CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

guardia costiera

Migranti, difficili le ricerche dei dispersi a sud di Sant'Antioco

I sopravvissuti hanno raccontato che a bordo del barchino erano in 13
il recupero di un corpo (foto l unione sarda murru)
Il recupero di un corpo (foto L'Unione Sarda/Murru)

Sono riprese questa mattina le attività di ricerca degli otto migranti dispersi da venerdì scorso a sud di Sant'Antioco, poco lontano dall'isola del Toro.

Oggi la motovedetta della Guardia costiera Cp 812 di Sant'Antioco e un elicottero Frontex del Lussemburgo operano sotto il coordinamento della Capitaneria di porto.

I pattugliamenti non sono semplici a causa delle avverse condizioni meteo: sull'area si registrano venti da Sud-Ovest e mare forza 5, con moto ondoso in crescendo. Tanto che è stato diramato un avviso alle navi in transito per eventuali avvistamenti.

I tre superstiti già soccorsi hanno raccontato che sul barchino, diretto verso la Sardegna, erano in 13. Un'avaria al motore li ha lasciati alla deriva e dieci di loro, vista in lontananza l'isola del Toro, hanno deciso di tentare di raggiungerla a nuoto. Questa errata valutazione delle distanze è stata per loro fatale.

Venerdì pomeriggio è stato recuperato il primo cadavere, sabato il secondo. Dalle prime risultanze si tratta di due uomini di età compresa tra i 30 e i 35 anni.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...