CRONACA - ITALIA

covid

Berlusconi, il bollettino: "Cauto ma ragionevole ottimismo"

Buone notizie dal San Raffaele per il presidente di Fi. La figlia Marina: "La malattia di mio padre merita rispetto"
la conferenza stampa di zangrillo (ansa)
La conferenza stampa di Zangrillo (Ansa)

Le condizioni di salute di Silvio Berlusconi "permangono stabili".

Lo ha comunicato nel bollettino pomeridiano Alberto Zangrillo, primario di Terapia Intensiva generale e Cardiovascolare al San Raffaele di Milano, dove è ricoverato da giovedì sera il Cav.

"Il quadro respiratorio e quello clinico confermano un decorso regolare e atteso, che induce quindi a un cauto ma ragionevole ottimismo", ha aggiunto il professore, medico personale del presidente di Forza Italia.

Risale ormai a qualche giorno fa la notizia della positività dell'ex premier al Covid-19. In un primo momento asintomatico, giovedì sera c'era stato un leggero aggravamento e dalla Tac erano emerse tracce di una polmonite bilaterale allo stato precoce.

Tanti i messaggi di sostegno dal mondo della politica e non solo. Ma anche tante le speculazioni su chi abbia contagiato il presidente, in particolare se lo abbia fatto la figlia Barbara, che prima di raggiungerlo in Sardegna a Villa Certosa era stata a Capri.

Per mettere a tacere le voci è intervenuta anche la primogenita Marina.

"Credo che la malattia di mio padre, come quella di qualunque altro essere umano, meriterebbe ben maggiore rispetto, discrezione e attenzione alla verità di quanto non legga e non ascolti in questi giorni", ha detto la presidente di Fininvest.

"Giorni - ha continuato - segnati dalla ossessiva ricerca di conflitti che non esistono e da una caccia al 'colpevole' che lascia davvero sconcertati. Per quanto mi riguarda mi vedo attribuiti non solo pensieri che non ho mai avuto e accuse che non mi sono mai sognata di formulare, ma addirittura parole e giudizi che non avrei mai avuto motivo di pronunciare".

"Sarò un'ingenua - ha concluso - ma non riesco a rassegnarmi nel vedere così calpestati i sentimenti di familiari, amici veri, collaboratori leali. Oltre, naturalmente, all'impegno dei medici che stanno seguendo come sempre mio padre con grande professionalità e umanità e che ci tengo ancora una volta a ringraziare".

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}