Finisce 0-1 la sfida della Dacia Arena tra Udinese e Cagliari.

I rossoblù conquistano altri 3 punti pesantissimi grazie a un rigore trasformato da Joao Pedro e continuano a sperare nella salvezza, complici anche i pareggi di Torino e Benevento.

FORMAZIONI – Luca Gotti schiera i suoi con il solito 3-5-2, per un undici titolare che si compone così: Musso, Becao, Bonifazi, Nuytinck, Molina, Pereyra, Walace, Arslan, Stryger Larsen, Okaka Forestieri. 
Leonardo Semplici, privo di Cragno ancora positivo al Covid, fa rifiatare qualche giocatore, lancia Asamoah e Deiola dal 1' e risponde con un modulo speculare: Vicario, Ceppitelli, Godin, Carboni, Nandez, Marin, Nainggolan, Deiola, Asamoah, Joao Pedro, Pavoletti.

LA CRONACA – Il Cagliari parte subito forte e dopo 5 minuti sfiora il vantaggio con Pavoletti, che però colpisce il palo. La partita non riserva particolari emozioni, fino al 36esimo, quando Joao Pedro sfoggia un gran sombrero in area sulla testa di Bonifazi e poi buca Musso. L’arbitro Guida però smorza l’esultanza del numero 10 rossoblù e annulla, dopo aver rivisto al Var, per un precedente fallo di Marin su Forestieri. 

Si va al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa le squadre si danno battaglia, per cercare di sbloccare il risultato. 
Dopo neanche 10 minuti i rossoblù hanno la chance per passare in vantaggio. E non la falliscono: colpo di testa di Carboni, con Molina che, anche se girato, intercetta con la mano. Guida rivede al Var e assegna il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Joao Pedro: il brasiliano sceglie l'angolo alla destra di Musso, che sfiora, ma non evita lo 0-1 per i rossoblù.

Al minuto 64 brivido per la difesa sarda: pallonetto di testa di Nestorovski che però si stampa sopra la traversa.

Al 71esimo ancora Udinese e ancora Nestorovski, che dopo un pasticcio di Asamoah ha sul destro la palla del pareggio, ma manda clamorosamente a lato di pochissimo.

Al 77esimo Semplici cambia: fuori Joao Pedro e Deiola dentro Simeone e Duncan.

Ma tre minuti dopo sono ancora i friulani a sfiorare la marcatura, con Braaf, che appena entrato calcia a rete da ottima posizione, trovando la splendida risposta di Vicario. 

Poco prima del 90esimo Semplici inserisce Zappa per Marin. Poi dentro Rugani per Pavoletti.
Guida assegna 5 minuti di recupero. Ma i padroni di casa non riescono a portare più minacce. 
E al triplice fischio il Cagliari festeggia la seconda, importantissima vittoria consecutiva.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata