CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

cagliari

La paninoteca della droga VIDEO
Tre arresti, sequestrati 150mila euro

L'indagine è partita nel giugno 2018 da Sant'Antioco

La droga nelle telefonate veniva chiamata dagli indagati "panini" e "hot dog" e le cessioni avvenivano in un chiosco-paninoteca di Cagliari, tra viale Bonaria e viale Diaz. Un traffico di cocaina (di oltre mezzo chilo alla settimana) tra il Cagliaritano e il Sulcis è stato stroncato all'alba dai carabinieri della compagnia di Carbonia: i militari hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari nelle indagini coordinate dal pm Alessandro Pili.

Arrestati il fornitore del gruppo, Francesco Melis (30 anni, titolare della paninoteca usata, come emerge dall'ordinanza del gip, come copertura) di Cagliari, Salvatore Urigu (51) e il nipote Gian Manuel Pau (26), entrambi di Sant'Antioco. I carabinieri di Carbonia - che hanno agito insieme ai colleghi di Cagliari e ai cani antidroga della Finanza (alle operazioni ha partecipato l'elicottero dell'Arma) - hanno eseguito anche sei perquisizioni a carico degli altri indagati. Sequestrati 150mila euro e diverse dosi di droga. Nell'abitazione del fratello di Melis (Antonio, indagato) sono stati ritrovati 115mila euro.

Secondo le accuse tutto ruotava attorno alla paninoteca. La droga era nascosta nelle lattine delle bibite: contenitori con cavità usate per conservare le dosi di cocaina. Melis - come emerso nell'inchiesta - riforniva diversi gruppi: non solo persone provenienti dal Sulcis (come Urigu e Pau che si occupavano dello spaccio a Sant'Antioco) ma anche da Oristano, Nuoro e nell'hinterland di Cagliari.

L'indagine è partita nel giugno 2018 da Sant'Antioco: seguendo i movimenti di alcuni indagati e con le intercettazioni telefoniche i militari della stazione (coordinati dal maresciallo Antonio Manicone) sono risaliti a Melis. Il titolare della paninoteca vendeva circa mezzo etto di cocaina alla settimana. Un giro da trentamila euro.

Durante le indagini era stato arrestato in flagranza di reato Fabio Cadeddu (30 anni) trovato con 60 grammi di cocaina. Accertato anche un caso di estorsione: un indagato (di San Giovanni Suergiu) ha cercato di recuperare soldi con minacce e percosse a carico di un altro indagato che non aveva saldato un debito da 1.800 euro.

Matteo Vercelli

***

IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA:

LE IMMAGINI:

l operazione dei militari (foto carabinieri)
L'operazione dei militari (foto carabinieri)
hanno partecipato anche le unit cinofile della guardia di finanza
Hanno partecipato anche le unità cinofile della Guardia di finanza
l elicottero in azione
L'elicottero in azione
le perquisizioni
Le perquisizioni
di

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}