SPORT - CALCIO

Serie D

La giornata di campionato vista da Stefano Boi, presidente del Muravera

Partita di punta il derby sardo Torres-Lanusei
stefano boi presidente del muravera (l unione sarda foto andrea serreli)
Stefano Boi, presidente del Muravera (L'Unione Sarda - foto Andrea Serreli)

Ancora un derby nel campionato di Serie D.

Domani alle 15 si gioca Torres-Lanusei, fra due squadre che hanno assoluta necessità di far punti, possibilmente tre. Alla Torres i punti servono per tentare di avvincarsi alla capolista Turris, al Lanusei per uscire dalla zona playout.

Il Muravera riceve il Tor Sapienza per riprendere a correre dopo la sconfitta, immeritata, di domenica scorsa a Ostiamare, arrivata dopo otto gare positive.

L'Arzachena riceve l'Ostiamare, terza della classe, mentre il Latte Dolce gioca sul terreno della Nuova Florida.

Il Budoni infine va a Roma a cercare punti contro il forte Trastevere.

"Tutte gare importanti", dice Stefano Boi, presidente del Muravera, "il campionato entra nel vivo. C'è sempre necessità di far punti per non scivolare in zona rischio o per restare in zona playoff. Noi ospitiamo il Tor Sapienza, squadra sicuramente ostica, disperata, ma che ancora può salvarsi. Facile intuire la difficoltà del nostro impegno".

"Il Muravera - commenta ancora Stefano Boi - ha l'obbligo comunque di vincere per tenere lontana la zona a rischio. Per quanto concerne il derby sardo, dico che la Torres è favorita, ma aggiungo pure che il Lanusei va a Sassari tutt'altro che rassegnata. Una gara da seguire. Come quella di Arzachena dove arriva l'Ostiamare. Il Budoni deve far punti a Trastevere come il Latte Dolce cotro la Nuova Florida".

"Una ultima considerazione - conclude Boi -: molte squadre hanno cambiato volto profittando delle finestra invernale del mercato".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}