CRONACA SARDEGNA - MEDIO CAMPIDANO

il lutto

San Gavino, addio a suor Lina Pinna: aveva 106 anni

Cordoglio nella diocesi di Ales-Terralba per la morte della fondatrice delle religiose del Cenacolo Cuore Addolorato e Immacolato di Maria
madre lina per la festa dei suoi 105 anni col vescovo di ales terralba padre roberto carboni (foto a pintori)
Madre Lina per la festa dei suoi 105 anni col vescovo di Ales-Terralba padre Roberto Carboni (Foto A.Pintori)

La diocesi di Ales-Terralba in lutto per Madre Lina Pinna, fondatrice delle Suore del Cenacolo Cuore Addolorato e Immacolato di Maria, conosciute anche come le "Suore del Vescovo".

Madre Lina è morta ieri sera nella casa madre di San Gavino alla veneranda età di 106 anni.

LA VITA - La religiosa è nata il 23 ottobre 1913 a Cagliari, seconda di 7 figli. Per i fratelli è stata da subito una seconda mamma. Nella Seconda guerra mondiale l'esperienza di sfollata a Villasimius. Dopo iniziò ad insegnare alle elementari dei paesi vicini. Da allora chiara la sua vocazione: dedicarsi ai bisognosi. Vocazione che divenne una missione. Nel 1957 con l'allora vescovo di Ales Monsignor Antonio Tedde Madre Lina fondò la congregazione delle suore del Cenacolo. La loro missione fu la stessa: aiutare un territorio povero, combattere l'analfabetismo. Le religiose hanno operato in scuole ed orfanatrofi. Servizio diretto alla formazione dei più piccoli, adempiuto ancora oggi nelle materne di Ales, Masullas e San Gavino. Oggi le suore sono 70, divise fra la casa madre e gli episcopi di Ales ed Iglesias e le materne di Monserrato e Poetto. Tre case fuori Sardegna: assistenza ai Gesuiti a Roma, materne a Pescia in Toscana e a Campo San Martino, in Veneto.

LA TESTIMONIANZA - "Senza l'aiuto di Dio e della Madonna non avrei potuto fare nulla", aveva confessato la stessa Madre Lina per la festa dei suoi 103 anni, "sono grata al Signore per il dono della vita e per quello che anche per mezzo suo ho potuto operare per il bene degli altri".

IL LUTTO - Il vescovo padre Roberto Carboni ha detto: "Affidiamo all'abbraccio della misericordia del Padre la Madre Lina. Partecipando al dolore dei familiari, delle suore e di tutta la famiglia religiosa del Cenacolo, desideriamo elevare alla Trinità Santissima un inno di ringraziamento per il dono di una vita spesa al servizio, per l'impegno giornaliero silenzioso ma fruttuoso in tutti questi anni, a favore di tanti bambini, di tanti uomini e donne che hanno avuto modo di conoscere l'amore di Dio attraverso il carisma della Madre Lina e della Congregazione".

Uniti al dolore della diocesi anche i vescovi emeriti monsignor Antonino Orrù e monsignor Giovanni Dettori. I funerali di Madre Lina saranno celebrati, domani, sabato 1 febbraio, alle 11, nella chiesa di Santa Teresina a San Gavino.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}