SPORT - CALCIO

serie d

Il tecnico del Latte Dolce: "Dobbiamo fare tutti dei sacrifici, come una squadra, per vincere la gara più importante"

Le dichiarazioni di Stefano Udassi
il tecnico udassi col capitano cabeccia (foto latte dolce)
Il tecnico Udassi col capitano Cabeccia (foto Latte Dolce)

Questa volta l'avversario è fuori categoria e subdolo, perché "gioca" al di fuori di qualsiasi regola. Eppure il sassarese Stefano Udassi, allenatore del Latte Dolce calcio è fiducioso sul superamento dell'emergenza da coronavirus: "Dal rettangolo verde l'obiettivo si sposta alla vita: in questo preciso momento storico occorre dare tutti il massimo per ottenere il migliore risultato possibile. A costo di fare sacrifici, tutti. A costo di rinunciare alla nostra quotidianità, cosa che per chi è abituato ad inseguire un pallone e calciarlo a rete è davvero tosta. Io sono a casa, con mia moglie e le mie figlie. Il mio staff è a casa, così come tutti i ragazzi e i nostri dirigenti. Si lavora anche in queste condizioni. I ragazzi seguono piani di lavoro personalizzati, programmati e preparati per loro dallo staff tecnico. Io leggo mi aggiorno e rivedo i video dei match disputati. Proviamo a farci trovare pronti".

Il tecnico biancoceleste aggiunge: "La priorità è stoppare il diffondersi del coronavirus, poi sarà tempo di decidere su più tavoli. Io sono un uomo di calcio, non ho gli strumenti per valutare certe cose e mi limito ad esprimere opinioni da cittadino e uomo di sport. Non dovremo farci trovare impreparati, sotto ogni punto di vista. Noi abbiamo una società solida e onesta alle spalle, e ci siamo dimostrati responsabili e reattivi agli eventi sin dal primo vero allarme rosso. Guardo al mese di maggio, e spero di poter in qualche modo tornare in campo. È un desiderio legittimo, abbiamo lavorato tutti sin dalla scorsa estate per dare corso a una stagione che purtroppo si è inceppata nel perverso meccanismo della pandemia. Ci spero, con fiducia e aspetto le decisioni a riguardo". È un impegno che coinvolge tutti, sottolinea Stefano Udassi: "Mettiamo in campo il nostro senso civico. Mettiamocela tutta tutti, però. Perché la partita si vince con gli undici in campo, l'apporto della panchina, il supporto della società, i tifosi sugli spalti, le aziende sponsor e la voglia di tagliare traguardi importanti".

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...