SALUTE

Ricerca

Ecco "Pig 3.0": il "super maiale" creato in laboratorio per i trapianti da animale a uomo

I particolari suini sono dotati di organi maggiormente compatibili con il sistema immunitario umano
maiale (foto pxhere)
Maiale (foto pxhere)

Un significativo balzo in avanti verso i trapianti di organi vitali da animali a esseri umani.

Un team internazionale guidato da ricercatori cinesi ha utilizzato la tecnologia di editing genetico per produrre prototipi di "Pig 3.0", ovverosia suini dotati di organi maggiormente compatibili con il sistema immunitario umano.

In un recente articolo pubblicato su Nature Biomedical Engineering, ricercatori provenienti da Cina e Stati Uniti hanno descritto la produzione di successo degli speciali animali, che mostrano anche una normale fisiologia e fertilità.

L'IDEA - L'idea nasce da Yang Luhan, uno degli autori della ricerca e co-fondatore e amministratore delegato di Qihan Biotech, partito nei suoi studi dall'evidenza di come a livello mondiale ci sia un divario enorme tra il numero di persone che necessitano di trapianti di organi e il numero di organi disponibili.

Da qui, Yang e il suo team già nel 2017 hanno prodotto la prima serie di suini vivi privi di retrovirus endogeni, ponendo le basi per lo xenotrapianto.

"PIG 2.0" - Nel 2018, è nato "Pig 2.0". I maiali sono i più promettenti candidati grazie alle loro dimensioni e fisiologia simili a quelle umane. Ma una delle più grandi preoccupazioni per la sicurezza riguarda il fatto che la maggior parte dei mammiferi, inclusi i suini, contengono frammenti di retrovirus ripetitivi e latenti nel loro genoma - presenti in tutte le loro cellule viventi - cioè innocui per loro ma che possono causare malattie in altre specie.

IL NUOVO "3.0" - In "Pig 3.0", però, questi retrovirus sono stati eliminati. Yang spiega come ora stiano testando la funzione e la sicurezza degli organi con studi preclinici sui primati. James F. Markmann, capo della divisione di chirurgia dei trapianti al Massachusetts General Hospital e coautore dello studio, ha detto che "Pig 3.0" dimostra i progressi critici verso quello che potrebbe essere un'opzione veramente significativa per milioni di pazienti.

Resta ora da scoprire se gli organi suini trapiantati possano funzionare completamente come quelli originali nel mantenere la secrezione ormonale e l'equilibrio metabolico. I ricercatori attualmente stanno testando se i primati che hanno subito trapianti di rene suino sono in grado di mantenere l'equilibrio idro-salino nel loro corpo.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}