CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

iglesias

Margherita di Savoia, la minoranza (con Saiu, FI) sollecita chiarezza sull'eterno cantiere

L'esponente della minoranza (FI) ha protocollato un'interrogazione urgente
il margherita di savoia (foto cinzia simbula)
Il Margherita di Savoia (foto Cinzia Simbula)

Il caso "Margherita di Savoia" approda di nuovo in Consiglio comunale a Iglesias. A puntare i riflettori sui lavori infiniti nella struttura per anziani in ristrutturazione, a Iglesias, da oltre vent'anni, è il consigliere Simone Saiu. L'esponente della minoranza (FI) ha protocollato un'interrogazione urgente con la quale sollecita chiarezza sulle opere necessarie per completare la ristrutturazione del Margherita di Savoia, nonché sui costi e i tempi che ancora occorrono per aprire la struttura.

Saiu fa riferimento anche alla lettera aperta che il geometra Domenico Bavaro, responsabile tecnico della ditta "A.R.T. srls" (cui era in capo l'ultima tranche di lavori, prima che il Comune decidesse la risoluzione contrattuale) ha inoltrato al sindaco e all'assessore ai Lavori pubblici, nonché a dirigente e responsabile del procedimento, direttore dei lavori, Ordine degli architetti e Ispettorato del lavoro.

Il provvedimento di rescissione contrattuale è contestato dalla ditta, unitamente a altre questioni per le quali, ora, lo stesso Saiu sollecita chiarimenti. Il sindaco, Mauro Usai, conferma che risponderà in Consiglio sulla vicenda. Ma anticipa: "Ho piena fiducia nel lavoro svolto dagli uffici e, in quanto sindaco, non mi occupo delle questioni tecniche. Il mio interesse è che vengano completati i lavori". Le contestazioni della ditta riguardano lavori eseguiti e non pagati, opere non collaudate e una rescissione contrattuale non conforme alle norme. Un vero e proprio atto d'accusa che la "A.R.T. srls" fa contro il Comune di Iglesias. Contestando decisioni assunte dagli uffici comunali e la stessa procedura per la rescissione contrattuale. E ancora: si accusa il Comune di non aver collaudato opere eseguite, né pagato le spettanze alla stessa impresa per un totale di 294 mila 719 euro e 34 centesimi. Il responsabile tecnico di "A.R.T. srls" fa sapere di avere anche chiamato in causa l'autorità giudiziaria e Autorità nazionale anticorruzione (Anac) per asseriti inadempimenti relativi all'affidamento dei lavori.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...