolo dove sono state sorprese le vittime
La strada sterrata che porta al pascolo dove sono state sorprese le vittime
gli investigatori sul posto (foto l unione sarda sanna)
Gli investigatori sul posto (Foto L'Unione Sarda - Sanna)
di

Il fatto di sangue è avvenuto in campagna, in località Baralla: qui Secci e Marceddu sono stati raggiunti da colpi d'arma da fuoco, sparati da uno o più killer, che poi si sono dileguati.

Potrebbe dunque essersi riaccesa la faida che a Ruinas aveva già seminato morte negli anni scorsi.

L'ultimo omicidio risale al 2001, quando in un agguato era stato ucciso Pierpaolo Meloni. Nello stesso episodio era rimasto ferito Dino Secci, fratello di Pietro, uno dei due uomini uccisi oggi.

Nel 1992, invece, erano stati ammazzati padre e figlio.

Ancora: nel 1966 lo stesso Carmelino Marceddu e suo fratello erano stati bersaglio di un altro agguato. Il fratello era morto, lui era scampato.

Un mese dopo era stato invece Marceddu ad essere accusato, assieme ad altre cinque persone, di aver ucciso, sempre a Ruinas, un allevatore.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...