CULTURA

la prolusione

Ignazio Visco apre l'anno accademico dell'Università di Cagliari

Nel suo discorso il governatore di Bankitalia ha posto l'accento sul calo della popolazione e sul lavoro che manca, soprattutto per donne e giovani del Mezzogiorno
la prolusione di ignazio visco (foto universit di cagliari facebook)
La prolusione di Ignazio Visco (Foto Università di Cagliari Facebook)

Si è aperto oggi l'anno accademico 2019-2020 dell'Università di Cagliari. Ospite d'onore della cerimonia di inaugurazione, il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, chiamato a pronunciare la tradizionale prolusione, dedicata ai temi dell'innovazione, della conoscenza e della finanza.

Nel suo discorso, il numero uno di Bankitalia ha messo l'accento sul "progressivo calo della popolazione in età attiva peggiora le prospettive di crescita del PIL", un fenomeno, ha rimarcato, che "va contrastato con interventi volti ad accrescere la produttività e la partecipazione al lavoro", soprattutto quella di giovani e donne, particolarmente bassa, soprattutto nel Mezzogiorno.

Visco ha ricordato anche come "nei paesi avanzati le tendenze demografiche stanno mettendo sotto pressione le finanze pubbliche e spingendo al rialzo la dinamica del rapporto tra debito e prodotto".

Altra sottolineatura del governatore è stata quella sull'invecchiamento della popolazione, "che determina una crescita tendenziale delle spese per le pensioni e per l'assistenza sanitaria che, a parità di altre condizioni, causa un aumento del disavanzo e del debito pubblico", anche se, ha aggiunto Visco, "in Italia, grazie alle riforme della previdenza pubblica attuate negli ultimi tre decenni questo fattore non ha più un grande peso".

Quindi, il tema dell'immigrazione: "Tra il 2020 e il 2030 il flusso di nuovi migranti potrebbe raggiungere la cifra record di circa 230 milioni di persone, quasi quanto la loro attuale consistenza. In Europa, tuttavia, gli arrivi previsti non basterebbero più a impedire una sensibile diminuzione del numero di persone in età attiva", ha evidenziato Visco.

E ancora: "Nei prossimi 25 anni - ha spiegato Visco - il numero di persone di età compresa tra 20 e 64 anni scenderà di quasi 30 milioni in Europa, 6 dei quali in Italia. La stessa classe di età aumenterà fortemente, invece, in Africa e in Asia, rispettivamente di circa 570 e 290 milioni nelle previsioni delle Nazioni Unite: le risultanti pressioni migratorie - ha concluso il governatore - saranno fortissime".

All'Università di Cagliari ha voluto fare i suoi auguri anche il sindaco Paolo Truzzu.

Il primo cittadino, riferendosi alle linee programmatiche recentemente presentate in consiglio comunale, ha sottolineato il ruolo dell'ateneo come "uno dei perni intorno ai quali costruire la nuova Cagliari, città europea dell'innovazione, dello studio e della buona qualità della vita".

(Unioneonline/l.f.)

***

Le parole di Visco (Video di G. Deiana):

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...