Sarà Arrigo Miglio, vescovo emerito di Cagliari, uno dei nuovi cardinali che Papa Francesco nominerà in occasione del Concistoro fissato per il prossimo 27 agosto.

Originario di San Giorgio Canavese (Torino), compirà 80 anni il 18 luglio e dal 16 novembre 2019 è arcivescovo emerito del capoluogo sardo.

Dopo gli studi ai seminari di Ivrea e di Torino, ha ottenuto le licenze in teologia e in sacra scrittura. L’ordinazione a presbitero, avvenuta nel suo paese natale, è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta nel settembre 1967.

Sono seguiti poi i vari gradi: vicario parrocchiale, parroco, vicario episcopale per la pastorale e vicario generale della diocesi di Ivrea.

Dal 1990 al 1997 è stato assistente ecclesiastico generale dell'Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani.

In Sardegna è arrivato nel 1992: il 25 marzo Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo di Iglesias dopo che monsignor Giovanni Cogoni si era dimesso per motivi di età. Più volte, nella sua permanenza nel Sulcis, ha fatto visita alle miniere per dare un segno tangibile della sua vicinanza ai minatori.

Nel febbraio 1999 lo stesso pontefice lo ha nominato vescovo di Ivrea e il 25 febbraio 2012 diventa, come annunciato da papa Benedetto XVI, arcivescovo metropolita di Cagliari.

Il 18 luglio 2017 presenta la rinuncia per raggiunti limiti di età.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata