CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

maltempo

Maltempo nel Sulcis: superlavoro per la protezione civile

Le forti raffiche hanno creato danni e disagi anche a Villamassargia e Domusnovas

Superlavoro per le protezioni civili locali di Domusnovas e Villamassargia in queste festività pasquali.

A Villamassargia, questa mattina il Gev è intervenuto per rimettere in piedi la recinzione provvisoria del cantiere per la rotatoria in corso di ultimazione all'ingresso dell'abitato: il forte vento l'aveva buttata giù insieme anche alle reti di separazione e protezione.

Gli operatori hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona assicurando provvisoriamente la recinzione in attesa di un intervento più corposo da parte della ditta che gestisce il cantiere.

Gev allertato anche ieri notte in via Iglesias (la via alternativa più usata per l'ingresso al paese a causa del cantiere per la rotatoria) dove da una palma da dattero si sono staccati diversi rami che impedivano il transito sicuro nella via.

In precedenza gli stessi funzionari sono dovuti intervenire nell'area rurale per chiudere una strada campestre su cui era precipitato un palo della Telecom che impediva il transito in sicurezza.

A Domusnovas L'Adavd si è data da fare ieri sera per tagliare i rami più grossi e rimuovere un grosso albero di pioppo caduto nella parte finale di via Musei.

Tagliata e rimossa anche un'altra pianta resa pericolante dal forte vento. Alle operazioni di rimozione, protrattesi fino dopo le 22, hanno collaborato anche sindaco, assessori e funzionari comunali.

In precedenza interventi anche alla copertura in alluminio del Centro Benessere di via Firenze che le raffiche di vento facevano ballare pericolosamente.

Circa 2 anni fa la stessa copertura a causa del vento era stata divelta e scaraventata nel vicino parco Scarzella.

È andata meglio a Musei dove si è dovuto fare i conti giusto con qualche ramo spezzato in via Stazione e con alcuni alberi già secchi abbattuti dal vento nella pineta di Guardia su Lillu.

MAREGGIATE A SANT'ANTIOCO:

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...