CULTURA

L'intervista

I supereroi adolescenti arrivano anche in Italia: Harley Quinn lancia la nuova collana

Una serie di graphic novel con protagonisti i più noti supereroi versione "under 18"
harley quinn in una illustrazione del libro edito da il castoro
Harley Quinn in una illustrazione del libro edito da Il Castoro

Batman, Superman, Wonder Woman sono tra i personaggi di fantasia più conosciuti al mondo anche grazie ai tanti film che li hanno recentemente visti come protagonisti. Sulla scia di questo successo popolare, circa un anno fa la DC Comics, il grande editore statunitense dei fumetti che pubblica alcuni dei più celebri supereroi, ha deciso di lanciare una nuova collana di graphic novel appositamente ideata per i ragazzi e destinata a raccontare le imprese di questi eroi straordinari quando erano ancora alle prime armi. Insomma, quando erano ancora "under 18".

Oggi la collana, che ha incontrato un grande successo negli Stati Uniti, arriva anche in Italia grazie alla casa editrice Il Castoro che presenta come primo titolo della serie Harley Quinn. Gotham arrivo! (2020, pp. 200), scritto dall'autrice bestseller canadese Mariko Tamaki e illustrato in maniera pirotecnica dal britannico Steve Pugh.

La copertina del libro
La copertina del libro

Si tratta di un'avventura vibrante e ricca di adrenalina, del tutto degna dei supereroi maggiorenni, in cui troviamo la quindicenne Harleen Quinzel giunta nella pericolosa Gotham City e pronta a diventare Harley Quinn, una delle eroine più ribelli del mondo dei comics. Ma per conoscere meglio questa nuova collana decisamente originale per il panorama editoriale italiano abbiamo incontrato Renata Gorgani, direttrice editoriale del Castoro, a cui chiediamo come è nata la scelta di puntare sui supereroi adolescenti:

"L'idea di pubblicare graphic novel con protagonisti supereroi non nasce per caso. Oramai da anni pubblichiamo fumetti e anche graphic novel per ragazzi e siamo appassionati di questo tipo di prodotti. Quando gli editori di DC Comics ci hanno parlato di una collana di libri con protagonisti i supereroi, specificatamente pensata per gli adolescenti e destinata alla vendita in libreria ci siamo riconosciuti nell’idea. Abbiamo visto i primi libri e ci hanno conquistato".

Una splendida illustrazione dal nuovo volume
Una splendida illustrazione dal nuovo volume

Cosa vi ha conquistato in particolare?

"Prima di tutto l’alta qualità che è una peculiarità di questi libri, tutti scritti e realizzati da grandi scrittori per ragazzi e illustrati da talenti del fumetto mondiale. Harley Quinn è opera, per esempio, di Mariko Tamaki, scrittrice che ha vinto l’Eisner Award, uno dei più prestigiosi riconoscimenti nel campo del fumetto. Insomma, è un’autrice che sa come costruire una narrazione capace di conquistare gli adolescenti".

Un'altra immagine dalla pubblicazione
Un'altra immagine dalla pubblicazione

Altra caratteristica della collana è la giovane età di questi supereroi…

"Sì, incontriamo questi personaggi quando sono ancora giovani, prima di diventare i supereroi che tutti conosciamo. Nel primo libro della collana, Harley Quinn è una ragazza che arriva a Gotham City per stare con la nonna ma invece si ritrova sola in una città che non è certo un posto tranquillo. Noi la seguiamo mentre cresce, si fa delle amicizie, sviluppa il suo carattere. In questo senso questi graphic novel sono anche dei veri e propri romanzi di formazione".

Tra i titoli in uscita, oltre ad Harley Quinn, sono previste Wonder Woman e Cat Woman…una serie solo al femminile?

"Assolutamente no… Arriveranno anche Batman e Superman… Insomma tutti i personaggi dell'universo DC".

Non c’è troppa violenza nelle storie dei supereroi per un pubblico di adolescenti?

"La violenza c’è. I supereroi non vanno certo per il sottile, anzi. Però la violenza non è la parte più evidente di questi libri che invece affrontano temi molto importanti. Harley Quinn, per esempio, ha come migliore amica un’attivista che vuole salvare i parchi e il suo quartiere dalla gentrificazione. L’amica di Harley fa manifestazioni mentre la nostra eroina preferisce andare per le spicce e ‘menare le mani’ come fanno tutti i supereroi, però si tratta sempre di violenza da fumetto. Mi sembra invece molto importante che il libro racconti la vicenda di due ragazze che sanno fare delle scelte, che lottano per definire la propria personalità. Mi sembra un bel messaggio per lettori che si trovano nell’età della formazione e delle loro prime scelte importanti".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}