POLITICA

il leader leghista

Salvini ora apre al lockdown: "Se c'è necessità è giusto farlo"

"Noi siamo pronti a collaborare, ma non vogliamo poltrone"
matteo salvini (ansa)
Matteo Salvini (Ansa)

Matteo Salvini ci ripensa. Dopo aver attaccato il governo per le parziali chiusure, ora ora non esclude un lockdown.

"Se ci sono le necessità di farlo è giusto farlo. Mi auguro che non ci sia questo bisogno, ma siccome la vita viene prima di tutto, se serve si fa. Però bisogna fare scelte razionali, è inutile chiudere alle 18 bar e ristoranti", dichiara in un'intervista a Radio Anch'io.

Poi, intervenendo al Senato, attacca Conte: "L'unico confronto ce l'ha avuto con sé stesso davanti allo specchio, una nuova chiusura sarebbe il fallimento del suo governo".

Il leader leghista dice che il centrodestra "è pronto a collaborare, ma non ci interessa mezza poltrona, vogliamo dare idee e proposte, commissioni e bicamerali non ci interessano".

"La bocciatura al suo governo - è l'affondo contro il premier - non arriva dalle opposizioni, ma dalla sua maggioranza. Che in un momento così delicato arriva a chiedere un rimpasto di governo. Le parole di Marcucci sono allarmanti, quando le chiede di valutare se i ministri sono adeguati. E' evidente che un ministro come la Azzolina non è in grado di gestire la scuola italiana".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}