CRONACA SARDEGNA - GALLURA

la bocciatura

Punto nascita di La Maddalena, M5S contro Nieddu: "Inaccettabile scaricabarile sul governo"

Li Gioi: "La Regione ha inviato a Roma un parere negativo"
l assessore mario nieddu (archivio l unione sarda)
L'assessore Mario Nieddu (archivio L'Unione Sarda)

Il consigliere regionale del M5S, Roberto Li Gioi, punta il dito contro la Regione per la momentanea bocciatura del Punto nascita all'ospedale Paolo Merlo di La Maddalena, in attesa di un supplemento di indagine.

"L'assessore regionale alla Sanità Nieddu, anziché scaricare le colpe sul Governo, dovrebbe ricordare a se stesso e ai cittadini che per quanto riguarda la richiesta di deroga del Punto Nascita del Paolo Merlo la Regione Sardegna ha inviato a Roma un parere negativo. Un particolare di fondamentale importanza che l'assessore ha sempre taciuto e che abbiamo scoperto grazie alle informazioni ricevute direttamente dall'Ufficio del viceministro alla Salute Sileri, che ho contattato personalmente per sapere a che punto fosse la procedura avviata a Roma", dichiara Li Gioi, che definisce come "sconcertanti", le parole dell'assessore Mario Nieddu sulla vicenda. "In una nota stampa l'assessore ha dichiarato che dopo aver atteso risposta per oltre un anno tutto quello che ci viene proposto è un estenuante rimpallo con un'ulteriore richiesta di approfondimenti - attacca - Sono dichiarazioni inaccettabili quando a rilasciarle è chi, come l'assessore, è a conoscenza dei fatti".

Il consigliere del M5S dà la sua versione degli accadimenti: "Lo scorso 22 settembre abbiamo scoperto che il Comitato Percorso Nascita regionale, incaricato dalla Regione Sardegna di fornire il proprio parere sul mantenimento in attività del Punto Nascita maddalenino, aveva dato parere negativo esprimendosi in maniera non concorde, con 8 voti contrari e 5 favorevoli, come precisato direttamente dagli uffici del ministero della Salute - spiega - Oggi non mi stupisce affatto che da Roma abbiano richiesto ulteriori approfondimenti. E non dovrebbe stupirsi nemmeno l'assessore, al quale ricordo che il parere negativo rilasciato dall'organismo sardo competente in materia condiziona pesantemente la possibilità che si arrivi a una concessione di deroga". (ANSA).

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}