CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

le indagini

Tricolore bruciato al Bastione: giovane cagliaritano perquisito dalla Digos

Gli investigatori hanno sequestrato tablet e pen drive a uno studente di filosofia
il tricolore in fiamme (archivio l unione sarda)
Il tricolore in fiamme (Archivio L'Unione Sarda)

Distruzione della bandiera italiana, danneggiamento e accensione di fuochi: sono i reati che la Procura contesta a uno studente cagliaritano in Filosofia per quanto accaduto lo scorso 7 novembre (IL VIDEO), quando tre persone all'entrata in vigore del Dpcm che imponeva il coprifuoco dalle 22 erano salite sul Bastione di Saint Remy, avevano appeso il Tricolore e gli avevano dato fuoco per poi scappare prima dell'arrivo della Polizia.

Questa mattina la Digos ha perquisito il giovane alla presenza dei suoi avvocati difensori (Marcella Cabras e Giulia Lai) sequestrandogli fuochi d'artificio, tablet, pen drive.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}