CRONACA SARDEGNA - GALLURA

baja sardinia

Il Tar contro la Regione: stop allo sgombero di Forte Cappellini e del Phi Beach

Sospesa la delibera perché "non adeguatamente motivata"
il phi beach (archivio l unione sarda)
Il Phi Beach (Archivio L'Unione Sarda)

La società Relais del Forte srl di Renzo Bongiovanni non dovrà lasciare il Forte Cappellini e, di conseguenza, resta nell'ex compendio militare di Baja Sardinia la Medex srl, proprietaria del marchio Phi Beach: è questa la decisione del Tar della Sardegna, che ha sospeso una delibera della Regione con la quale veniva imposto lo sgombero dell'area che da 13 anni ospita la discoteca Phi Beach.

I giudici amministrativi hanno emesso un'ordinanza che accoglie le richieste degli avvocati della Relais, Benedetto, Stefano e Francesco Ballero.

Per comprendere le motivazioni della decisione del Tar, bisogna ripercorrere i fatti oggetto del ricorso.

La Regione, nel 2018, decide di bandire una gara per l'assegnazione del Forte Cappellini, monumento di interesse storico nazionale, e stabilisce che nel frattempo e sino alla individuazione di un nuovo concessionario, la Relais del Forte può restare nel compendio pagando 360mila euro di canone annuo.

La Relais, facendo affidamento sulle indicazioni degli uffici regionali, stipula un contratto di locazione con la Medex di Luciano Guidi, che garantisce la permanenza e il funzionamento del Phi Beach, il beach club che la scorsa estate ha registrato 246mila presenze.

Nel novembre del 2019, arriva il contrordine da Cagliari: Forte Cappellini, in attesa della gara, deve essere sgomberato e restituito alla Regione.

Il Tar ha sospeso la delibera, segnalando che non è stata adeguatamente motivata.

Inoltre, i giudici amministrativi hanno bacchettato la Regione, evidenziando che non si può dare una indicazione a un privato, ingenerando un legittimo affidamento sulla possibilità di proseguire le attività aziendali, per poi modificarle "arrecando un gravissimo e irreparabile pregiudizio"

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...