CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

sosta abusiva

Troppi camper sulle coste del Sulcis, il Corpo Forestale intensifica i controlli

Diversi stranieri vengono a praticare kite surf e windsurf danneggiando il litorale
(foto ufficio stampa)
(foto ufficio stampa)

Troppi campeggiatori sulle coste del Sulcis, e il Corpo Forestale intensifica i controlli per reprimere il fenomeno della sosta e del parcheggio abusivi - spesso a ridosso della battigia - in contrasto con le leggi sulla tutela dei bellissimi siti.

Sono stati gli stessi comuni a chiedere uno specifico interessamento dei Forestali, visto che da alcuni mesi si assiste a un progressivo aumento di camper che sostano abusivamente in aree costiere.

Interessati soprattutto i paesi di San Giovanni Suergiu, Giba, Masainas, Sant'Anna Arresi e Sant'Antioco.

La bellezza dei luoghi e l'abbinamento mare-vento, che consente di praticare sport come il kite surf e il windsurf attirano diversi atleti provenienti soprattutto da Germania, Francia, Polonia, Repubblica Ceca e Svizzera.

Si stima che in alcuni periodi siano presenti sul litorale ogni giorno oltre 100 veicoli che sostano in aree non attrezzate e vicine alla battigia. Mezzi che fanno soffrire le coste basse sabbiose tipiche del Sulcis. L'arretramento della linea costiera, osserva il Corpo Forestale, è dovuto anche al denudamento del suolo dalla vegetazione, cui contribuisce la sosta di auto e camper praticamente in tutti i periodi dell'anno.

Senza dimenticare che, a parte la tutela comunitaria per gli habitat, in tutto il territorio regionale vige il divieto di libero campeggio anche con l'utilizzo del camper.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}