SPORT - ALTRI SPORT

Trionfo

Successo in Francia del puledro anglo arabo sardo Braveheart de La Folgore

L'allevamento Lai di Bonorva conquista anche il secondo posto con Big Head de La Folgore
i tre cavalli sardi gli allevatori e i dirigenti agris (foto ufficio stampa)
I tre cavalli sardi, gli allevatori e i dirigenti Agris (foto ufficio stampa)

Vale doppio una vittoria in Francia, storica culla dell'allevamento dell'anglo arabo.

Il magnifico baio Braveheart de La Folgore dell'allevamento di Angelo e Lorella Lai di Bonorva ha sbaragliato la concorrenza degli altri puledri nella Grande Semaine de Pompadour 2019, che si è tenuta a Correze in Francia.

Il figlio di Ksaar Sitte e Giulia Baia si è imposto nella categoria riservata alla III sezione dello Stud Book internazionale dell'Anglo Arabo. Al secondo posto il compagno di allevamento Big Head de La Folgore (figlio di Babalou de Ligny e Ussanina) per una doppietta che testimonia la qualità della produzione bonorvese.

La trasferta francese è stata completata dal terzo posto nella categoria riservata alla II sezione, dell'atletico grigio Bonjour Messiè (figlio di Muntanaru e Nominada) di Giovanni Vargiu di Bessude, allevato dal Carmine Piriottu di Bono, che già nel 2015 a Pompadour ottenne un ottimo secondo posto con la puledra Unica Saura.

Grande soddisfazione per il dirigente Agris, il veterinario Raffaele Cherchi, Segretario generale della Confederazione Internazionale dell'Anglo Arabo e per tutto lo staff dell'Agenzia che ha partecipato alla spedizione francese dimostrando una professionalità di alto livello anche nella qualità della presentazione dei soggetti alle prove di morfologia e salto in libertà: Demetrio Sulas, Antonello Brazzi, Fabio Basoli, Gavino Mulas, Sergio Mele, il veterinario Michele Puddu che con dedizione hanno accompagnato i puledri sardi all'appuntamento internazionale.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...