CRONACA SARDEGNA - GALLURA

sui social

Arzachena, botta e risposta al veleno tra Briatore e il sindaco

L'imprenditore chiude anzitempo il Billionaire e se la prende col Comune. Ragnedda: "Le regole vanno rispettate"
briatore e ragnedda nei rispettivi video
Briatore e Ragnedda nei rispettivi video

Botta e risposta al veleno tra Flavio Briatore e il sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda.

Tema del contendere: l'ordinanza diramata dal Comune di Arzachena, che, oltre a fare proprie le restrizioni sulle discoteche emanate da governo e Regione, impone ai locali di spegnere la musica alle 24, in caso di diffusione all'aperto, e all'una in caso di diffusione all'interno.

Una stretta "incomprensibile" per il patron del Billionaire, che ha annunciato la chiusura anticipata del suo storico locale proprio a causa delle nuove norme.

Briatore è poi volato a Montecarlo, da dove ha postato sui social un video dove attacca Ragnedda, "unico sindaco in Italia - dice nel filmato - che ha voluto rendere più restrittive le regole del decreto Conte, cancellando la musica, nonostante il virus in Costa Smeralda non mostri criticità come altrove".

Pronta la replica del primo cittadino, sempre attraverso un video: "Sentendo Briatore pensavo fosse una parodia di Crozza, invece no", punge Ragnedda. "Sono dalla parte degli imprenditori - aggiunge - e certe decisioni non si prendono a cuor leggero, ma è necessario rispettare le regole".

Ancor più dura la didascalia in calce al post: "Ecco la mia risposta ad un attacco gratuito per una misura volta a tutelare la salute dei cittadini e dei nostri ospiti. I veri imprenditori sono con me, gli altri scappano a Montecarlo".

Ecco i video integrali del botta e risposta:

Il post di Ragnedda

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}