CRONACA - MONDO

La pandemia

Il Covid allenta la morsa sull'Europa, ma preoccupa il dato sui morti: i governi pensano al Natale

Verso un alleggerimento delle restrizioni, l'Oms invita alla prudenza
(foto ansa epa)
(foto Ansa/Epa)

Il coronavirus allenta la sua morsa sull'Europa, e seppur i contagi siano ancora tanti - preoccupa soprattutto il dato dei morti nelle 24 ore, a partire dall'Italia - i governi pensano così alle modalità migliori per salvare le vacanze invernali pur continuando a tenere alta la guardia sulla pandemia.

Così in Spagna e Germania si pensa a rigidi limiti al numero di persone per le riunioni, da 6 a 10. La Gran Bretagna autorizza gli incontri a gruppi di tre famiglie. Mentre in Francia ci si avvia verso un primo alleggerimento del lockdown.

Le restrizioni adottate all'inizio dell'autunno hanno iniziato a mostrare i primi effetti positivi sulla curva e per l'Oms l'ideale sarebbe evitare pranzi e cene in famiglia a Natale, ma chi governa vuole tentare di concedere un po' di respiro ai cittadini, dando anche una spinta ai consumi.

In Germania i ministri presidenti dei Laender hanno trovato un accordo per le misure di contenimento a Natale e Capodanno: dal 23 dicembre al primo gennaio sarà possibile ritrovarsi con altri nuclei familiari o altri singoli per un massimo di 10 persone. Ed hanno concordato sul divieto dei botti nelle piazze per evitare assembramenti. Angela Merkel si è detta d'accordo con le autonomie e nel confronto per elaborare il piano d'azione farà ulteriori proposte specifiche in merito alla limitazione dei contatti nelle aree più colpite dal virus. Le vacanze scolastiche, inoltre, potrebbero essere anticipate al 16 dicembre.

La Spagna si sta muovendo con lo stesso tipo di approccio. Il governo ha proposto di limitare a sei persone le riunioni familiari e sociali durante le vacanze e un coprifuoco dall'una alle sei il 24 e il 31 dicembre. Nella bozza del documento del ministero della Sanità si legge inoltre che per gli incontri familiari si raccomanda di limitare la partecipazione ai conviventi. Le autonomie locali avranno l'ultima parola sui provvedimenti, ma Madrid ha auspicato un'intesa su alcune "raccomandazioni comuni".

Nel Regno Unito l'alleggerimento delle restrizioni sarà limitato a 5 giorni, dal 23 al 27 dicembre. Il governo ha dato il via libera a riunioni di famiglia, nelle case, nei luoghi di preghiera e negli spazi pubblici fino a un massimo di componenti di tre nuclei non conviventi. E si prevede anche un allentamento ai vincoli sugli spostamenti e i trasporti attraverso il Paese nello stesso arco di tempo. Ci sarà anche una riduzione dei tempi per la quarantena precauzionale per gli arrivi nell'isola: da 14 a 5 giorni, con un tampone negativo.

In questa politica europea di inversione di tendenza sul fronte delle restrizioni, il segnale più forte è arrivato dalla Francia, che nelle ultime settimane aveva reimposto il lockdown più rigido. Emmanuel Macron, in un discorso alla nazione, ha dettagliato la fine del regime di confinamento in tre passaggi. Da sabato, tra le altre cose, saranno riaperti i negozi e dal 15 dicembre il lockdown sarà sostituito dal coprifuoco nazionale dalle 21 alle 7.

Ancora difficile la situazione negli Usa: nella giornata di ieri le vittime del Covid-19 sono state 2.100, il numero più alto dallo scorso 6 maggio quando furono 2.611. Lo riporta il Washington Post. Per la Johns Hopkins University i contagi nel Paese dall'inizio della pandemia sono 12.589.221 e i decessi 259.874.

Aumento dei contagi da Covid-19 anche in Giappone, conquella che gli esperti medici hanno definito la "terza ondata" e che ha provocato un maggior numero di pazienti con "gravi patologie" anche nella fascia giovane della popolazione.

Anche in Brasile nelle ultime 24 ore i morti sono stati 638, con i contagi totali che si aggiornano a 6.121.449, di cui 33.445 registrati nell'ultimo giorno.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}