SPETTACOLI

L'attrice

Ilenia Pastorelli: "Nei teatri togliamo le sedie, ma negli aerei si viaggia tutti attaccati"

"Credo che a settembre ci saranno molte persone in difficoltà"
ilenia pastorelli (foto da instagram)
Ilenia Pastorelli (foto da Instagram)

L'emergenza Covid e lo stop al teatro, il lavoro di attrice, i pregiudizi, la stupidità dei social e ovviamente il futuro professionale: si è raccontata a tutto tondo Ilenia Pastorelli a margine della presentazione del Filming Italy Sardegna Festival, la rassegna presentata ieri a Cagliari e di cui è madrina.

LA PANDEMIA - ''Ho dormito davvero tanto durante la pandemia e a un certo punto ho pensato che nulla sarebbe stato come prima e che festival come questo non ci sarebbero più stati. In Italia però va detto ci siamo comportati bene, ci siamo ritrovati uniti, ma mi chiedo una cosa: perché nei teatri è tutto bloccato e tolgono le sedie mentre negli aerei si viaggia ancora attaccati? Se è così allora andiamo a recitare monologhi e fare teatro sull'aereo! Credo che a settembre le classi più povere saranno colpite pesantemente e ci saranno molti licenziamenti. Anche qui qualcuno mi sa spiegare perché persone che avevano diritto ai sussidi non li hanno mai avuti mentre gli avvocati li hanno presi subito''.

SOCIAL - "In questo periodo di pandemia ho preferito più osservare che diventare protagonista sui social. Anche questo hashtag #iorestoacasa che senso ha? Tutti a dire #iorestoacasa, ma basta! L'abbiamo capito! Non è forse meglio rimanere zitti piuttosto che dire ca**ate su argomenti cosi importanti". PREGIUDIZI- "All'inizio mi hanno rotto tanto.... perché era una ragazza che veniva dal Grande Fratello che si era messa a fare l'attrice. Avrei potuto deprimermi e mollare, ma come dico sempre a quelle persone che vogliono fare il mio stesso mestiere, 'si riesce a farlo solo se non si tiene conto di questi pregiudizi e non si seguono le regole'".

IL PROGETTO - "Ho in mente un progetto: fare un sito gratuito per aspiranti attori dove ognuno può mettere il suo provino. In certe realtà, come Tor Bella Monaca, non puoi chiedere a tua madre di darti tremila euro per fare un corso di recitazione".

FUTURO - " Ho un film da girare a settembre dal titolo Io e Angela di Simone Paragnani in cui, vi sembrerà strano, interpreto l'angelo della morte. Nel cast anche Pietro Sermonti".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}