CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

Lo scontro

Domusnovas, la minoranza deposita dimissioni e invita i sardisti a fare lo stesso

Ancora schermaglie dopo il "no" al consuntivo 2019
la seduta di consiglio comunale del 30 luglio che ha fatto registrare il no al consuntivo 2019 (foto farris)
La seduta di Consiglio Comunale del 30 luglio che ha fatto registrare il "no" al consuntivo 2019 (foto Farris)

Proseguono a Domusnovas le schermaglie a livello politico dopo l'ultima seduta di Consiglio Comunale nella quale le due consigliere sardiste della maggioranza hanno votato insieme alla minoranza affossando il bilancio consuntivo 2019.

A seguito del botta e risposta che ha fatto registrare una distensione nei rapporti tra sindaco e segretario locale del ps d'az, il gruppo "Insieme per Domusnovas" teme convergenze tra gli stessi che possano far riaprire il discorso sul bando per l'esternalizzazione dei servizi cimiteriali, pallino dei sardisti ma il cui iter è stato revocato dalla stessa maggioranza (che ha parlato di "errore da non portare avanti") durante la seduta del 30 luglio.

Decisamente contraria ad una gestione esterna del cimitero che potrebbe far lievitare le tariffe la minoranza ha depositato le proprie dimissioni invitando le sardiste Patrizia Neziti e Martina Melis "ad essere conseguenti con il voto e porre fine ad una consiliatura che non ha altro da offrire al paese".

Il gruppo di opposizione parla di "farsa dei sardisti che ci porterà via il cimitero" invitando il sindaco Massimo Ventura "ad evitare nuove capriole sulla gestione del cimitero per farsi votare dal ps d'az il bilancio consuntivo".

Tanto cara ai sardisti la questione cimiteriale è, però, scomparsa dai punti dettati oggi nella lettera inviata dallo stesso ps d'az per garantire il proprio appoggio politico. Tra le istanze irrinunciabili per i sardisti figurano il reinserimento dei Lavori Pubblici e del Suap nell'unione dei comuni, lo sconto del 50 % nelle bollette idriche 2019 e, novità dell'ultim'ora, l'apertura del Monte Granatico per il ritrovo degli anziani e del museo mineralogico ai turisti.

Il cimitero non viene menzionato ma il segretario del ps d'az Attilio Melis annuncia di non aver rinunciato a chiedere una gestione esterna: "Discuteremo con il sindaco - spiega - e gli faremo capire che si tratta della scelta migliore per il paese".

Chiamato a commentare la vicenda il sindaco Massimo Ventura si mostra diplomatico, non chiarendo le proprie intenzioni: "La minoranza sia serena, la maggioranza, nella quale è presente il ps d'az, saprà prendere la decisione migliore per il paese. Saranno i fatti a dimostrarlo".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}